Facebook Messenger come WhatsApp e Telegram smette di funzionare sui vecchi telefoni nel 2017: ecco quali

Facebook Messenger come WhatsApp e Telegram smette di funzionare sui vecchi telefoni nel 2017: ecco quali

Dal 2017 WhatsApp non funziona sui telefoni Android 2.1 e 2.2, iOS 6 e Windows Phone 7.1. Da Luglio 2017 smette di funzionare anche sui dispositivi BlackBerry, Nokia S40 e Symbian S60. Da fine Marzo, Messenger smette di funzionare su Windows Phone 8 e 8.1.

 

Scritto da , il 27/03/17

Add to Flipboard Magazine. Flipboard
 
 

Dalla fine del mese di marzo 2017, l'applicazione di messaggistica istantanea Messenger di Facebook smette di funzionare sui dispositivi alimentati dalla piattaforma Windows Phone 8.1 di Microsoft. Facebook ha gia' iniziato ad informare coloro che utilizzano Messenger sui dispositivi Windows Phone 8 e Windows Phone 8.1 per far loro sapere che terminerà il supporto per la sua applicazione alla fine di questo mese.

La decisione non sorprende, considerato che la quota di mercato di Windows Phone è inferiore dell'1% a livello mondiale. Ci sono tanti dispositivi WP 8/8.1 che non riceveranno l'aggiornamento a WP 10, quindi Facebook va a rendere inutilizzabile Messenger su molti device di questo 1%. Messenger resterà comunque disponibile sui device Windows Phone, ma aggiornati almeno alla versione 10.

"Grazie per aver scelto di utilizzare Messenger. Siamo spiacenti di informarvi che a partire dalla fine di marzo, la versione dell'applicazione che si sta utilizzando non verrà più supportata e non sarà possibile inviare e ricevere messaggi. Per continuare a inviare e ricevere i messaggi di Facebook sul telefono, aggiornare l'app Facebook alla versione più recente."

Facebook consiglia a coloro che hanno un dispositivo WP8/8.1 di aggiornare l'app Facebook principale alla versione più recente per continuare a inviare e ricevere i messaggi di Facebook sul telefono.

 
Whatsapp
Whatsapp
 

WhatsApp termina supporto per alcune versioni Android, Windows Phone e iOS

Con il 2016 ormai alle spalle, il 2017 è iniziato con l'attuazione da parte di WhatsApp del suo piano di abbandonare il supporto per i sistemi operativi di smartphone meno recenti. Dal 2017, WhatsApp non funziona più sui dispositivi Android 2.1 e 2.2, così come i dispositivi Windows Phone 7.1 mentre da Luglio 2017 il supporto termina anche per Nokia S40, Symbian S60 e sulla maggior parte dei dispositivi BlackBerry, anche quelli che eseguono l'ultima versione del sistema operativo mobile dell'azienda.

L'annuncio è stato dato dal team di WhatsApp in un post sul blog dell'azienda datato 26 febbraio 2016 in occasione dei sette anni compiuti dal servizio:

"All'inizio di questa settimana WhatsApp ha compiuto sette anni. È stato un viaggio sorprendente e nei prossimi mesi metteremo ancora più enfasi sulle funzioni di sicurezza e su ulteriori modi per rimanere in contatto con le persone che vi stanno a cuore. Ma gli anniversari sono anche l'occasione per guardare al passato. Quando abbiamo iniziato WhatsApp nel 2009, l'uso dei dispositivi mobili era molto diverso da quello di oggi. L'App Store di Apple aveva solo pochi mesi di vita. Circa il 70 per cento degli smartphone venduti all'epoca aveva i sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia. I sistemi operativi mobili offerti da Google, Apple e Microsoft - che rappresentano il 99,5 per cento delle vendite odierne - erano allora presenti su meno del 25 per cento dei dispositivi mobili venduti."

Fatta questa premessa, ecco arrivare la cattiva notizia:

"Se guardiamo avanti per i nostri prossimi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che la stragrande maggioranza delle persone usano. Così, entro la fine del 2016, ci sarà la fine del supporto per WhatsApp Messenger sulle seguenti piattaforme mobili: - BlackBerry, tra cui BlackBerry 10 - Nokia S40 - Nokia Symbian S60 - Android 2.1 e Android 2.2 - Windows Phone 7.1. Mentre questi dispositivi mobili sono stati una parte importante della nostra storia, non offrono il tipo di funzionalità di cui abbiamo bisogno per espandere l'applicazione in futuro. Questa è stata una decisione difficile per noi da prendere, ma è quella giusta, al fine di dare alla gente modi migliori per tenersi in contatto con amici, familiari e persone care con WhatsApp."

Se utilizzate Whatsapp con uno dei dispositivi mobili non piu' supportati, per poter continuare ad utilizzare l'applicazione di messaggistica istantanea il consiglio è di acquistare un nuovo Android, iPhone, o Windows Phone.

Dal 2017, coloro che utilizzano iOS 6 o versione inferiore ora non possono piu' usare WhatsApp cosi' come coloro che utilizzano Windows Phone 7 o un dispositivo con Android 2.1 o Android 2.2.

Ricordiamo che WhatsApp ha esteso il supporto "fino al 30 giugno 2017" per i sistemi operativi BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60 fino al 30 giugno 2017. Dal 1 di luglio, il supporto terminerà anche per questi.

La maggior parte degli utenti non si devono preoccupare di questo cambiamento in quanto riguarda dispositivi utilizzati da una piccola quantità di utenti - nel caso di Android meno dell'1.5% di tutti i device Android attivi.

Quando WhatsApp è stato lanciato nel 2009, la quasi totalità degli smartphone in uso (70%) eseguivano la piattaforma BlackBerry o Nokia, mentre ora queste piattaforme sono diventate ormai obsolete e rimpiazzate da Android, iOS e Windows che oggi si trovano nel 99,5% dei telefoni intelligenti in uso.

WhatsApp, che è stato acquistato da Facebook nel mese di ottobre 2014 per 21 miliardi di dollari, ha detto di aver deciso di abbandonare il supporto per i sistemi operativi più vecchi perché "non offrono il tipo di funzionalità di cui abbiamo bisogno per espandere le caratteristiche della nostra app in futuro". A chi mastica poco di sviluppo di applicazioni basti sapere che uno sviluppatore decide di non supportare piu' le vecchie generazioni di una piattaforma per evitare di perdere tempo nel controllare la retrocompatibilità dell'app ogni volta che aggiunge nuove funzioni, queste spesso non supportate dai telefoni piu' vecchi.

Whatsapp non funziona piu' da inizio 2017 su: Android 2.1 e Android 2.2; Windows Phone 7; iPhone 3GS/iOS 6.
Whatsapp non funziona piu' dopo il 30 giugno 2017 su: BlackBerry OS e BlackBerry 10; Nokia S40; Nokia Symbian S60.

Leggi anche:
 

 

Telegram termina supporto per le versioni Android vecchie inferiori a 4.0 ICS

Come Whatsapp, anche Telegram ha deciso dal 2017 di non supportare piu' i telefoni con un sistema operativo ormai superato e in particolare con i dispositivi Android alimentati dalle precedenti versioni di Android 4.0.

Questo significa che chi ha un dispositivo Android con una versione precedente alla numero 4.0 Ice Cream Sandwich (non compresa) non puo' piu' installare l'app Telegram e quindi non puo' accedere piu' alla piattaforma di messaggistica (al massimo potrebbe continuare a funzionare l'ultima versione compatibile installata sul device, ma questa non verrà piu' aggiornata). Se si usava Telegram in uno dei telefoni ora non piu' compatibili, una soluzione è quella di cambiare telefono (inutile consigliare di passare ad utilizzare Whatsapp, tanto non supporta piu' Android 2.2 e versioni precedenti) oppure è possibile provare la versione web di Telegram tramite browser.

A partire dal 2017, è possibile continuare ad usare Telegram su smartphone, tablet e anche computer con piattaforma iOS (6 e superiori), Android (4.0 e superiori) o Windows Phone. Resta anche possibile usare il client web di Telegram o installare una delle applicazioni desktop per Windows, OSX e Linux.

Ricordiamo che resta possibile connettersi a Telegram da tutti i dispositivi che si vuole, anche contemporaneamente.

Telegram dunque non funziona piu' sui dispositivi Android da 2.2 Froyo a 2.3.7 Gingerbread, con la versione Android 4.0 Ice Cream Sandwich la versione minima del sistema operativo necessaria per eseguire la versione più recente dell'app Telegram - funziona quindi su 4.x Ice Cream Sandwich, 5.x Lollipop, 6.x Marshmallow o 7.x Nougat.

Come per Whatsapp, anche gli sviluppatori di Telegram possono aver preso la decisione di chiudere le porte ai telefoni piu' vecchi per poter introdurre nuove funzioni senza essere limitati dalla compatibilità con le piattaforme piu' datate. E' questo il motivo piu' diffuso per cui uno sviluppatore sceglie solitamente di non supportare piu' le vecchie generazioni di una piattaforma, perchè significherebbe controllare la retrocompatibilità dell'app ogni volta che si aggiungono nuove funzioni spendendo tempo e risorse per qualcosa utilizzabile da una minima percentuale di utenti.

A fine 2016, lo stato di distribuzione di Android comprendeva una diffusione di Gingerbread (versioni da 2.3.3 a 2.3.7) dell'1.2 per cento, di Froyo (2.2) dello 0.1 per cento quindi in realtà gli utenti interessati si possono stimare a meno di 20 milioni in tutto il monod, dei quali non tutti comunque utilizzavano Telegram. 

Leggi anche:
Condividi questa notizia
Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind