Sicurezza Online, i consigli degli esperti per un web sicuro

Sicurezza Online, i consigli degli esperti per un web sicuro

Internet offre tante opportunità di esplorazione, creazione e collaborazione; per sfruttare al meglio le potenzialità del Web, è importante proteggersi e preservare la propria sicurezza.

 

Scritto da , il 10/02/16

 
 

Internet offre tante opportunità di esplorazione, creazione e collaborazione; per sfruttare al meglio le potenzialità del Web, è importante proteggersi e preservare la propria sicurezza. Che tu sia un nuovo utente o un veterano di Internet, i consigli e i suggerimenti riportati qui possono aiutarti a esplorare il Web in totale sicurezza. Non tutti gli utenti sono consci dei rischi e pericoli che si nascondono in Rete e ciò gioca a netto favore dei cybercriminali. Nel giorno in cui si celebra il Safer Internet Day, gli esperti di sicurezza di F-Secure, G-DATA e anche Google invitano genitori e piccoli a seguire alcuni utili consigli per navigare in sicurezza online e utilizzare i dispositivi tecnologici che s collegano ad internet.

Google e la sicurezza Online

Proteggi le tue password. Le password sono la prima linea di difesa contro i criminali informatici. È fondamentale scegliere password sicure che siano diverse per ogni account importante ed è bene aggiornarle regolarmente. Utilizza una password unica per ogni account importante, come l'account email e l'account dei servizi bancari online. Conserva i promemoria relativi alle tue password in un posto segreto e non in vista. Utilizza una password lunga formata da numeri, lettere e simboli (Prova a usare una frase che conosci solo tu). Configura le opzioni di recupero della password e tienile aggiornate. Più è lunga la tua password, più difficile sarà indovinarla. Se aggiungi numeri, simboli e lettere maiuscole e minuscole sarà più complicato per altre persone indovinare. Non utilizzare "123456" o "password" ed evita di utilizzare per le password informazioni di dominio pubblico come il tuo numero di telefono.

Esegui l'accesso e disconnettiti. Se utilizzi computer pubblici, ad esempio di un Internet café o di una biblioteca, tieni presente che anche dopo avere chiuso il browser potresti essere ancora collegato ai servizi che hai utilizzato. Di conseguenza, quando utilizzi un computer pubblico dovresti assicurarti di uscire dall'account facendo clic sulla foto o sull'indirizzo email dell'account nell'angolo in alto a destra e selezionando Esci. Se utilizzi spesso computer pubblici, utilizza la verifica in due passaggi per proteggere meglio il tuo account.

Controlla le impostazioni mail. Se utilizzi Gmail, apri la scheda "Impostazioni" e controlla le impostazioni di inoltro e delega che concedono l'accesso al tuo account ad altre persone per verificare che le tue email vengano indirizzate correttamente. Procedimento analogo vale per altri servizi mail. Se devi reimpostare la password, il fornitore del servizio mail può inviarti un'email a un indirizzo email di recupero, pertanto assicurati che tale indirizzo sia aggiornato e relativo a un account a cui puoi accedere. Controlla regolarmente il tuo account per verificare l'eventuale presenza di attività insolite o sospette.

Utilizza reti sicure. guarda la barra degli indirizzi del browser per capire se l'URL è reale. Dovresti anche controllare se l'indirizzo web inizia con https://, che ti fa capire che la tua connessione al sito web è crittografata e più protetta da snooping o manomissione. In alcuni browser, accanto a https:// viene visualizzata anche un'icona a forma di lucchetto per indicare in modo più chiaro che la connessione è crittografata e più sicura. Quando ti connetti tramite una rete Wi-Fi pubblica, chiunque nelle vicinanze sarà in grado di monitorare le informazioni trasmesse tra il computer e l'hotspot Wi-Fi se la connessione non è crittografata. Evita di svolgere operazioni importanti come attività bancarie o acquisti tramite reti pubbliche. Se utilizzi una rete Wi-Fi a casa, dovresti utilizzare una password per proteggere il router (basta quella fornita dal provider di servizi Internet o dal produttore del router). Se siti che non richiedono vostre informazioni non hanno https:// ma solo http:// va bene lo stesso.

Blocca lo schermo o il dispositivo. Dovresti sempre bloccare lo schermo quando hai finito di utilizzare il computer, il laptop o il telefono. Per maggiore sicurezza dovresti anche impostare il blocco automatico del dispositivo quando entra in stand-by.

Tieni al sicuro il dispositivo. Se vieni reindirizzato da Google o visualizzi annunci popup, barre degli strumenti indesiderate o strani risultati di ricerca Google, sul computer potrebbe essere presente malware. Il malware è un software progettato per prendere il controllo del computer e danneggiarlo.

Shopping online in sicurezza. Sempre piu' persone acquistano online. Nella maggior parte dei casi le transazioni online vengono portate a termine senza problemi, ma talvolta comportano rischi. Se è troppo bello per essere vero confronta il prezzo trovato con quello di articoli simili venduti altrove. Se non hai mai effettuato acquisti da un commerciante, fai prima i dovuti controlli per verificare che sia legittimo. Prima di acquistare qualcosa, leggi le norme del venditore relative a spedizione, garanzia e restituzione. La copia digitale o cartacea di transazioni considerevoli può esserti utile se devi restituire un acquisto o contestare addebiti non autorizzati sul tuo conto. Evita siti compromessi e tieni d'occhio la barra degli indirizzi del browser.  

Per ulteriori informazioni visita il Centro sicurezza online di Google.

Internet tra Genitori e Figli

I genitori si trovano spesso ad affrontare la sfida di proteggere i loro bambini quando sono su Internet. Oltre ad aiutare i propri figli a usare i dispositivi mobili in modo responsabile, a farli stare al sicuro quando sono sui social media, e a gestire il tempo passato davanti agli schermi, i genitori sono chiamati anche ad affrontare la nuova sfida posta dall’Internet of Things (IoT), i giocattoli intelligenti, i cosiddetti ‘smart toys’. Sono essenzialmente giocattoli che si connettono a Internet, e sono destinati a diventare un’ampia categoria di prodotti tra i dispositivi IoT. Uno studio del 2015 ha previsto che i ricavi totali derivanti dai giocattoli intelligenti avrebbero raggiunto i 2,8 miliardi di USD prima della fine dello scorso anno. Tuttavia, la violazione avvenuta lo scorso anno al noto VTech che ha visto il furto dei dati di circa 6,4 milioni di bambini, ha causato molta preoccupazione circa i rischi sulla sicurezza e la privacy che questi giocattoli comportano per i bambini.

Se i genitori sono preoccupati per i dispositivi IoT e gli smartphone o per altre problematiche di sicurezza relative a Internet, il miglior approccio da parte dei genitori per proteggere i bambini è essere coinvolti nel modo in cui i loro figli imparano a usare questi dispositivi e servizi online.  I dati di una recente indagine di F-Secure indicano che c’è ancora molto spazio per i genitori in questo senso: il 30% di chi ha risposto all’indagine ha dichiarato di controllare cosa fanno i figli online o di usare strumenti di parental control più di una volta alla settimana, mentre il 38% spiega ai figli come usare Internet in modo sicuro più di una volta alla settimana.

Secondo il ricercatore di F-Secure Mikael Albrecht, questo è un problema data la rapidità con cui la tecnologia, e il modo in cui bambini la usano, sta evolvendo.

Ci sono alcuni modi pratici con cui i genitori possono aiutare i figli a usare Internet in modo sicuro:

- Insegnate ai vostri figli, e lasciate che loro insegnino a voi – Il mondo in cui i bambini stanno crescendo è nuovo, sempre in evoluzione, e difficile da comprendere per i genitori, i quali devono accettare più che combatterlo. L’apprendimento dovrebbe funzionare in entrambe le direzioni ed essere fatto insieme.

- Prestate attenzione a quali servizi usano – I genitori dovrebbero conoscere abbastanza i prodotti e i servizi che i bambini usano per decidere se sono adatti oppure no ai propri figli. Le app educative tipicamente chiedono l’anno di nascita per calibrare il contenuto adatto a quella fascia di età, ma non chiedono l’esatta data di nascita, o il nome del bambino per esteso. Se vi viene chiesto di comunicare l’esatta data di nascita, il nome per esteso, o altre cose su vostro figlio che preferireste mantenere in forma privata, scegliete un altro prodotto.

- Siate presenti ma non invadenti – I bambini hanno bisogno di un certo grado di privacy, specialmente man mano che crescono. “Credo sia corretto per i genitori usare soluzioni tecnologiche per controllare ciò che i bambini stanno facendo online, ma i genitori dovrebbero essere aperti e pronti a diminuire questo controllo man mano che i bambini crescono” ha dichiarato Albrecht. “L’alternativa è che i figli troveranno il modo di aggirare questo controllo in ogni caso, quindi cercare di nasconderlo può ritorcersi contro”.

Leggi anche: Google semplifica verifica in due passaggi, ora basta un Messaggio

G DATA e la sicurezza online

Non solo Google, anche G DATA ha presentato i suoi suggerimenti per una maggior sicurezza in rete, davvero facili da implementare.

CONSIGLI DI NATURA GENERALE

Protezione con software antivirus: un’adeguata soluzione per la sicurezza dovrebbe essere parte della dotazione di base di qualsiasi PC con accesso ad internet. E' consigliato avere: una protezione efficace contro i virus, un filtro antispam, un firewall e un sistema di protezione in tempo reale contro le minacce online.

Chiudere eventuali vulnerabilità applicative: il sistema operativo come i software e le app utilizzate dovrebbero essere sempre aggiornati all’ultima release per chiudere eventuali falle, che possono essere sfruttate dai cybercriminali per condurre attacchi.

Spam dritto nel cestino digitale: tutte le mail non richieste (spam) andrebbero idealmente cancellate immediatamente, senza cliccare su alcun link e senza aprire assolutamente alcun allegato.

Password sicure: per ogni account online è raccomandabile impostare una password ad hoc, composta da una successione non logica di numeri e lettere maiuscole e minuscole.

 Mettere i dati in sicurezza: gli utenti dovrebbero fare un backup di tutti i dati importanti al fine di poterli recuperare in caso di crash del sistema o dopo un’infezione del PC.  

Proteggere la navigazione dei minori: i genitori dovrebbero educare i figli ad un’interazione sicura con internet. Un filtro web per il controllo genitoriale sulla navigazione è d’aiuto e previene che i figli accedano a siti con contenuti non adatti a loro.

CONSIGLI PER CHI USA SMARTPHONE E TABLET

Installare una soluzione per la sicurezza: una app per la protezione di tablet e smartphone Android dovrebbe offrire una protezione completa contro codice malevolo e app fraudolente.

 App affidabili: le applicazioni dovrebbero essere acquistate esclusivamente da fonti di comprovata serietà, come il Google Play Store nel caso di Android. 

Attivare bluetooth e GPS solo in caso di necessità: sarebbe raccomandabile attivare i servizi radio tra cui WLAN, GPS e bluetooth solo quando occorre.

Verificare le impostazioni di sicurezza: gli utenti dovrebbero attivare l’immissione della password e sostituire le password standard con password individuali.

CONSIGLI PER I SOCIAL NETWORK

Non tutti gli utenti sono amici: le richieste di amicizia dovrebbero essere accettate solo qualora l‘utente conosca il richiedente personalmente.

Attenzione alle URL abbreviate: i link brevi possono condurre a pagine che celano codice malevolo. Stare quindi attenti a URL inviate da sconosciuti, idealmente tali link non andrebbero aperti.

Non condividere troppe informazioni personali: mai indicare il proprio recapito postale o il numero di cellulare sul profilo.

Condividi questa notizia
Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 

Commenti e Opinioni

 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind