Samsung meglio del previsto nel Q4 2016 dicono gli analisti

Samsung meglio del previsto nel Q4 2016 dicono gli analisti

Samsung Electronics non dovrebbe avere avuto conseguenze troppo negative dal flop del Galaxy Note7 grazie ai buoni risultati previsti dagli altri business della società, in particolare quello dei chip.

 

Scritto da , il 04/01/17

Add to Flipboard Magazine. Flipboard
 
 

Samsung Electronics ha rivelato profitti non molto positivi per il suo terzo trimestre del 2016 a causa delle perdite dovute al richiamo del Galaxy Note7, ma la società potrebbe aver recuperato nell'ultimo trimestre dell'anno grazie ai buoni risultati previsti dagli altri suoi business, in particolare quello dei chip.

Secondo gli analisti, nel quarto trimestre 2016 Samsung ha registrato tra 6,66 miliardi di dollari e 7,23 miliardi di dollari di risultato operativo, per una crescita fino al 68% dal trimestre precedente.

Il risultato operativo solo dal business dei semiconduttori è stimato a 3,3 miliardi di dollari, in crescita da 2,8 miliardi di dollari nel trimestre precedente. Samsung andrebbe cosi' a confermarsi come il più grande produttore di chip in tutto il mondo.

Il risultato operativo dal business mobile e IT si prevede modesto a 1.65 miliardi di dollari.

In breve, l’azienda sudcoreana potrebbe anche non avere avuto conseguenze negative dovute al richiamo del Galaxy Note7 ma se lo smartphone non avesse avuto i problemi che ha avuto allora Samsung avrebbe potuto vantare guadagni ancora migliori rispetto quelli previsti.

Al momento abbiamo comunque solo riportato di previsioni, ma entro la fine del mese Samsung pubblicherà i risultati ufficiali di cui vi daremo conto non appena saranno disponibili. 

Condividi questa notizia
Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind