Samsung Galaxy S: overclock per aumentare le prestazioni

 

I telefonini con sistema operativo Android possono essere considerati come dei veri e propri piccoli computer portatili, e come tali possono avere un aumento di prestazioni con la tecnica dell'overclock

Scritto da Gabriele Coronica il 12/08/10 | Pubblicata in Android | Archivio 2010

 

I telefonini con sistema operativo Android possono essere considerati come dei veri e propri piccoli computer portatili, e come tali possono avere un aumento di prestazioni con la tecnica dell'overclock.

Tale tecnica si basa sull'aumento della frequenza di lavoro del processore, e in questo articolo vi spiegheremo come effettuare l'overclock del Samsung i9000 Galaxy S (nella foto sotto).

Prima di iniziare, una doverosa premessa: l'overclock è un'operazione molto rischiosa, e la guida che vi proponiamo è a puro scopo illustrativo. La redazione di PianetaCellulare.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni hardware e software del Samsung Galaxy S.

Quest'ultimo utilizza il processore Coretx A8 i9000, e può avere un overclock del processore fino a 1,2 GHz.

Per l'overclock di Samsung Galaxy S vanno bene tutte le ROM, anche se quelle più recenti sono consigliate per una migliore stabilità del sistema e una gestione ottimizzata dei consumi energetici.

E' necessario installare nel Galaxy S l'aggiornamento ufficiale Eclair 2.1 JM5, il Fix Lag, il kernel modificato per aumentare il clock, Set CPU. Bisogna anche attivare i permessi di root.

Una volta scaricati tutti i programmi, installate Odin, riavviate il Galaxy S e impostatelo sulla modalità Download (Volume Giù, tasto Home e tasto Accensione). Avviate Odin, selezionate la sezione PDA e scegliete il file del kernel scaricato in precedenza. Collegate il terminale al PC tramite cavo USB, attendete il riconoscimento di Odin e premete Start per avviare la procedura di overclock.

Samsung Galaxy S: come migliorare le prestazioni

Galaxy S i9000 è lo smartphone top di gamma di Samsung. In rete sono disponibili diverse utility per aumentarne le prestazioni generali, modificando dei file di sistema del firmware Android e ottimizzando i vari processi.
 
Priva di elencarvi le varie utility disponibili, è bene fare una premessa: tali programmi e firmware modificati non sono supportati in maniera ufficiale da Samsung, pertanto la redazione di Pianeta Cellulare non si assume alcuna responsabilità in caso di errori hardware o software.

La prima utility che desideriamo segnalarvi è Lag Fix Galaxy S: questo programma modifica alcuni parametri di sistema in modo da rendere il telefono più reattivo nei menù e nelle applicazioni. Serve che il Root sia abilitato.
 
Un altro programma interessante è Lax fix z4mode: si tratta della migliore utility per migliorare le prestazioni del Samsung Galaxy S, ma ha come contro l'utilizzo di Odin (consigliato solo agli esperti) e la perdita dei dati causa formattazione della memoria.
 

 
Il programma più semplice invece si chiama Voodoo Fix: migliora le prestazioni, anche se non ai livelli di Lax fix z4mode, e non necessita dei permessi di Root.

FroYo arriva su Htc Desire e Samsung Galaxy S
 
Come annunciato la scorsa settimana, a breve sarà disponibile l'aggiornamento ad Android 2.2 per Htc Desire e Samsung Galaxy S. Per il primo modello l'applicazione è scaricabile già da questa settimana.
 
Su Htc Desire si potrà avere nuova modalità video a 720p, widget App Share, sincronizazzione iTunes e una tastiera multilingua migliorata. Htc ribadisce che l'operazione è sicura e suggerisce di eseguirla via Wi-Fi per evitare ulteriori esborsi dovuti al traffico.
 
Per precisazione in questo momento FroYo è disponibile solo per i cellulari sbloccati mentre per gli operatori bisognerà aspettare 2-3 settimane.
 
Riguardo Samsung, la data del rilascio è fissata per settembre cioè dopo il rilascio della versione ufficiale.


 
 

Promozioni Consigliate

 
Rimani aggiornato su Smartphone, Guide, Apps e Tariffe

Ricevi gratuitamente nella tua email tutte le novità su cellulari, smartphone, tariffe e promozioni Tim, Vodafone, Tre e Wind