Recensione OnePlus 2, Flagship Killer 2016 da 399 euro

Recensione OnePlus 2, Flagship Killer 2016 da 399 euro

 

Scritto da , il 13/01/16

Seguici su

 
 

OnePlus si è presentata con il primo Smartphone denominato “One” come un’azienda pronta ad annientare i principali Top di gamma grazie al prezzo aggressivo, dopo un anno esatto dall’arrivo sul mercato del primo modello ecco il nuovo OnePlus 2 nato sotto la stessa filosofia ma migliorato in praticamente tutto.

La prima cosa che cambia è la confezione che ora riprende le linee di una normale scatola da Smartphone mentre nella scorsa edizione si era realizzata una doppia scatola rossa molto scenica ma poco utile.

All’interno della confezione troviamo il caricatore da parete da 2Ah, cavo USB Type C quindi reversibile e nient’altro.

Ci teniamo a precisare che quella da noi testata è la versione Cinese che differisce solo ed esclusivamente dalla versione Internazionale per l’assenza della banda ad 800 mHz utilizzata da alcuni operatori per l’LTE, con Vodafone e Tre nessun problema riscontrato con il 4G.

Se volete acquistarlo dovete avere un invito ufficiale e spendere 399 euro per la variante 64 GB, se non volete attendere GearBest offre a praticamente la stessa cifra la versione da noi testata.

Lo guardi e subito capisci che qualcosa è diverso, a partire dal design che ora integra nella parte anteriore un tasto Touch che nasconde un lettore delle impronte digitali abbastanza preciso ma a volte non velocissimo nella lettura per poi passare al lato posteriore dove troviamo la fotocamera spostata più in basso senza dimenticare la cornice realizzata ora in metallo che dona eleganza, compattezza e sensazione premium tra le mani.

Sulla parte sinistra è stato alloggiato uno slide che agisce sulle notifiche del device permettendoci di passare dalla modalità non disturbare alla modalità normare in un millisecondo, perchè non prendono spunto tutte le altre aziende da questo?

Se ci spostiamo al lato posteriore troviamo una cover rimovibile che offre però una tenuta incredibile, aspettate a gioire perchè se è vero che è possibile cambiare la cover con scocche realizzare in altri materiali (legno per esempio) è anche vero che memoria e batteria non sono espandibili e sostituibili.

Un passo in avanti viene invece fatto per quanto riguarda la connettività dato che il device è ora Dual Sim LTE, manca sempre il Chip NFC che sembra non piacere molto all'azienda.

 
OnePlus 2
OnePlus 2
 

Ed è finalmente arrivato il momento di parlare di Hardware, OnePlus 2 è spinto da un processore che abbiamo già visto in altri Smartphone e che di certo non ci ha sorpreso per prestazioni e temperature, parliamo del Qualcomm Snapdraogn 810 Octa Core qui depotenziato a 1,8 Ghz.

In realtà questo è il primo device con questo Chip a non presentare problemi di cali prestazionali o temperature troppo elevate, solamente la cornice in metallo nella parte superiore scalda quando messo a dura prova ma mai fino a dare fastidio durante l’utilizzo, per esempio abbiamo fatto un test con Modern Combat 5, gioco molto stressante per il processore, e dopo 15 minuti le temperature sono rimaste assolutamente normali (36.1 gradi al massimo raggiunti).

Ad accompagnare questo processore troviamo ben 4 GB di memoria RAM in versione DDR4 e questo significa che senza problemi potrete lavorare con molte applicazioni aperte senza mai mettere sotto reale sforzo la CPU.

Anteriormente troviamo un pannello da 5,5 pollici Full HD 1920 x 1080 pixel che restituisce 401 ppi, noi sinceramente apprezziamo il fatto che l'azienda non si sia spinta oltre a questa risoluzione dato che la resa delle immagini è ottima in ogni condizione di luce e la densità dei pixel è più che sufficiente.

Sotto alla scocca abbiamo detto che troviamo una batteria non rimovibile che cresce rispetto al modello precedente raggiungendo i 3300 mAh, nessun problema ad arrivare alla fine della giornata con il prodotto ed addirittura se utilizzate molto il Wi-Fi si raggiungono le 5 ore di display attivo senza problemi.

Leggi anche:
 
OnePlus 2
OnePlus 2
 

Un passo in avanti viene fatto anche nel lato fotocamere, davanti troviamo una 5 megapixel di discreta qualità mentre sul retro un sensore da 13 megapixel con LED Flash doppio, stabilizzatore ottico dell’immagine e Laser per la messa a fuoco rapida molto utile soprattutto in condizioni di scarsa luminosità.

Il sensore da 13 megapixel è realizzato con Pixel più grandi rispetto al passato ed apertura focale di 2.0, nel complesso le foto in macro ed in condizioni di luce ottimale non sono male ma abbiamo notato che, soprattutto con l’HDR attivo, i colori ed in particolare il verde tendono a sparare a tonalità diverse da quelle reali.

Per vedere come scatta le foto questo Smartphone non dovete far altro che recarvi al seguente indirizzo dove troverete l'intera galleria d'immagini a risoluzione originale.

I video possono essere registrati in qualità 4K a 30 FPS, a fine articolo trovate il nostro test mentre dentro alla video recensione abbiamo integrato un secondo test in Full HD.

Parlando di audio invece troviamo un volume buono e soprattutto bassi leggermente più accentuati di altri Smartphone provati in passato, buono anche il volume dalla capsula altoparlante anche se non altissimo, davvero eccellente invece la ricezione che anche con operatore Tre riesce ad uscire dal Roaming in tempi brevissimi.

Leggi anche:
 
OnePlus 2
OnePlus 2
 

Passiamo ora al lato Software, internamente troviamo subito Android 5.1.1 Lollipop basato sulla ROM proprietaria Oxygen OS arrivata alla versione 2.1.

Il lato estetico è davvero molto simile alla versione Stock pensata da Google ma troviamo alcune chicche interessanti come per esempio il doppio Tap per attivare il display, le gesture a schermo spento, la possibilità di utilizzare i tasti a schermo oppure al di fuori del display e di personalizzare i tasti stessi oppure ancora la possibilità di personalizzare il colore del led di notifica a nostro piacimento.

Con l’ultimo aggiornamento OnePlus ha poi integrato due funzionalità interessanti ovvero la possibilità di calibrare i colori dello schermo e la modalità manuale della fotocamera che ci permette ora di sbizzarrirci settando i parametri come più ci interessa.

Dato che già ci siamo ci soffermiamo per un attimo a parlarvi dell’interfaccia della fotocamera che risulta essere semplice ma anche abbastanza priva di funzioni rispetto alla camera vista nella CyanogenMod studiata nel primo modello.

Ok siamo arrivati al momento della verità, OnePlus 2 nel corso di queste ultime settimane è stato un fedele compagno, un compagno sempre pronto e scattante in ogni occasione ed attivo fino a tarda ora la sera, sicuramente considerando l’Hardware 399 euro sono ben spesi.

L’unica critica reale che possiamo fare è la sparizione dei temi presenti nella CyanogenMod ma con Android sapete che cambiare Launcher è davvero semplice.

Vi lasciamo ora alla nostra video recensione del prodotto, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube in modo da rimanere sempre aggiornati, buona visione!

Recensione OnePlus Two 2 da Pianetacellulare.it [FHD 50fps]


OnePlus Two 2 Test video 4K Ultra HD



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione OnePlus 2, Flagship Killer 2016 da 399 euro


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?