Apple: Steve Jobs ha rifiutato trapianto fegato da Tim Cook

Apple: Steve Jobs ha rifiutato trapianto fegato da Tim Cook

L'attuale CEO di Apple, Tim Cook, nel 2009 ha cercato di salvare la vita di Steve Jobs offrendosi come donatore per un trapianto di fegato. Una nuova biografia su Jobs, in uscita a marzo negli USA, offre approfondimenti sul pensiero iconoclasta di Jobs in diverse fasi della sua vita. Si parla anche dell'amicizia di Jobs con il designer Jony Ive e Bob Iger della Disney.

 

Scritto da , il 17/03/15

Seguici su

 
 

L'attuale amministratore delegato di Apple, Tim Cook, nel 2009 ha cercato di salvare la vita di Steve Jobs offrendosi come donatore per un trapianto di fegato.

Estratti da una nuova biopgrafia su Jobs, che sarà pubblicata negli USA entro marzo, offrono approfondimenti sul pensiero iconoclasta di Jobs in diverse fasi della sua vita. Il libro, intitolato "Becoming Steve Jobs: The Evolution Of a Reckless Upstart" è stato scritto a quattro mani dal direttore esecutivo di Fast Company, Rick Tetzeli, e il giornalista Brent Schlender, di cui il Washington Post ha fornito un'anticipazione.

Forse l'aneddoto più eclatante contenuto nella biografia riguarda l'attuale capo della società, Tim Cook: era così sconvolto dalle condizioni del suo mentore - Jobs è morto nel 2011 di cancro al pancreas - che lui era disponibile per contribuire a migliorare la salute del suo capo donandogli una parte del suo fegato. Secondo la biografia, Cook è andato da casa di Steve Jobs per dargli la buona notizia, e gli autori riportano la risposta concisa e diretta che Cook ottenuto: "Mi ha tagliato le gambe, quasi prima che le parole uscissero fuori dalla mia bocca", ha detto Cook. "'No', ha detto. 'Non ti lascerò mai a farlo.'".

"Qualcuno che è egoista", Cook continua, "non risponde così. Voglio dire, prendi un ragazzo che sta morendo, è molto vicino alla morte a causa del suo problema di fegato, e prendi qualcuno sano che gli offre una via d'uscita. Ho detto, 'Steve, io sono perfettamente sano, ho controllato. Ecco il referto medico. Posso fare questo e io non mi sto mettendo a rischio, starò bene.' E non ha pensato a rispondermi 'Sei sicuro di volerlo fare?' o 'Ci penserò.', ha detto un secco 'No'." e poi Cook ricorda che "Steve mi ha urlato contro solo quattro o cinque volte nel corso dei 13 anni che lo conoscevo, e questa era una di quelle volte."

 
Steve Jobs Tim Cook
Steve Jobs Tim Cook
 

Altro che viene rivelato nella biografia riguarda la gestione degli affari nella vita di Jobs. Ad esempio, quando Jobs è tornato alla Apple nel 1997 dopo il suo esilio dalla società ha subito preso in simpatia - e viceversa - un nuovo designer con il nome di Jony Ive (l'uomo che poi ha continuato a progettare iPhone e altri prodotti di successo). Ma subito dopo, ha 'ucciso' due dei progetti personali di Ive, un tappetino digitale chiamato 'eMate' e un Macintosh per il 20esimo anniversario del prodotto, che fungeva anche come televisione. Il Mac TV di Ive era un "fiore all'occhiello", scrivono i co-autori. "Era un pezzo notevole di design.". Ma nonostante la sua eleganza e apparente amicizia con Jobs, il progetto è morto dopo aver venduto solo 12.000 unità.

Nella biografia 'Becoming Steve Jobs' vengono svelati anche dettagli sull'amicizia di Jobs negli ultimi anni della sua vita con il capo della Disney Bob Iger. Jobs voleva che Bob si unisse alla Apple, ma Iger ha esitato a causa di motivi di fiduciari. "Abbiamo parlato di acquisti di società. Abbiamo parlato di comprare Yahoo insieme." rivelano alcuni stralci del libro. Forse la più grande testimonianza dell'amicizia che c'era tra Jobs e Iger è stato il fatto che quest'ultimo è stato uno dei pochi ospiti autorizzati ad entrare nel 'covo segreto' del designer Jony Ive.

Il nuovo libro di Jobs rischia di poter essere fonte di un ennesimo film su Jobs. Mentre il film Jobs del 2013 con protagonista Ashton Kutcher non è stato particolarmente ben recensito, un nuovo progetto basato sulla biografia scritta da Walter Isaacson nel 2011 è in produzione con il coinvolgimento del regista Danny Boyle (The Millionaire), lo scrittore Aaron Sorkin (The Social Network) e l'attore Michael Fassbender - il film uscirà prossimamente.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple: Steve Jobs ha rifiutato trapianto fegato da Tim Cook


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?