Spotify Premium for Family solo per utenti che risiedono allo stesso indirizzo

Spotify Premium for Family solo per utenti che risiedono allo stesso indirizzo

Spotify avrebbe iniziato a fare dei controlli tra i clienti che usufruiscono del piano Famiglia per verificare che non violino la condizione di 'risiedere allo stesso indirizzo'.

 

Scritto da , il 06/04/19

Seguici su

 
 

I servizi di streaming musicale costano in media 10 euro al mese, se non si vuole la pubblicità e si vuole avere la possibilità di scegliere cosa ascoltare quando e dove si vuole tra le altre funzionalità riservate agli utenti paganti. Fino a quando l'abbonamento è personale il costo ci puo' stare, ma in una famiglia se anche solo due membri desiderano abbonarsi allo stesso servizio allora il conto potrebbe farsi un po' salato. In questi casi viene in aiuto il piano di abbonamento 'Famiglia' offerto dai principali servizi di streaming, che consente ad un utente di pagare un'unica fattura per piu' account diversi collegati ad un costo complessivo vantaggioso: Spotify Premium for Family, Youtube Music Family, Tidal Premium Family, Apple Music Family e altri simili hanno un costo mensile di 14,99 euro e consentono di attivare il servizio Premium per un massimo di altri 5 account oltre quello principale. Ora, il servizio di streaming musicale Spotify ha iniziato ad essere piu' "severo" riguardo alle condizioni di utilizzo del piano famiglia che offre, per evitare di essere 'fregato' dagli utenti piu' furbetti, verificando che i membri di un piano Famiglia risiedano allo stesso indirizzo di residenza, che è diventato un requisito per quando un nuovo account viene aggiunto al piano. Esempio, l'account 'C' deve risiedere allo stesso indirizzo degli account 'A' e 'B' se vuole aggiungersi al piano Famiglia che già comprende questi due.

Leggi anche: Spotify Family: fino a 6 account Premium per 14,99 euro al mese

Nelle condizioni di utilizzo del piano Spotify for Family è chiaramente specificato che puo' essere attivato da un utente per "te e fino ad altre cinque persone RESIDENTI AL TUO STESSO INDIRIZZO". Nella pagina di supporto ufficiale relativa a Spotify Premium for Family aggiornata a Marzo 2019 si legge che tutti i membri del piano Family devono: "Risiedere presso lo stesso indirizzo e Avere l'età minima richiesta e soddisfare tutti gli altri requisiti previsti in Termini e condizioni". Pertanto, un account che viene aggiunto ad un piano Family deve obbligatoriamente compilare il campo 'indirizzo' del proprio profilo. E bisogna fare attenzione, perchè non sarà piu' modificabile. Infatti, scrive Spotify in un aggiornamento di Aprile 2019: "Non è possibile cambiare l'indirizzo registrato su un piano Premium for Family esistente. Se ti sei trasferito o hai inserito dati errati, devi creare un nuovo account (assicurati innanzitutto di annullare il piano sul tuo account precedente ed effettua la disconnessione ovunque) e iscriverti a Premium for Family sul nuovo account".

Spotify ha iniziato a controllare la residenza degli utenti dei piani Family per scovare i furbetti.
Non è raro che gruppi di persone che non vivono sotto lo stesso tetto condividessero un piano Famiglia per pagare meno l'abbonamento a Spotify Premium, dividendo i 14,99 euro tra tutti i membri del gruppo - sarebbero 4,99 euro/mese a testa per un gruppo di 3 persone o 2,49 euro/mese a testa per un gruppo di 6 persone. Finchè il piano for Family viene condiviso tra i membri di una famiglia non ci sono problemi, è stato creato proprio per questo scopo, e teoricamente non si violerebbero le condizioni di utilizzo nemmeno se il piano venisse condiviso da un gruppo di amici che magari sono coinquilini, in quanto per Spotify è importante che i membri "devono risiedere allo stesso indirizzo per avere diritto al Premium for Family" - ma bisogna tenere conto che non sarà piu' possibile in futuro modificare poi l'indirizzo nel profilo.

Per i gruppi di persone che non risiedono allo stesso indirizzo è quindi diventato piu' difficile condividere un piano famiglia di Spotify, in quanto la società risulta che effettua dei controlli tra i clienti che usufruiscono del piano Famiglia per verificare che effettivamente risiedono presso l'indirizzo indicato nell'account (potrebbe anche solo mediante l'uso del GPS dello smartphone). Infatti, stando a quanto riportato da Quartz, sui social media, in particolare su Twitter, un certo numero di utenti nel 2018 hanno detto di avere ricevuto da Spotify la richiesta di condividere con la società la posizione in cui risiedono tramite i dati del GPS dello smartphone. Gli utenti coinvolti avevano tutti un piano Spotify for Family, quindi è chiaro che il motivo dietro la richiesta della posizione da parte di Spotify era quello di verificare che effettivamente gli utenti che condividevano un piano 'for Family' risiedevano allo stesso indirizzo.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Spotify Premium for Family solo per utenti che risiedono allo stesso indirizzo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?