Urbi aggrega i servizi di trasporto condiviso

Urbi aggrega i servizi di trasporto condiviso

 

Scritto da , il 03/05/16

Seguici su

 
 
Anche in Italia stanno prendendo sempre piu' popolarità i servizi di carsharing, quei servizi che permettono di utilizzare un'automobile su prenotazione e pagando in base dell'utilizzo fatto. Di conseguenza, sempre piu' utenti ne fanno uso e a volte potrebbe essere complicato aprire le varie app per richiedere un mezzo di trasporto. Gli utenti di più di un servizio di car sharing da oggi avranno una nuova app da poter utilizzare per cercare una macchina nelle vicinanze: Urbi - tutti i carsharing in 1.

Urbi è la nuova app gratuita che serve come aggregatori tutti i servizi di mobilità condivisa per automobili, biciclette, scooter e taxi ed è utile perchè in base alla posizione in cui ci si trova è in grado di dire di quale servizio è il mezzo più vicino. Un'app con tutti i carsharing in una grazie alla quale non serve aprire le diverse app di ciascun servizio, facendo quindi risparmiare un sacco di tempo.

Non è richiesta nessuna registrazione per usare Urbi, che non gestisce dati sensibili perchè si interfaccia direttamente con i singoli providers.

Ad oggi, Urbi è attiva nelle seguenti città italiane con i seguenti servizi:

- Milano: car2go, enjoy ( macchine e scooter), Share'ngo, GuidaMi, , e-vai, BikeMi, Milano Wifi, (+MyTaxi)
- Roma: car2go, enjoy, “Roma Sharing”, Share'n'Go, e Roma Wifi (+Scooterino)
- Firenze: car2go, enjoy, Share'n'Go, GirACI e Firenze Wifi
- Torino: car2go, enjoy, "CarSharing Torino" e [TO]Bike

Urbi è inoltre disponibile in tutte le città del circuito ICS e con Bike Sharing: Venezia, Bologna, Genova, Parma, Palermo. A Cagliari è disponibile con PlayCar.

Urbi è nata a Berlino da due italiani - Serena Schimd ed Emiliano Saurin - grazie ad un finanziamento europeo di 50mila euro. "L'idea è quella di dare all'utente la possibilità di muoversi nella città, quindi oltre al car sharing, il bike sharing e lo scooter sharing offriamo servizi come il wi-fi per chi non ha la connesione internet o altri servizi come myTaxi, Uber o anche i taxi normali" ha spiegato Saurin.

Le città italiane principali dove Urbi è attiva sono Milano, Torino e Roma, mentre in Europa a Berlino, Amburgo, e Vienna. Solo a Milano, i creatori di Urbi hanno detto che il 45% degli utenti fanno 5-6mila prenotazioni al mese. L'app ha registrato 90mila download e viene utilizzata da circa 20mila utenti al mese. Prossimamente l'app verrà presentata anche a Londra e Parigi.

Per usare Urbi l'utente non deve pagare e attraverso la App puo' avere dei vantaggi: ad esempio, prenotando una Car2go con la stellina si ricevono dei minuti gratis, oppure ci sono delle agevolazioni per il primo viaggio su MyTaxi o il primo viaggio gratis per Scooterino a Roma.

Altre caratteristiche dell'app Urbi sono: il Calcolo del percorso inserendo la destinazione per sceglie l'opzione per raggiungerla nel modo più veloce o più conveniente, la possibilità di tenere sotto controllo in un unica schermata lo storico dei viaggi ed il relativo costo, la disponibilità delle stazioni di servizio ed i parcheggi convenzionati con i servizi, in caso di assenza di internet per prenotare la macchina è possibile controllare l'area più vicina coperta da "Open Wifi" (quindi funziona anche offline).

L'app urbi è scaricabile gratuitamente dal Google Play Store per i dispositivi Android e da App Store per dispositivi Apple iOS.

urbi - come funziona



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Urbi aggrega i servizi di trasporto condiviso


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?