Oppo al London Design Festival 2022

Oppo al London Design Festival 2022

L'azienda ha organizzato un workshop per esplorare il connubio tra estetica e innovazione nei propri dispositivi hi-tech.

 

Scritto da il 23/09/22 | Pubblicato in Oppo | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Oppo ha tenuto il workshop “Design in Tech” sul tema della fusione tra tecnologia e design al London Design Festival 2022, dando la possibilità a professionisti del design, tra cui Patrik Schumacher, Direttore di Zaha Hadid Architects (ZHA) e il professor Rama Gheerawo, Direttore dell'Helen Hamlyn Centre for Design del Royal College of Art, e a giovani creators di condividere le proprie esperienze e visioni.

Durante il workshop, Xi Zeng, spokesperson di Oppo Design, ha parlato del processo di ricerca estetica che impiega l'azienda nella progettazione dei suoi dispositivi, spiegando come "esaminare nei dettagli ogni possibile ostacolo tecnico e puntare alla semplicità e all'eleganza del design" sia alla base del processo di realizzazione di ogni prodotto del brand, che "incarna le nostre emozioni e i nostri ideali", ha aggiunto Xi Zeng. 

Tra i prodotti che l'azienda ha lanciato nel corso di questi ultimi anni, in linea con la propria mission di proporre sempre qualcosa di nuovo sul mercato, non si può fare a meno di citare il pieghevole "Find N", di cui il Product Marketing Manager Neil Monger ha raccontato il principio alla base della progettazione della sua cerniera, ma spazio è stato dato anche al telefono con display estendibile "X 2021".

Leggi anche:
Leggi anche:
 
Foto dal workshop 'Design in Tech' al London Design Festival 2022
Foto dal workshop 'Design in Tech' al London Design Festival 2022
 

Restando in tema di design, l'azienda su questo aspetto è attenta anche ai dettagli che mette in ColorOS, il suo sistema operativo basato su Android. La versione più recente, ColorOS 13, per esempio, introduce il nuovo 'Aquamorphic Design' con Card-styled Layout e nuovo font per offrire testi più leggibili in qualsiasi lingua e un'interfaccia user-friendly, oltre a presentare anche una nuova palette di temi ispirata ai cambiamenti di luce che avvengono sulla superficie del mare all'alba e al tramonto.

Il brand di smart devices sta collaborando con Zaha Hadid Architects (ZHA) dal 2020 nella progettazione del suo nuovo headquarter. A tal riguardo, durante il workshop “Design in Tech” al London Design Festival 2022, il Direttore di ZHA Patrik Schumacher ha condiviso le sue riflessioni sulla filosofia della sua azienda e la sua visione del rapporto tra persone, design e tecnologia, sottolineando come quest’ultima, spinta del progresso, sia fondamentale per la libertà umana e per la prosperità del pianeta.

 
Neil Monger al workshop 'Design in Tech' al London Design Festival 2022
Neil Monger al workshop 'Design in Tech' al London Design Festival 2022
 
Leggi anche:
Leggi anche:

Infine, il Professor Rama Gheerawo ha sottolineato l'importanza del design inclusivo, parlando della sua visione sul design applicato alla tecnologia: “Una componente fondamentale dell'accessibilità è la percezione umana, come può essere, ad esempio, la sensazione di soddisfazione che si prova impugnando uno smartphone con un touch fluido e delicato: questo fa parte dell'accessibilità e dell'Inclusive Design", ha detto Rama Gheerawo. 

Durante il London Design Festival, Oppo ha anche inaugurato la propria mostra "Renovators 2022" nella quale ha esposto i suoi principali dispositivi, nonché le opere vincitrici del suo progetto "Renovators Emerging Artists 2022" con il quale ha invitato creativi professionisti, studenti e professori di istituti d'arte e design di tutto il mondo a presentare opere trasversali capaci di esplorare la fusione tra arte e tecnologia. 

I prodotti più recenti di Oppo lanciati in Italia sono gli smartphone della serie Reno 8, il suo nuovo wearable Band 2, e il suo primo tablet Pad Air che si possono QUI scoprire