Google IO 2015 Recap: tutte le novita', da Android M a Pay

Google IO 2015 Recap: tutte le novita', da Android M a Pay

Android M, Google Foto nuova app, Smart Home con Brillo per l'Internet of Things, Android Pay e molto altro tra i temi in programma a Google IO 2015. Rivedi l'intera diretta del keynote di Google IO 2015 del 28 maggio.

 

Scritto da , il 30/05/15

Seguici su

 
 

Il giorno che tutti gli appassionati del mondo Android di Google attendono ogni anno è arrivato, e anche passato. Si è concluso il keynote ufficiale della conferenza degli sviluppatori Android Google I/O edizione 2015, tenutosi al Moscone Center di San Francisco, giovedì 28 maggio. Vi diamo la possibilità di rivedere la DIRETTA STREAMING dell'intero keynote, e di approfondire le novità introdotte da Google attarverso i collegamenti ai nostri vari articoli dedicati. Lasciamo anche le indiscrezioni e ciò che ci aspettavamo da questo IO 2015, così da vedere se Google ha soddisfatto le aspettative.

Appuntamento il prossimo anno con Google I/O 2016!

Notizie e approfondimenti post Google IO 2015:
Google IO 2015: Android M, Android Pay e tutte le novita'
Google annuncia Brillo, la piattaforma per Internet of Things
Android Wear diventa ancora piu' intelligente
Google Foto ufficiale per iOS e Android. Gratuita e spazio Illimitato
- Google Maps, navigazione turn-by-turn anche offline
- Android Pay, pagare in mobilita' secondo Google
- GoPro, pronto sistema a 16 telecamere per riprese sferiche

Google I/O 2015 - Keynote LIVE STREAMING


Google I/O 2015 - COSA CI ASPETTIAMO

La annuale conferenza degli sviluppatori di Google, la Google I/O, edizione 2015 è a poche ore di distanza ed è arrivato il momento di fare le previsioni su ciò che il colosso di Mountain View potrebbe presentare tra qualche giorno. Di qualche novità che ci aspettiamo abbiamo avuto già modo di parlarne nei giorni scorsi, ma è il momento di riassumere il tutto e aggiungere anche qualche altra cosa in attesa di sentire ciò che Google ha da annunciare. La conferenza annuale, come da tradizione, riunirà moltissimi sviluppatori da tutto il mondo a San Francisco, i quali avranno la possibilità di affinare le proprie competenze attraverso workshop. Tuttavia, l'attrazione principale per noi è il primo keynote di Google, dove i dirigenti sveleranno i nuovi progetti della società, prodotti e aggiornamenti di software.

L'anno scorso, l'edizione 2014 di Google I/O è stata aperta con un keynote tutto dedicato ad Android, e in particolare abbiamo ottenuto una anteprima di Android L (la versione per sviluppatori di quello che è poi diventato Android 5,0 Lollipop), l'annuncio della nuova piattaforma per smartwatch Android Wear, e delle novità Android TV e Android Auto. Google ha anche parlato di realtà virtuale con il progetto Cardboard e ha introdotto nuove funzionalità per Chromebook.

Quest'anno, si prevede che Google svelerà Android M, la nuova generazione del sistema operativo mobile, nuovi dispositivi indossabili e aggiornamenti sul progetto Tango. Noi non sapremo se queste aspettative saranno confermate fino a Giovedi 28 maggio, anche se il programma già svelato di Google I/O 2015 è in grado di fornire qualche indizio su quello che Google avrà da condividere. Questo perché Google ospita sessioni di approfondimento sulla base di ciò che annuncia al keynote. Qui di seguito alcune previsioni di quello che vedremo in base al programma ad oggi svelato.

1. ANDROID (M)

C'è stato un gran parlare attorno alla edizione per sviluppatori della prossima versione di Android, nome in codice Android M, da quando Google ha fatto un riferimento ad esso nel suddetto programma di I/O 2015. Subito dopo che il programma è stato messo online, Google ha rimosso la sessione dedicata ad Android M, portando gli speculatori a credere che Google non avrebbe voluto già far sapere che sta lavorando sul prossimo Android, e che quindi è già pronta a condividere le prime informazioni su di esso.

Anche se non c'è più menzione di Android M nel programma di I/O 2015, la sessione dal titolo "Cosa c'è di nuovo in Android" è comunque un chiaro segno che Google sta lavorando su qualche cosa di nuovo. Dal momento che Google ha diverse sessioni in programma dedicate al Material Design, è altamente probabile che la prossima versione di Android non avrà grandi cambiamenti nel design rispetto ad Android 5 Lollipop. Tuttavia, ci si può aspettare l'introduzione di alcune caratteristiche migliorate invece.

La sessione "Notifiche, Interruzioni e volumi: Coming Attractions" afferma che Google ha perfezionato come si comportano le notifiche su Android, quindi possiamo aspettarci cambiamenti anche sotto questo aspetto. Altre sessioni sono altri indizi di quello che potrebbe cambiare nel prossimo Android, come ad esempio migliori prestazioni della batteria, aggiornate funzionalità di Smart Lock, e miglioramenti su come appaiono le applicazioni Android sullo schermo e sull'utilizzo della memoria del telefono.

Mentre Android Auto ha da poco ottenuto alcuni aggiornamenti, due sessioni sul tema "Getting your app on the road with Android Auto / Porta le tue app sulla strada con Android Auto" e "Designing for Driving / Progettare per la guida" suggeriscono che Google potrebbe avere alcuni nuovi sviluppi riguardo la sua piattaforma per i sistemi di infotainment delle automobili.

2. DISPOSITIVI INDOSSABILI

Ci sono alcuni suggerimenti nel programma che ci anticipano che potremmo assistere all'annuncio di un nuovo dispositivo indossabile e forse, più nello specifico, di uno smartwatch a I/O 2015. In primo luogo, è prevista una sessione su Google Fit, la app/hub di Google che raccoglie i dati dai vari sensori per il fitness, il che potrebbe indicare che vedremo un nuovo dispositivo idoneo per la raccolta di dati sanitari e di attività fisica.

Il prossimo indizio arriva dalla sessione Smart Lock di Google, che dovrebbe essere dedicata ai miglioramenti di Smart Lock. Si tratta di una funzionalità di Android che permette di sbloccare più facilmente il telefono o tablet ed è stata introdotta con Android Lollipop.

Ci sarà sicuramente qualcosa dal gruppo Google Advanced Technology e Progetti (ATAP), che è responsabile di Project Tango, Project Ara ed altri progetti del futuro di Google. In una sessione dal titolo "A little badass. Beautiful. Tech and human. Work and love. ATAP. / Un po 'bastardo. Bello. Tecnico e umano. Il lavoro e l'amore. ATAP." si fa menzione ai dispositivi indossabili e si parla di riuscire a fare "cose ​​apparentemente impossibili". La descrizione dice anche che l'obiettivo del team è quello di creare dispositivi indossabili che permetteranno di fare molte cose, nonostante i limiti dati dalle piccole dimensioni dello schermo.

Leggi anche:
 
Google Glass con occhiale
Google Glass con occhiale
 

3. LA REALTA' VIRTUALE

La realtà virtuale è stato un tema caldo nel corso dell'anno passato, tra Oculus Rift di Facebook, HoloLens di Microsoft e Cardboard di Google. Quest'anno Google potrebbe annunciare i suoi passi in avanti dal punto di vista della realtà virtuale.

La sessione "Make Believe" non va troppo nei dettagli, oltre ad invitare gli sviluppatori ad "esplorare la realtà virtuale e come può cambiare la nostra vita". È mentre non sappiamo se si parlerà della nuova versione di Google Glass, c'è una buona probabilità che ci saranno altri dispositivi di realtà virtuale.

4. IMMAGINI SATELLITARI

Qualcosa di nuovo anche per il settore in cui Google è maggiormente nota. L'avanzamento della mappatura satellitare di Skybox, una società che Google ha acquisito nel 2014, è all'ordine del giorno quest'anno. In una sessione chiamata "La Terra, in tempo reale", i partecipanti potranno conoscere i prossimi passi di Google nel mondo delle immagini satellitari e come la tecnologia potrà cambiare. Google ha detto quando ha acquisito la società che spera che la tecnologia di Skybox potrà essere utilizzata per migliorare l'accesso a Internet in tutto il mondo e fornire un migliore metodo per la comunicazione in caso di catastrofi.

5. SMART HOME

Si parlerà anche di domotica quest'anno alla conferenza Google I/O 2015, in particolare nella sessione "Working with Nest to build a thoughtful home together / Lavorare con Nest per costruire una casa insieme riflessiva". Nest è la startup che ha fatto l'omonimo termostato e rilevatore di fumo, azienda che Google ha acquisito nel 2014. Nest ha creato il programma Work with Nest nel 2013 per consentire ad altri dispositivi intelligenti, come orologi e sistemi di automazione domestica, di lavorare con i prodotti Nest. La descrizione della sessione allude a rendere i vostri gadget e i sistemi della smart-home in grado di lavorare meglio insieme, con una maggiore sicurezza.

... E MOLTO ALTRO

Questa lista serve solo per riassumere a grandi linee ciò di cui Google potrebbe parlare a I/O 2015, e non sembra che ci saranno piccoli cambiamenti e/o aggiornamenti per altri prodotti Google. Sono attesi anche: Chromecast 2 e Android Pay. Ad ogni modo, vi terremo aggiornati su quanto Google annuncerà alla I/O 2015. 

Nel frattempo, scriveteci quello che vi aspettate dalla Google I/O 2015 nel box dei commenti qui sotto.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Google IO 2015 Recap: tutte le novita', da Android M a Pay


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?