Google compra Bebop, investe sul cloud: il futuro delle aziende

Google compra Bebop, investe sul cloud: il futuro delle aziende

Google ha annunciato l'acquisizione di Bebop per crescere nel settore del cloud computing in rapida espansione, ora guidato da Amazon.

 

Scritto da , il 20/11/15

Seguici su

 
 

Come investimento per guadagnare terreno nel settore del cloud computing in rapida espansione, Google ha annunciato l'acquisizione di Bebop, gruppo specializzato in cloud, guidato da Diane B. Greene, ora nominata capo di tale attività controllata da Alphabet, la societa' che controlla tutti gli asset di Google.

Il Chief Executive di Google Sundar Pichai ha dato l'annuncio Giovedi in un post sul blog dell'azienda: "Solo una piccola frazione dei dati del mondo è attualmente su cloud - la maggior parte delle aziende e delle applicazioni non sono ancora cloud-based", ha detto Pichai. "Questo è un settore importante e in rapida crescita per Google e stiamo investendo nel futuro."

Google e Bebop non hanno rivelato i termini dell'accordo, che si prevede sarà completato entro i primi mesi del 2016. Si sa che Greene, ex amministratore delegato di VMware, porterà la sua squadra di Bebop in Google per contribuire nello sforzo del colosso di Mountain View a crescere nel mercato del cloud computing ora dominato da Amazon. Anche Microsoft sta cercando di aumentare la propria quota nel mercato, così come IBM.

Bebop Technologies contribuisce a rendere più facile costruire e gestire applicazioni aziendali 'in-the-cloud', vale a dire su server esterni a quelli dell'azienda stessa. "Il cloud computing sta rivoluzionando il modo in cui le persone vivono e lavorano, e non c'è persona migliore per guidare questo importante settore", ha detto Pichai riferendosi a Greene.

"In questo momento Amazon è il leader indiscusso. Abbiamo anche visto Microsoft Azure nell'ultimo periodo iniziare a crescere e, naturalmente, si è molto impegnata IBM nel mercato", ha detto Rob Stroud, analista di Forrester Research, come riportato da USA Today. "Google ha i soldi per competere, ma ancora più importante... hanno il nome di famiglia.". Per l'analista, Google dovrà differenziarsi da Amazon e altri rivali, ma avrà dalla sua parte grandi aziende partner con cui collaborare.

"Dal lancio del nostro primo prodotto per le aziende, Google Search Appliance, nel 2002, abbiamo costruito sempre più prodotti che contribuiscono a rendere le imprese più produttive." ha detto Pichai. "Da Gmail a Docs per Chromebooks e Google Cloud Platform, stanno aiutando milioni di aziende a trasformare e supportare le loro attività con i nostri prodotti cloud. Infatti, oltre il 60% delle aziende in Fortune 500 utilizzano attivamente i prodotti Google for Work. Compresi i nostri servizi, Google ha significativamente la più grande capacità di data center di qualsiasi altro fornitore di cloud pubblico - cosa che rende possibile per i clienti ricevere il miglior prezzo e prestazioni per i servizi di calcolo e di storage."

Il mercato dei servizi cloud è diventato importante per Amazon attraverso i suoi servizi di Amazon Web Services, divisione che ha registrato un fatturato nel terzo trimestre di quest'anno di 2,08 miliardi di dollari e 521 milioni di dollari in profitto. E' stata una crescita del 78% dei ricavi e una crescita del 432% dell'utile rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Il Chief Executive di Microsoft Satya Nadella ha spostato l'attenzione della società di Redmond sui servizi software e cloud da quando la domanda per il sistema operativo Windows ha subito un rallentamento.

"Sono contento che Google abbia stipulato un accordo per l'acquisizione di una società fondata da Diane" ha continuato a spiegare Pichai, in quanto "Bebop è una nuova piattaforma di sviluppo che rende facile costruire e mantenere le applicazioni aziendali. Pensiamo che questo [accordo] aiuterà molte altre aziende a trovare grandi applicazioni, e raccogliere i benefici del cloud computing. Bebop e la sua squadra stellare ci aiuteranno a fornire prodotti integrati su cloud a tutti i livelli: piattaforme end-user come Android e Chromebooks, infrastrutture e servizi in Google Cloud Platform, quadri di sviluppo per gli utenti mobili e aziendali, e le applicazioni degli utenti finali come Gmail e Google Documenti."


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Google compra Bebop, investe sul cloud: il futuro delle aziende


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?