Google Maps, le foto dal satellite ora sono piu' nitide

Google Maps, le foto dal satellite ora sono piu' nitide

 

Scritto da , il 29/06/16

Seguici su

 
 

Google ha aggiornato le immagini satellitari di Google Maps, le quali sono ora di una qualità superiore, con una definizione dei dettagli molto migliore rispetto a prima. Le immagini piu' nitide e con colori molto piu' naturali sono state catturate dal satellite Landsat 8.

"Tre anni fa abbiamo introdotto un mosaico del mondo senza nuvole in Google Earth. Oggi stiamo lanciando una versione ancora più bella e senza soluzione di continuità, con le immagini fresche dal satellite Landsat 8 e nuove tecniche di lavorazione per immagini più nitide che mai" spiega Google nel blog di Maps. "Le immagini satellitari sono spesso nuvolose, ma non sempre nello stesso posto, quindi abbiamo guardato milioni di immagini e preso quelle piu' libere [da elementi coprenti come le nuvole]".

Landsat 8 è stato lanciato in orbita nel 2013 da USGS e dalla NASA per sostituire Landsat 7. Le immagini satellitari che Google Maps mostrava in precedenza provenivano da Landsat 7, che ha svolto bene il suo lavoro nel corso degli anni, ma la qualità delle immagini non era molto alta e piu' il satellite lavorava e stava in orbita, piu' raccoglieva immagini meno nitide, in particolare in seguito un problema hardware riscontrato.

 
Google Maps - confronto satelliti Landsat 7 e Landsat 8
Google Maps - confronto satelliti Landsat 7 e Landsat 8
 

Landsat 8, invece, cattura immagini con maggiore dettaglio, colori più reali, ed ha la capacità di catturare immagini con una frequenza doppia rispetto a quante immagini Landsat 7 riusciva a catturare ogni giorno.

Google ha spiegato che, purtroppo, le immagini acquisite da Landsat 7 dopo il 2003 sono state per la maggior parte di scarsa qualità perchè il satellite era stato vittima di un guasto hardware, e di conseguenza alcune immagini venivano catturate con dei dati mancanti portando ad avere immagini con delle linee oblique di grande spessore che non mostravano alcune sezioni, proprio come l'esempio qui sotto visibile:

Leggi anche:
 
Google Maps - Landsat 7 dopo il problema del 2003
Google Maps - Landsat 7 dopo il problema del 2003
 

Come il mosaico precedente assemblato con le immagini di Landsat 7, Google ha lavorato su quasi un petabyte di immagini raccolte da Landsat 8, analizzando più di 700 miliardi di singoli pixel per scegliere le foto prive di nubi. Per mettere in prospettiva, 700 miliardi di pixel equivale a piu' di 7.000 pixel in piu' rispetto al numero stimato di stelle presenti nella Via Lattea, o 70 volte pixel in più rispetto al numero stimato di galassie nell'Universo.

Questo aggiornamento della mappa satellitare della Terra ora disponibile in Google Maps è stato reso possibile "grazie al programma Landsat e al fatto che rende disponibili dati gratuitamente e accessibili" spiega Google nel post. Attraverso il programma Landsat, a cui lavorano congiuntamente lo USGS e la NASA, viene osservata la Terra continuamente dal 1972 ai giorni nostri e grazie alla enorme quantità di informazioni raccolte è possibile tracciare le modifiche che si manifestano sulla superficie della Terra nel corso del tempo.

Il risultato del lavoro di Landsat 8 è visibile in Google Maps e Google Earth su tutti i dispositivi compatibili con l'app, basta solo selezionare al posto della visualizzazione 'mappa' in quella 'satellitare'.

Le immagini qui sotto sono state catturate dal nuovo satellite Landsat 8 e mostrano le arre del ghiacciaio Columia in Alaska, Detroit nel Michigan, e le Alpi Svizzere in Svizzera.

Leggi anche:
 
Google Maps - Columbia Glacier, Alaska con Landsat 8
Google Maps - Columbia Glacier, Alaska con Landsat 8
 
 
Google Maps - Detroit, Michigan con Landsat 8
Google Maps - Detroit, Michigan con Landsat 8
 
 
Google Maps - Alpi Svizzere con Landsat 8
Google Maps - Alpi Svizzere con Landsat 8
 

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Google Maps, le foto dal satellite ora sono piu' nitide


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?