Il gioco della Loteria nel doodle di Google

Il gioco della Loteria nel doodle di Google

E' il secondo doodle che supporta la modalità multipayer creato da Google.

 

Scritto da il 09/12/19 | Pubblicato in Google Doodle | | | Archivio 2019

Seguici su

 
 

Il doodle di Google del 9 dicembre 2019 celebra Lotería, il tradizionale gioco di carte messicano. Poteva essere limitato solo in Messico, se non fosse che si tratta di un doodle interattivo che diventa un gioco a cui tutti possono giocare, da soli o in compagnia con altre persone del mondo. E' il secondo doodle che supporta la modalità multipayer creato da Google.

Originario dell'Italia nel 15° secolo, Lotería è arrivato in Spagna prima di raggiungere il Messico nel 1769. Il gioco è cambiato molto da quando è stato ufficialmente protetto da copyright in Messico in questo giorno 106 anni fa ed è ancora oggi popolare in tutte le comunità del Messico e Latinx, sia come strumento di insegnamento della lingua spagnola che per trascorrere divertenti serate di giochi in famiglia. 

Come si gioca a Lotería? Le regole sono simili al bingo in quanto i giocatori segnano punti su una scheda, con un gettone (tradizionalmente un fagiolo crudo) tentando di riempire la propria scheda prima di tutti gli altri giocatori. Un annunciatore di carte designato estrae casualmente carte colorate come "La Luna" o "El Arbol" e talvolta improvvisa descrizioni poetiche che corrispondono agli spazi sulle tavole. Quando si ha riempito l'intera scheda è possibile urlare "Lotería". Il giocatore che urla questo dichiara la propria vittoria e fa quindi terminare il round.

I personaggi rappresentati sulle carte di Lotería sono stati aggiornati più volte nel corso degli anni per riflettere le norme sociali del tempo. Una delle versioni più conosciute è stata creata in Messico dal francese Clemente Jacques nel 1887. L'edizione "Don Clemente Gallo", protetta da copyright nel 1913, presenta le immagini che sono diventate una forma di arte popolare sinonimo di Lotería. Oggi, le immagini iconiche di Lotería e l'esperienza condivisa tra persone di qualsiasi generazione sono diventate fonte di orgoglio e celebrazione per la cultura messicana.

Leggi anche:
Leggi anche:
 
Il doodle interattivo di Google dedicato alla Lotería
Il doodle interattivo di Google dedicato alla Lotería
 

"Un sorriso mi viene subito in mente ogni volta che penso a Lotería" ha commentato Perla Campos, a capo del Global Marketing di Google Doodle. "Penso di stare con la mia famiglia allargata in Messico per le vacanze, spostandomi per la casa di Tia Cruz, aspettando con ansia che inizi una partita. Penso a noi che ci lanciamo fagioli l'uno contro l'altro nel tentativo di distrarre l'altro dalle nostre tavole. Soprattutto, penso alle risate, all'eccitazione e al modo in cui tutte le preoccupazioni del mondo si sono dissolte quando questo gioco ci ha riuniti, anche se solo per poche ore".

Sulla realizzazione del doodle di oggi, Campos ha detto: "Dopo essere stata spinta a pensare a possibili Doodle interattivi da creare per l'anno successivo, Lotería mi è venuta in mente. Mi chiedevo: se questo semplice gioco fosse così magico e potente nel suo stato originale, come potrebbe essere amplificato nello spazio digitale? E così è nata la Lotería Doodle".

Hanno collaborato con Google per la realizzazione di questo doodle/gioco multiplayer cinque illustratori messicani e messicani-americani per reimmaginare molte delle classiche opere d'arte da rappresentare sulle carte, insieme ad alcune nuove carte per una divertente sorpresa. In particolare: (Chabaski con sede in Messico, Cecilia di origine messicana, Luis Pinto di Hermosillo, Loris Lora di Los Angeles e Vals di Città del Messico). Ha collaborato anche il noto youtuber messicano Luisito Comunica, che ricopre il ruolo di presentatore nel Doodle.

"Penso che giocare a Lotería sia nella memoria di ogni messicano e l'età non ha importanza: a tutti piace giocarci. Nel mio caso è stato uno dei preferiti della famiglia da quando ero un bambino" ha commentato Chabaski. "Ricordo che quando avevo circa 6 anni, mia madre e le mie zie si riunivano attorno a un tavolo e giocavano per ore fino a quando non dovevamo andare a casa. Scommettevano un paio di pesos, il che lo ha reso più divertente".

"Lotería è un gioco strettamente legato alla cultura messicana, ai miei ricordi d'infanzia e alla mia famiglia. I personaggi, gli oggetti, i colori e le dinamiche del gioco sono anche dettagli a cui mi sento molto attratto, insieme al senso di identità che Lotería dà al Messico e alla comunità Latinx / Latinamerican" ha commentato Luis.

"Come molti Latinx, Lotería è stato un gioco con cui sono cresciuto e ho amato. Tutta la nostra famiglia e i nostri amici si riunivano e giocavano durante le feste." ha commentato Loris. "Ricordo di aver avuto 9 o 10 anni e di aver giocato a Lotería con un gruppo di donne anziane a casa dell'amica dei miei genitori e di aver usato i fagioli borlotti come segnaposto. Penso che ci sia stata una volta in cui il mio fratellino ed io continuavamo a vincere contro di loro".

"Uno dei primi ricordi che ho del gioco Lotería è il visitare mia nonna la domenica pomeriggio, con la famiglia che giocava usando chicchi di riso anziché patatine." ha commentato Vals.

E' possibile giocare al doodle interattivo di oggi dedicato a Lotería su google.it o tramite l'app Google sui dispositivi mobili.

Dietro la realizzazione del doodle di Google dedicato alla Loteria


Leggi anche:
Leggi anche:

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria