Google dedica Doodle a Vera Gedroits e a Laura Bassi: cosa hanno fatto di importante

Google dedica Doodle a Vera Gedroits e a Laura Bassi: cosa hanno fatto di importante

Vera Gedroits è stata una dottoressa e scrittrice russa a cui viene attribuito il salvataggio di innumerevoli vite attraverso il suo servizio e le innovazioni nel campo della medicina in tempo di guerra. Maria Bassi è stata una delle prime donne in Europa a ricevere un dottorato nella ricerca scientifica.

 

Scritto da il 19/04/21 | Pubblicato in Google Doodle | | | Archivio 2021

Seguici su

 
 

Google dedica il suo doodle di oggi, 19 aprile 2021, al 151esimo anniversario della nascita di Vera Gedroits, dottoressa e scrittrice russa vissuta tra la fine del '800 e l'inizio del '900. E' stata la prima donna chirurgo militare in Russia, la prima donna professore di chirurgia e la prima donna a prestare servizio come medico nel Palazzo Imperiale della Russia. Alla dottoressa Gedroits viene attribuito il salvataggio di innumerevoli vite attraverso il suo servizio e le innovazioni nel campo della medicina in tempo di guerra.

Come da descrizione del doodle, Vera Ignatievna Gedroits è nata il 19 aprile del 1870 in una famiglia di spicco di discendenza reale lituana a Kiev, allora parte dell'Impero russo. Nella sua tarda adolescenza, ha lasciato la Russia per studiare medicina in Svizzera. Gedroits ha fatto poi ritorno a casa all'inizio del XX secolo per lavorare come chirurgo in un ospedale industriale. Allo scoppio della guerra russo-giapponese nel 1904, Gedroits si è offerta volontario come chirurgo su un treno ospedaliero della Croce Rossa. Sotto la minaccia del fuoco nemico, ha eseguito complesse operazioni addominali in un vagone ferroviario convertito per l'occasione. Dopo il suo servizio sul campo di battaglia, la dottoressa Gedroits ha lavorato come chirurgo per la famiglia reale russa prima di fare ritorno a casa sua a Kiev, dove è stata nominata professoressa di chirurgia presso l'Università di Kiev nel 1929. Ha scritto diversi articoli medici sulla nutrizione e sui trattamenti chirurgici durante il suo periodo come professoressa, ma il suo talento come scrittrice non era limitato agli accademici. Infatti, la Gedroits ha pubblicato diverse raccolte di poesie e diversi lavori di saggistica, tra cui il libro di memorie del 1931 intitolato semplicemente "Life", che raccontava la storia del suo viaggio personale verso il servizio in prima linea nel 1904.

Leggi anche:
Leggi anche:
 
Doodle di Google del 19 aprile 2021 per il 151esimo anniversario della nascita di Vera Gedroits
Doodle di Google del 19 aprile 2021 per il 151esimo anniversario della nascita di Vera Gedroits
 

Oltre che in Italia e, inevitabilmente, in Russia, il doodle di Google dedicato al 151esimo anniversario della nascita di Vera Gedroits è visibile anche nella homepage di Google localizzata in Islanda, Argentina, Perù, India e Grecia.

Nella giornata di ieri, domenica 18 aprile 2021, il doodle di Google ha festeggiato Maria Catarina Bassi, professoressa italiana che ha vissuto negli anni del '700 meglio conosciuta per essere stata, in Età moderna, tra le prime donne al mondo a ottenere una cattedra universitaria e una delle prime donne laureate d'Italia. Il 18 aprile del 1732, la Bassi ha difeso con successo 49 tesi per diventare una delle prime donne in Europa a ricevere un dottorato nella ricerca scientifica.

Nella descrizione del doodle dedicato a Laura Bassi si legge:

"La seconda legge del moto di Newton afferma che l'accelerazione di un oggetto dipende da due variabili: la forza che agisce sull'oggetto e la sua massa. Applicate questa legge allo slancio delle donne nella scienza, e la fisica e professoressa italiana - Laura Bassi - si pone come forza primaria per spingere in avanti il ​​progresso scientifico.".

 
Doodle di Google del 18 aprile 2021 in onore di Laura Bassi
Doodle di Google del 18 aprile 2021 in onore di Laura Bassi
 
Leggi anche:
Leggi anche:

Nata a Bologna nel 1711, Maria Bassi all'età di 20 anni discuteva dei massimi accademici di storia della filosofia e della fisica. Nel 1732, era un nome familiare a Bologna e, in seguito alla difesa della sua tesi, divenne la prima donna membro dell'Accademia delle Scienze di Bologna, una delle principali istituzioni scientifiche italiane. A causa della discriminazione di genere, la sua posizione in Accademia era limitata, ma comunque presente. Bassi ha lavorato come apprendista presso eminenti professori bolognesi per apprendere il calcolo e la fisica newtoniana, disciplina che ha diffuso in Italia per quasi 50 anni. Insegnante per tutta la vita di fisica e filosofia, ha completato la sua formazione con ricerche innovative ed esperimenti su materie spazianti dall'elettricità all'idraulica. Bassi ha lottato continuamente per l'uguaglianza di genere nell'istruzione durante la sua carriera pionieristica, con l'Accademia delle Scienze di Bologna che la nominò, nel 1776, professoressa di fisica sperimentale, facendo della Bassi la prima donna ad accettare un posto di insegnante ufficiale in un'università europea.

Oltre che in Italia, il doodle di Google dedicato ai Festeggiamenti in onore di Laura Bassi è stato visibile anche nella homepage di Google localizzata in Stati Uniti, Argentina, Perù, Islanda, Ucraina, Australia, Nuova Zelanda.

I doodle di Google con le descrizioni complete si possono trovare nell'archivio ufficiale www.google.com/doodles/