Recensione Motorola Moto G 2015: economico, valido ed impermeabile

Recensione Motorola Moto G 2015: economico, valido ed impermeabile

 

Scritto da , il 18/11/15

Seguici su

 
 

Motorola con la serie Moto G ha creato degli Smartphone di fascia media che sotto molti aspetti non fanno rimpiangere i più blasonati Top di gamma, quello che state vedendo è il nuovo Motorola Moto G 2015 (terza versione) che abbiamo testato in questi giorni e che oggi vi raccontiamo nella nostra recensione completa in cui cercheremo di capire se si tratta di un prodotto che continua a mantenere la fama dei predecessori.

Confezione:

Abbiamo aperto questa recensione elogiando la famiglia di prodotti a cui appartiene questo modello ma non faremo la stessa cosa della confezione di vendita che ha si un design molto moderno ma un contenuto irrisorio che comprende cavo USB Micro e manuali guida, niente auricolari ed addirittura niente caricatore da parete che dovrete acquistare voi a parte se non ne avete uno in casa.

 
Motorola Moto G 2015
Motorola Moto G 2015
 

Materiali, costruzione ed ergonomia:

I materiali adottati sono plastica nel retro con finitura leggermente gommata e trama che aiuta la presa tra le mani, metallo nella banca posteriore e vetro Gorilla Glass 3 nella parte anteriore.

Tra le mani il prodotto risulta piacevole e perfettamente maneggevole grazie alla forma ergonomica del retro che si adatta al nostro palmo anche se bisogna ammettere che capita di sentire la scocca scricchiolare.

La cover posteriore è di tipo rimovibile e lascia libero accesso allo slot Micro Sim ed a quello Micro SD per espandere la memoria interna fino ad un massimo di 32 GB, sono poi presenti delle guarnizioni che proteggono lo Smartphone dall’acqua dato che grazie alla certificazione IPX7 possiamo immergere il dispositivo fino a mezzo metro per 30 minuti anche se questa caratteristica è stata studiata solo per eventuali danni accidentali.

Leggi anche:
 
Motorola Moto G 2015
Motorola Moto G 2015
 

Hardware:

La nostra versione è quella con 8 GB di memoria interna ed 1 GB di memoria RAM ma ne esiste anche una versione da 16 GB con 2 GB di memoria RAM ed esistono anche le varianti Dual Sim, in Italia le versioni Single Sim da 8 e 16 GB costano di listino 229 e 249 euro anche se online è possibile risparmiare qualcosa.

Anteriormente troviamo un pannello da 5 pollici HD 1280 x 720 pixel che restituisce 294 pixel per pollice, qualche pixel ad essere pignoli si vede ma lo schermo è assolutamente di alta qualità dato che offre colori accesi, luminosità che permette una buona visibilità all’esterno e contrasti molto buoni per la fascia di prezzo in questione.

Il processore che muove il tutto è il Qualcomm Snapdragon 410 Quad Core da 1,2 Ghz con GPU Adreno 306, ok non si tratta sicuramente di un mostro in fattore di prestazioni sulla carta ma grazie all’ottimizzazione realizzata dall’azienda non si hanno mai rallentamenti durante l’utilizzo quotidiano e questo è davvero incredibile se consideriamo che tra le mani abbiamo la versione con meno RAM.

Solamente con molte applicazioni aperte visitando un sito internet molto pesante abbiamo riscontrato alcuni lag.

Utilizzando i giochi non abbiamo riscontrato problemi di fluidità anche perchè i frame ed i dettagli vengono automaticamente abbassati quando viene riconosciuto il Chip e la sua potenza ed inoltre non abbiamo notato strani surriscaldamenti.

Il vero problema è, se pensate di installare molti giochi, la memoria interna dato che le applicazioni non si possono installare nella Micro SD, in quel caso puntate alla versione da 16 GB.

Anteriormente troviamo una fotocamera da 5 megapixel di discreta qualità mentre sul retro un più classico 13 megapixel che nello specifico è lo stesso sensore del Nexus 6, la qualità generale è buona anche se secondo noi il software fotocamera non permette di sfruttare a pieno le qualità ma di questo ne parleremo in seguito.

Come avrete notato è presente anche un LED Flash doppio ed a doppio Tono che viene utilizzato in automatico per mantenere naturali i colori della nostra fotografia.

Vi ricordiamo che al seguente indirizzo troverete l’intera galleria d’immagini a risoluzione originale.

Nel video a fine articolo troverete un sampl in Full HD 1080p a 30 fps, ovvero la massima risoluzione raggiungibile, registrato con lo Smartphone e noterete che non sembra essere presente la messa a fuoco in questo caso.

Manca l’NFC, manca il LED di notifica (anche se in questo caso non è un problema e dopo capirete il perchè) e manca il doppio Speaker stereo frontale che trovavamo in passato.

Sotto l’aspetto ricezione (è anche LTE 4) ed audio in chiamata questo Smartphone porta avanti la tradizione Motorola ed offre segnale sempre molto stabile e voce molto calda e profonda sia in entrata che in uscita, sentiamo invece come suona lo Speaker.

Riallacciandoci per un secondo al discorso chiamata vorremmo farvi notare il piccolo incavo realizzato da Motorola sul retro dato che viene sempre naturale e comodo appoggiarci il dito.

Sotto al cofano troviamo anche una batteria da 2470 mAh che assicura una giornata di utilizzo mediamente intenso, si raggiungono le tre ore di display attivo anche usando poco il Wi-Fi ma oltre è difficile andare.

Leggi anche:
 
Motorola Moto G 2015
Motorola Moto G 2015
 

Software:

Nel momento in cui stiamo realizzando questa recensione il prodotto adotta Android 5.1 Lollipop, Android 6.0 non è ancora disponibile ufficialmente per la gamma Nexus ma Motorola ha già annunciato di essere pronta a breve con il rilascio di questa nuova versione, sotto l’aspetto update l’azienda è una garanzia come poche.

Se dovessimo definirlo con una frase lo chiameremmo “Nexus economico e Smart” dato che l’interfaccia è da cima a fondo quella Stock pensata da Google senza alcuna personalizzazione estetica, addirittura nei giorni scorsi abbiamo ricevuto un aggiornamento del Launcher che ora introduce già lo scorrimento verticale di Android Marshmallow.

Per concludere il lato aggiornamenti segnaliamo il fatto che Motorola rilascia le proprie applicazioni direttamente nel Google Play Store e questo significa che può intervenire senza dover sviluppare un nuovo Firmware andando a migliorare per esempio fotocamera, galleria eccetera.

Tra le applicazioni troviamo la tanto amata ma anche da molti snobbata radio FM che personalmente per la prima volta nella mia personale esperienza di recensore ho trovato funzionante anche senza le cuffie auricolari collegate che dovrebbero in teoria fungere da antenna.

Interessante anche il software fotocamera che si può richiamare tramite il movimento dello Smartphone, l’interfaccia è semplice ma le funzioni sono interessanti dato che possiamo per esempio leggere direttamente QRCode oppure lavorare manualmente sull’esposizione.

Qualche minuto fa vi abbiamo parlato dell’assenza del LED di notifica che non è presente e vi abbiamo affermato che non si tratta di un problema ed ora vi spieghiamo il perchè.

Motorola integra un software chiamato “Moto Display” in grado di mostrarci le notifiche in maniera intelligente accendendo ad intermittenza lo schermo solo quando abbiamo realmente qualche messaggio, mail eccetera, da una parte la soluzione è intelligente dato che possiamo decidere se sbloccare lo schermo per leggere una notifica importante oppure non perdere tempo e continuare per esempio a lavorare grazie all’anteprima ma dall’altra si tratta di una soluzione che consuma più energia di un semplice LED di notifica dato che non essendo un pannello AMOLED viene acceso tutto il display anche per riprodurre il nero.

Tre piccoli appunti vanno fatti per quanto riguarda il software appena citato: è disattivabile, è personalizzabile nel caso volessimo nascondere i principali passaggi della notifica e soprattutto si attiva ogni volta che prendiamo in mano lo Smartphone sia nel caso che abbiamo una notifica sia nel caso che non l’abbiamo permettendoci di sbloccare il telefono senza dover quindi interagire per forza con il tasto di accensione.

 
Motorola Moto G 2015
Motorola Moto G 2015
 

Oltre a questo Motorola integra “Moto Actions” che ci permette di lanciare velocemente la fotocamera oppure di attivare la torcia sbattendo come un martello il device (occhio a non lanciarlo) e “Moto Assist” che grazie al GPS permette allo Smartphone di capire dove ci troviamo impostando il profilo silenzioso o normale in base alle nostre preferenze oppure all’orario, il tutto completamente in automatico, peccato che l’azienda ha dichiarato che con l’arrivo di Android 6.0 questa funzione sparirà.

Per riassumere il software è veloce, pulito e Smart anche se mancano i comandi vocali che hanno reso famoso il Moto X e resta comunque personalizzabile grazie all’apertura mentale di Android.

Conlcusioni:

Insomma Motorola Moto G di terza generazione oppure 2015 (chiamatelo come volete) convince sotto l’aspetto ottimizzazione e fluidità, si tratta di un telefono affidabile e pronto alla vita di tutti i giorni.

Se non volete spendere troppo consigliamo l’acquisto a tutti coloro che desiderano un telefono senza fronzoli, con Android Stock e longevo in fattore di aggiornamenti ma non aspettatevi troppo dal lato costruttivo in fattore di solidità della scocca (non di resistenza nel tempo ma proprio di scricchiolii).

Cosa ne pensate di questo prodotto? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube in modo da rimanere sempre aggiornati ed aiutarci a crescere.

Vi lasciamo ora al nostro video, buona visione!

Video recensione Motorola Moto G 2015 da Pianetacellulare.it [FHD 50fps]



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Motorola Moto G 2015: economico, valido ed impermeabile


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?