Video recensione Motorola Moto X Play, batteria infinita ed ottimizzazione estrema

Video recensione Motorola Moto X Play, batteria infinita ed ottimizzazione estrema

Oggi testeremo il Motorola Moto X Play, uno Smartphone interessante che offre una potente batteria da 3630 mAh ed un'ottimizzazione tale da farvi dimenticare di leggere la scheda tecnica.

 

Scritto da , il 17/10/15

Seguici su

 
 

Dopo aver visto e recensito il Motorola Moto G 2015 ed averlo confrontato con il Moto X Play è arrivato il momento di tirare le somme anche sul modello appena citato disponibile attualmente per poco più di 300 euro nella variante Italiana da 16 GB non Dual Sim.

La situazione confezione migliora rispetto al Moto G ma ancora non ci siamo dato che troviamo cavo USB Micro, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim e caricatore da parete da 1 Ah circa provvisto di due porte USB per caricare simultaneamente due prodotti.

Ok è vero la dotazione non è male ma mancano gli auricolari, che purtroppo iniziano a mancare sempre in più prodotti, e manca il caricatore rapido dato che il dispositivo è compatibile con la tecnologia Quick Charge 2.0 di Qualcomm.

Inizialmente pensavamo non fosse un problema ma l’enorme batteria da 3630 mAh impiega tre ore circa a ricaricarsi del tutto con l’adattatore in confezione, con una ventina di euro potete risolvere il problema acquistando il TurboCharger 15 di Motorola che dimezza i tempi e funziona in maniera intelligente regolando velocità e tensione di carica in base alla percentuale di batteria residua.

Passiamo ora al lato estetico, potremmo definirlo come l’ennesimo Moto X dato che le linee non cambiano rispetto al passato ma in realtà tra le mani il device si fa apprezzare e comunque possiamo dire che le linee sono pulite e piacevoli.

Anteriormente troviamo un vetro Gorilla Glass 3 leggermente curvo nei lati, nella cornice troviamo una banda in metallo così come nella fascetta che contiene la fotocamera e sul retro troviamo una cover in plastica gommata con una trama piacevole al tatto ed amica del grip dato che non si ha mai la possibilità che ci scivoli via la presa.

La cover appena citata è rimovibile ma non è lo stesso per la batteria, Motorola lascia la possibilità di separare la scocca perchè è possibile acquistare Back Cover colorate per personalizzare il design a nostro piacimento.

 
Motorola Moto X Play
Motorola Moto X Play
 

In Italia arrivano le varianti Nero e Bianco ma in America è possibile personalizzare il prodotto in migliaia di combinazioni andando anche ad agire sulle griglie dello speaker e della capsula altoparlante o inserendo un’incisione sul retro grazie al Moto Maker, Motorola cosa aspetti ad attivare tutto questo in Italia? Siamo stanchi di accontentarci sotto questo aspetto!

Per concludere l’aspetto estetico e costruttivo vi dico che non ho mai sentito scricchiolare la scocca e non ho mai trovato punti d’aria nelle congiunture ma ho riscontrato uno scarso fissaggio dei tasti del volume che durante la vibrazione e l’utilizzo fanno parecchio rumore, purtroppo non è il nostro modello difettoso dato che abbiamo provveduto a farcelo sostituire ed abbiamo riscontrato lo stesso problema.

Nella parte anteriore spicca l’enorme display da 5,5 pollici TFT Full HD con vetro Gorilla Glass 3 e densità di 403 pixel per pollice, lo ammetto letta la scheda tecnica avevo un po paura dato che di display validi TFT ne ho visti pochi nella mia vita e questo ha assolutamente passato il test dato che i colori sono ben contrastati, la luminosità è buona e vengono sparate le tonalità al massimo sotto la luce diretta del sole permettendoci di avere tutto sempre ben visibile.

Piccola parentesi sotto questo aspetto, è possibile impostare la calibrazione del display tramite le impostazioni in modalità normale oppure vivace se amate i colori accesi.

Internamente troviamo il processore Qualcomm Snapdragon 615 Octa Core formato da due Quad Core, il primo da 1,7 Ghz ed il secondo da 1 Ghz ed entrambi con architettura A53.

La GPU è la Mali 405 accompagnata da 2 GB di memoria RAM in versione DDR3, anche qui vale lo stesso discorso fatto con il display dato che sulla carta non si tratta di un Chip da capogiro ma le prestazioni sono incredibilmente elevate e senza ombra di dubbio ai livelli dei dispositivi più costosi, mai notato un rallentamento e mai avuto un ritardo da parte della RAM quindi anche sotto questo aspetto potete stare tranquilli.

Leggi anche:
 
Motorola Moto X Play
Motorola Moto X Play
 

Anteriormente troviamo una fotocamera da 5 megapixel che scatta delle foto di buona qualità e registra video ad una massima risoluzione di 1920 x 1080 pixel 30 frame per secondo quindi Full HD mentre sul retro troviamo un sensore da ben 21 megapixel con LED Flash doppio a luce calda e fredda.

Anche sul retro troviamo una buona qualità in praticamente tutte le condizioni, qualità che rimane tale anche quando effettuiamo un crop dell’immagine oppure scattiamo in condizioni di scarsa luminosità.

Vi ricordiamo che al seguente indirizzo troverete l’intera galleria d’immagini a risoluzione originale mentre all'interno della nostra recensione video vi lasciamo il filmato di test.

Il software della fotocamera è il solito già visto in tutti i Motorola, molto apprezzata la modalità automatica di HDR sia nella fotocamera frontale che in quella posteriore.

Leggi anche:
 
Motorola Moto X Play
Motorola Moto X Play
 

Ottima la ricezione che riesce ad uscire molto velocemente dal Roaming utilizzando l’operatore Tre ed ottimo anche il segnale 4G LTE, sentiamo invece ora l’audio.

Purtroppo non abbiamo due Speaker stereo anche se il design lo lascia intendere, davvero notevole sia come volume che come qualità invece il suono rilasciato dalla capsula altoparlante durante le conversazioni.

Arriviamo ora al lato Hardware che più abbiamo apprezzato ovvero la batteria dato che sotto alla scocca troviamo 3630 mAh in grado di portarvi a sera anche nelle giornate più intense, ci è capitato di restare tutto il giorno fuori dall’ufficio senza Wi-Fi utilizzando molto Google Maps (il GPS ha un fix istantaneo ed un segnale molto stabile) ed arrivare a sera con 4 ore e più di display attivo ed ancora un buon 20 percento di atuonomia residua, ma che volete di più? Non vale rispondere un lucano nei commenti vi avviso.

Arriviamo ora a parlare di Software, altro aspetto fortemente positivo sia per ottimizzazione sia per aggiornamenti dato che troviamo Android 5.1.1 Lollipop che molto presto sarà aggiornabile alla versione 6.0 Marshmallow rilasciata al momento solo per i prodotti Nexus realizzati in collaborazione con Google.

L’interfaccia è quella che trovate su un dispositivo completamente Stock con Google Now posto nella pagina sinistra del Launcher, lo scorrimento verticale delle applicazioni come in Android 6.0, poche possibilità di personalizzazione a meno che non installiate Launcher alternativi ed una fluidità estrema, mai siamo riusciti a mettere in difficoltà il telefono sotto questo aspetto.

 
Motorola Moto X Play
Motorola Moto X Play
 

Oltre a quanto detto fino ad ora troviamo la radio FM che funziona senza cuffie, Moto display che sostituisce il LED di notifica non presente permettendoci di leggere una notifica o sbloccare il display senza interagire con il tasto di accensione, Moto Assist che capisce quando siamo per esempio a casa e quando a lavoro grazie al GPS ed imposta la modalità d’uso (silenzioso, normale eccetera) in base alle nostre esigenze ed anche i comandi vocali sempre attivi che meritano però due parole a parte.

Motorola ci ha sempre visto lungo in questo campo e la dimostrazione di quanto dico la potete avere vedendo tutti i produttori che pian piano stanno puntando sugli assistenti vocali sempre meglio integrati.

Moto Voice, così lo hanno chiamato, è in grado di riconoscere la voce di chi lo imposta e di risvegliarsi anche a display bloccato una volta chiamato con una frase che possiamo impostare noi a nostro piacimento, la funzione è davvero comoda soprattutto quando per esempio non avete il telefono in mano e dovete controllare se ci sono notifiche oppure ancora quando dovete effettuare una chiamata e non avete il tempo di farla partire (a me capita spesso lo ammetto), in questo caso partirà in vivavoce direttamente quindi comodissimo anche in auto.

Le funzionalità comunque non sono solo queste dato che si integra perfettamente con Google Now, ci permette di ritrovare il telefono se non lo troviamo oppure ancora ci da il buongiono, la buonanotte o ci scatta un Selfie.

Detto questo sul Software c’è ben poco da dire e quindi arriviamo subito alle conclusioni, a chi è rivolto questo Motorola Moto X Play?

A tutti coloro che amano gli schermi grandi, che guardano poco la scheda tecnica, che preferiscono Android senza personalizzazioni e che vogliono poter uscire di casa sapendo che sarà una giornata impegnativa senza dover portare Power Bank o peggio ancora andare alla ricerca di una presa di corrente.

Tenete d’occhio il prodotto online se siete interessati dato che il calo di prezzo e l’arrivo di Android Marshmallow renderanno il tutto ancora più interessante io intanto cerco di convincermi che questo gioco dei tasti del volume non sia fastidioso anche perchè per adesso ho deciso di sceglierlo come mio telefono principale.

Come sempre sono disponibile nei commenti se avete domande e come sempre non dimenticatevi di iscrivervi al nostro canale Youtube in modo da rimanere sempre aggiornati ed aiutarci a crescere.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video, buona visione!

Video recensione Motorola Moto X Play da Pianetacellulare.it [FHD 50fps]



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Video recensione Motorola Moto X Play, batteria infinita ed ottimizzazione estrema


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?