Iliad, il nuovo operatore italiano quasi pronto al debutto

Iliad, il nuovo operatore italiano quasi pronto al debutto

Il gruppo francese Iliad arriva nel 2018 in Italia grazie agli asset che H3G e Wind hanno venduto per riuscire a completare la loro fusione annunciata nel 2015.

 

Scritto da , il 13/02/18

Seguici su

 
 

Dello sbarco in Italia del gruppo francese Iliad si vocifera da un paio di anni, con il debutto del nuovo operatore ora previsto entro l'Estate in quanto è prevista l'apertura imminente di centri di Assistenza Clienti, entro la fine di questo trimestre.

Nell'ambito della fusione tra gli operatori italiani 3 Italia e Wind, annunciata nel 2015 e completata a fine 2016, il gruppo Iliad ha comprato gli asset di telefonia mobile che Wind e 3 Italia hanno dovuto cedere per ottenere il via libera dell'Antitrust europeo per completare la fusione nella società che oggi si chiama 'Wind Tre'. 3 Italia e Wind si sono trovate ad affrontare alcune preoccupazioni normative e sono state in attesa del consenso da parte della Commissione Europea in quanto l'antitrust UE temeva una minore concorrenza nel mercato della telefonia mobile  e un innalzamento dei prezzi nel nostro Paese in conseguenza alla fusione. L'acquisto di asset di 3 Italia e Wind, gestiti dai gruppi Hutchison e Vimplecom, ha permesso a Iliad, controllata dal miliardario francese Xavier Niel, di creare una quarta rete di telefonia mobile nel paese con una copertura a livello nazionale. Il sito web dell'operatore è già attivo (iliad.it), manca solo il lancio dei servizi.

L'accordo è stato "un'occasione unica per il Gruppo Iliad per entrare nel mercato italiano delle telecomunicazioni", ha dichiarato Iliad in una precedente dichiarazione, aggiungendo che il piano è quello di "capitalizzare l'esperienza acquisita in Francia con il successo del lancio di un quarto operatore di rete mobile nel 2012".

Iliad è già attiva in Francia dal 2012 con Free Mobile, il quarto operatore di telefonia mobile del Paese, che propone offerte a prezzi molto accessibili - si va da 2€ al mese per avere il minimo (2 ore di chiamate, sms/mms senza limiti, 50MB di internet 4G) fino ad arrivare all'offerta piu' completa da 20€ al mese con traffico internet in 4G senza limiti, chiamate nazionali e internazionali, SMS senza limiti in Europa e altro ancora. Prezzi del genere in Italia sarebbero ben accolti dai consumatori. Iliad ha anche lanciato in Francia la Freebox Revolution, una box di sesta generazione che comprende un NAS e un lettore Blu-Ray il cui corollario è la Freebox mini 4K, la prima box Android TV e 4K ad essere lanciata sul mercato francese.

L'accordo presentato da Iliad, che per acquisire le licenze sulle frequenze di 3 Italia e Wind avrebbe battuto l'offerta concorrente di un altro operatore italiano, Fastweb, di proprietà di Swisscom, in attesa dell’approvazione della Commissione Europea, ha previsto: il trasferimento di un portafoglio di frequenze 3G/4G 2x35 MHz equilibrato (2x5MHz sui 900MHz, 2x10MHz sui 1800MHz, 2x10MHz sui 2100MHz, e 2x10MHz sui 2600MHz) per un ammontare totale di 450 milioni di euro da corrispondere nel periodo 2017-2019; l’impegno ad acquisire diverse migliaia di siti macro in aree a forte densità (siti saranno proposti da Wind/H3G o affittati da terzi); l’impegno ad attivare un accordo di RAN Sharing (condivisione di rete) con Wind/H3G nelle aree rurali, ovvero ad acquisire nelle suddette aree diverse migliaia di siti macro da Wind/H3G o da terzi; un accordo di roaming 2G, 3G, e 4G sulla rete derivante dalla fusione, per un periodo di cinque anni rinnovabile una sola volta su iniziativa d’Iliad per un altro periodo di identica durata.

All'inizio di quest'anno, Benedetto Levi è entrato nel gruppo Iliad come Amministratore Delegato di Iliad Italia S.p.A., la controllata del gruppo francese Iliad che opera in Italia nel campo della telefonia mobile. Con sede a Milano, Benedetto Levi avrà la responsabilità di sviluppare l’operatore di telefonia mobile di cui è previsto il lancio prossimo in Italia.

Leggi anche: Wind Tre il piu' grande operatore italiano di telecomunicazioni

CK Hutchison e VimpelCom nel 2015 hanno annunciato la formazione della joint venture che ha unito le due società operative H3G S.p.A ("3") e Wind Telecomunicazioni S.p.A. (WIND)  per creare la comune società Wind Tre S.p.A., oggi il più grande operatore mobile italiano con 31 milioni di clienti e con 2,7 milioni di clienti nel fisso. Tuttavia, la Commissione europea ha tardato a dare il suo via libera, temendo che l'accordo potesse portare ad un aumento dei prezzi e meno possibilità di scelta per i consumatori italiani e per questo aveva aperto anche una indagine formale sulla fusione.

Come cambia il mercato della Telefonia Mobile in Italia. Nel nostro Paese prima della fusione c'erano quattro operatori: TIM, Vodafone, Wind e 3Italia - non contando  gli operatori virtuali perchè affittano la rete di un operatore principale - e la fusione di due di essi logicamente ha portato ad avere solo tre operatori - TIM, Vodafone e Wind Tre (dalla fusione tra Wind e 3Italia).  Esistono ancora le offerte separate di 'Wind' e di '3 Italia' ma vanno comunque intese come un unico 'operatore integrato' che è 'Wind Tre'. L'Antitrust europea, temendo un calo della concorrenza e un aumento dei costi per i clienti, ha quindi dato il via libera alla fusione di 3 Italia e Wind chiedendo in cambio la vendita di asset per lasciare spazio ad un nuovo operatore, che sarà Iliad.

Riguardo il possibile conflitto di interessi dal momento che Xavier Niel deteneva una quota in Telecom Italia di oltre il 10%, il miliardario francese a capo di Iliad aveva espresso la propria volontà di vendere le sue quote di Telecom Italia.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Iliad, il nuovo operatore italiano quasi pronto al debutto


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?