TIM rimborsa i clienti con linea fissa per le fatture a 28 giorni: richiesta fattibile anche online

TIM rimborsa i clienti con linea fissa per le fatture a 28 giorni: richiesta fattibile anche online

Non è necessario essere ancora clienti TIM per chiedere il rimborso.

 

Scritto da il 21/01/20 | Pubblicato in TIM Fisso | TIM | | Archivio 2020

Seguici su

 
 

TIM ricorda ai propri clienti di rete fissa attivi da prima del 31 marzo 2018 che sono stati oggetto di fatturazione a 28 giorni successivamente al 23 giugno 2017 che possono ancora chiedere il rimborso.

Non è necessario essere ancora clienti TIM per chiedere il rimborso: la possibilità di chiedere il rimborso è riconosciuta anche ai clienti, attivi da prima del 31 marzo 2018, che abbiano cessato di usufruire del servizio di rete fissa di TIM successivamente alla data del 23 giugno 2017.

Coloro che sono ancora clienti TIM possono richiedere il rimborso attraverso il Servizio Clienti 187 oppure accedendo all’Area MyTIM (auth.tim.it/dcareg/public/login). 

Coloro che hanno richiesto l'attivazione di uno dei servizi compensativi gratuiti messi a disposizione da TIM come forma alternativa di ristoro non possono chiedere il rimborso: a questo si è rinunciato attivando un servizio compensativo.

Per ulteriori informazioni sul rimborso dei giorni erosi è sempre possibile chiamare gratuitamente il servizio clienti linea fissa 187.

Leggi anche:
Leggi anche:
 
TIM rimborsa i clienti con linea fissa per le fatture a 28 giorni
TIM rimborsa i clienti con linea fissa per le fatture a 28 giorni