Samsung compra Joyent per competere nel cloud

Samsung compra Joyent per competere nel cloud

Samsung ha annunciato l'acquisizione del provider americano Joyent per potenziare la propria offerta di servizi cloud.

 

Scritto da , il 17/06/16

Seguici su

 
 

Dopo alcune indiscrezioni, Samsung Electronics ha ufficialmente annunciato che sta acquisendo il provider americano Joyent che fornisce servizi di cloud. Con questa acquisizione, Samsung avrà una propria piattaforma di cloud da utilizzare per potenziare la propria offerta di servizi cloud e per i suoi progetti futuri nell'ambito dell'IoT.

Mentre sono sempre di piu' i dispositivi intelligenti in grado di connettersi ad internet e scambiare informazioni che vengono comprati e usati nel mondo - non solo smartwatch ma wearable in generale - le aziende si stanno adeguando per riuscire ad offire servizi sempre piu' affidabil e sicuri attraverso soluzioni cloud.

Joyent è un'azienda abbastanza giovane, è stata fondata circa undici anni fa, e fornisce ad alcune aziende della lista Fortune 500 servizi concorrenti a quelli offerti da Amazon AWS e Microsoft Azure.

Nella crescita del mercato dell'internet degli oggetti, il cloud computing è diventato molto importante per fornire un'esperienza senza soluzione di continuità attraverso le piattaforme.

"Siamo entusiasti di far parte della famiglia Samsung. Samsung ci porta quel che abbiamo bisogno per far crescere il nostro cloud e business software, importante per la nostra piattaforma Triton di container-as-a-service e tecnologie di storage Manta, e un partner per l'innovazione nelle aree in rapida crescita dei settori mobile e IoT, comprese le case intelligenti e le auto connesse ", ha dichiarato Scott Hammond, CEO di Joyent.

Samsung probabilmente intende utilizzare le tecnologie cloud di Joyent per una nuova generazione di applicazioni mobile e per crescere nel promettente mercato dell'internet degli oggetti.

Come parte dell'accordo, Samsung ha accettato di mantenere la piattaforma di Joyent open source.

L'annuncio dell'accordo è arrivato poco dopo la diffusione di voci secondo cui Samsung potrebbe essere sul punto di svolta per concentrarsi di piu' sullo sviluppo di dispositivi alimentati dalla piattaforma Tizen di sua proprietà al fine di diminuire la propria dipendenza da Android. Con una piattaforma come quella di Joyent ora nelle mani di Samsung, il produttore sudcoreano potrebbe servire agli utenti servizi gestiti completamente 'in proprio' un po' come fa Apple.

Samsung ha detto in una dichiarazione che integrerà Joyent nella sua divisione mobile, anche se la società attiva da 11 anni manterrà sia il nome Joyent che il suo top management.

Come parte dell'accordo, il CEO di Joyent Scott Hammond e altri dirigenti lavoreranno con Samsung sul cloud computing e lo sviluppo di soluzioni per l'Internet degli cose, la società ha detto. "Joyent e Samsung condividono una cultura di innovazione ed eccellenza tecnica, e metteremo insieme una serie di servizi cloud altamente complementari, big data, tecnologie mobili e dell'Internet degli oggetti", ha detto Hammond in un post sul blog aziendale. "Mettendo insieme queste due società stiamo creando l'opportunità di sviluppare e portare sul mercato servizi e soluzioni verticalmente integrate che offrono straordinaria semplicità e valore ai nostri clienti di telefonia mobile e IoT. Questo accelererà la velocità di innovazione per entrambe le aziende nel mercato".

Joyent è la terza importante acquisizione di Samsung di una startup statunitense negli ultimi due anni, dopo SmartThings, una startup che aiuta a far comunicare gli elettrodomestici, per circa 250 milioni di dollari, e LoopPay, che sviluppa tecnologie di pagamenti mobile, per circa 160 milioni di dollari. LoopPay ora costituisce la base per Samsung Pay, il sistema di pagamento mobile di Samsung gia' attivo in alcuni paesi.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Samsung compra Joyent per competere nel cloud


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?