Samsung e Qualcomm lavorano sul processore del Galaxy S9

Samsung e Qualcomm lavorano sul processore del Galaxy S9

 

Scritto da , il 24/04/17

Seguici su

 
 

Samsung ha iniziato le vendite globali dei nuovi Galaxy S8 solo da pochi giorni, ma i ragazzi di Sammobile segnalano che Samsung e Qualcomm hanno già iniziato a lavorare su un nuovo processore mobile, che si occuperà di alimentare il prossimo smartphone top di gamma dell'azienda, quello che molto probabilmente verrà chiamato Galaxy S9.

Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+ sono entrambi alimentati da un chipset Octa Core costruito con processo a 10 nm con CPU quad-core a 2.3GHz e CPU quad-core a 1.7GHz - il chip è Qualcomm Snapdragon 835 o Samsung Exynos 8895 a seconda del mercato, con quest'ultimo destinato in Italia.

Riguardo al nome del processore, il SoC di Qualcomm che alimenta Galaxy S7 è chiamato Snapdragon 820 mentre nei Galaxy S8 si trova lo Snapdragon 835; secondo Sammobile, è probabile che il processore del Galaxy S9 sarà chiamato Snapdragon 845.

Snapdragon 835 viene prodotto con un processo a 10nm con tecnologia FinFET, una collaborazione tra Qualcomm e Samsung. I processori con processo a 10nm hanno un ingombro minore rispetto ai loro predecessori a 14nm, il che significa che i produttori di dispositivi hanno più spazio utilizzabile per ad esempio inserire batterie più grandi o fare telefoni piu' sottili. Il processo FinFET a 10nm di Samsung consente un aumento fino al 30 percento dell'efficienza con un miglioramento del 27 percento in prestazioni o fino al 40 percento in meno di consumo energetico rispetto alla versione precedente. Secondo Qualcomm, questi miglioramenti di processo, in combinazione con un design più avanzato del chip, sono in grado di creare significativi miglioramenti della durata della batteria del dispositivo in generale.

Leggi anche: Qualcomm Snapdragon 835

Anche il prossimo Snapdragon (845) che alimenterà il Galaxy S9 potrebbe essere costruito con processo a 10nm, e dovrebbe offrire maggiori prestazioni e miglioramenti di efficienza. Tuttavia, non è da escludere una produzione con processo a 7nm, di cui Samsung ha gia' iniziato lo sviluppo.

Samsung ha recentemente annunciato di aver migliorato il suo processo a 10nm portandolo alla seconda generazione, che promette un incremento del 10% delle prestazioni e un guadagno di efficienza energetica del 15% rispetto ai chip costruiti col processo a 10nm di prima generazione.

Per il momento non ci sono altre informazioni sul chipset che alimenterà il Galaxy S9 di Samsung, ricordando che il nome potrebbe non essere Snapdragon 845.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Samsung e Qualcomm lavorano sul processore del Galaxy S9


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?