Facebook attiva pagine Raccolta Fondi e rinnova pulsante Dona

Facebook attiva pagine Raccolta Fondi e rinnova pulsante Dona

Facebook rilascia nuovo pulsante Dona per associazioni ed enti noprofit, che possono anche aprire pagine dedicate a raccolte di fondi per progetti benefici.

 

Scritto da , il 20/11/15

Seguici su

 
 

Facebook ha annunciato lo scorso Agosto il rilascio del nuovo pulsante funzione 'Dona adesso' per permettere ad associazioni ed enti no profit di attivare la raccolta fondi direttamente da Facebook. Non si tratta di una novità assoluta in quanto, in precedenza, il pulsante era stato reso disponibile per le grandi organizzazioni no profit internazionali come Unicef e Croce Rossa. Ora, in seguito l'attivazione del servizio 'Safety Check' dopo gli attentati di Parigi e in Nigeria per poter comunicare che si è salvi, il social network ha lanciato una versione aggiornata del pulsante 'dona ora' da integrare in pagine speciali per le associazioni che raccolgono fondi. Il nuovo strumento prende il nome di "Fundraisers".

Le pagine per le raccolte di fondi sono pagine dedicate dove organizzazioni non profit possono raccogliere fondi per campagne specifiche, sia che si tratti per la crisi dei rifugiati, per contribuire a sconfiggere la malaria o per costruire un pozzo di acqua pulita in un paese povero. Il pulsante Donazione apparirà su queste pagine e post delle organizzazioni non profit, consentendo agli utenti di contribuire direttamente alla causa tramite il loro news feed.

Le nuove pagine di raccolta fondi hanno un design simile alle pagine dedicate agli eventi e consentono alle organizzazioni non profit di descrivere una particolare campagna e raccogliere le donazioni direttamente dagli utenti, i quali non devono uscire dal social network per donare. Le organizzazioni sono libere di aprire una campagna sul social network per ricevere donazioni, ciascuna delle quali va ad alimentare il conteggio complessivo di donazioni per ogni singola iniziativa.

Ogni raccolta fondi condivisa da un utente mostrerà nel post il pulsante 'Dona', consentendo agli utenti che vedono il post di contribuire immediatamente attraverso il post stesso.

Resta una responsabilità delle singole organizzazioni essere trasparenti con gli utenti e descrivere per bene dove il denaro è destinato.

Al momento del lancio del servizio, i partner sono poche organizzazioni, tra cui la società Usa per la sclerosi multipla (National Multiple Sclerosis Society), Mercy Corps, e il WWF (World Wildlife Fund). Le caratteristiche si estenderanno per un totale di 37 organizzazioni non profit attive in una serie di cause tra cui (RED), charity: water, RAINN, UNICEF e Water.org.

Facebook non fa pagare i suoi partner per l'utilizzo delle pagine speciali, ma prevista l'attivazione di una tassa per coprire "i costi di gestione" ad un certo punto nel 2016, come riportato dal sito Mashable. L'obiettivo di Facebook non è quello di tratte profitto da queste pagine, con il social network che promette di stabilire una tassa che sarà alla pari o inferiore a quella standard del settore.

 
Donazione su Facebook
Donazione su Facebook
 

Naomi Gleit, capo del tem di prodotti di Facebook, ha annunciato i nuovi prodotti per le associazioni in un post sul blog spiegando che molti volontari, donatori e attivisti già utilizzano la piattaforma per loro cause, e che l'introduzione delle pagine speciali per le raccolte di fondi è solo il successivo del potenziamento di questi strumenti. "La gente raccoglie fondi per operazioni di soccorso, cercano i minori scomparsi e portano l'attenzione su questioni che preoccupano", ha scritto. "Sappiamo che possiamo fare di più per queste connessioni."

Le organizzazioni interessate possono avere piu' informazioni sullo strumento entrando nel sito donations.fb.com. Per il momento Facebook si sta concentrando sulle organizzazioni statunitensi ma prevede di espandere lo strumento ad organizzazioni a livello internazionale nel corso del prossimo anno. Facebook controllerà le richieste delle organizzazioni non profit che partecipano in quanto devono essere certificate per non permettere l'apertura di raccolte fondi che poi si rivelano essere delle truffe.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Facebook attiva pagine Raccolta Fondi e rinnova pulsante Dona


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?