BT Italia e Vodafone, il primo operatore fisso mobile

Scritto da , il 20/04/07 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2007

 

Roma, 17 aprile 2007 - Vodafone Italia e BT Italia hanno raggiunto un accordo per il lancio del primo operatore mobile virtuale italiano, realizzato tra una compagnia telefonica mobile e una fissa. Grazie all’accordo di lungo periodo, BT Italia, dotata di una sua infrastruttura di rete fissa, diventerà il primo operatore mobile dedicato alle imprese.

Vodafone mette a disposizione la propria infrastruttura di rete, garantendo un ampio portafoglio di servizi mobili all’ingrosso, dalla voce all’sms, dal roaming al traffico dati, con cui BT Italia potrà costruire la propria offerta di servizi integrati di telefonia fissa e mobile ai clienti.

In questa nuova veste, BT Italia, che nei mesi scorsi ha lanciato il primo servizio di convergenza fisso-mobile dedicato alle imprese (BT Corporate Fusion), completerà il proprio portafoglio di offerta inserendo soluzioni mobili. Tutto ciò con proprio brand, utilizzando numerazione e prefisso dedicato e ponendosi sul mercato con la propria rete commerciale.

Vodafone, grazie agli impegni assunti per attuare in tempi brevi l’apertura del mercato wholesale dell’accesso alle reti mobili e all’intervento dell’Autorità Antitrust, ha realizzato anticipatamente l’entrata nel mercato italiano degli operatori mobili virtuali, programmata per il 2011 al momento dell’asta delle frequenze UMTS. Anche le attività di monitoraggio svolte dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sul mercato dell’accesso hanno accelerato l’apertura del settore.

Vodafone attacca il mercato della telefonia fissa

 
 
Vodafone, Vodafone Casa, lanciato sul mercato lo scorso 4 maggio 2006 ma accantonato successivamente a causa di un conflitto con il principale gestore italiano di telefonia fissa, Telecom, torna alla ribalta.
Partono in questi giorni le due nuove offerte di Vodafone, Casa Zero e Casa Infinity, con l'obiettivo dichiarato di far guerra agli operatori telefonici tradizionali, Telecom in primis.
Si tratta di offerte che, a seguito del pagamento di un canone mensile (l'offerta Casa Zero prevede 9,99 euro al mese di canone che, come si può notare, è comunque inferiore al canone Telecom Italia di 14,57 €/mese IVA inclusa) prevedono uno sconto sulle chiamate effettuate usando il telefonino quando ci si trova nella "home zone", una "zona" (casa o ufficio) dichiarata a priori.
Dopo il pagamento del canone mensile, l'offerta Casa Zero prevede chiamate verso i numeri fissi a 15 centesimi di euro, indipendentemente dalla durata. La tariffa scontata si applica fino a 1500 minuti/mese.
I prezzi dell'offerta sono interessanti e almeno sul piano teorico dovrebbero aumentare la concorrenza del settore, portando a una diminuzione delle tariffe. Ribadiamo, almeno in teoria.


Aggiungi il nostro Feed Rss per non perdere nessuna news !!!

 
 
 
 
Archivio Notizie
 

Ultime notizie

 
 
 
 
Vuoi restare aggiornato ?