USA: dopo la Nasa, chiude la FCC

 

Il governo degli Stati Uniti prosegue con la chiusura di alcune agenzie federali per colpa della crisi, tra le quali rientra anche la FCC (o Federal Communications Commission)

Scritto da Simone Ziggiotto il 03/10/13 | Pubblicata in Altro | Archivio 2013

 

Il governo degli Stati Uniti prosegue con la chiusura di alcune agenzie federali per colpa della crisi, tra le quali rientra anche la FCC (o Federal Communications Commission). Non ci sono più soldi per i finanziamenti.

Nasa sito web offline

L'annuncio arriva dal sito ufficiale della FCC, in cui è stata pubblicata una breve nota nella quale la Commissione afferma che eseguirà test di certificazione solo per prodotti che sono "assolutamente necessari per la sicurezza della vita o di tutela della proprietà". I sistemi online della FCC potranno "non essere disponibili fino a nuovo avviso" e qualsiasi smartphone o altro dispositivo in attesa di approvazione "dovrà semplicemente aspettare che il servizio torni in funzione".

La Commissione comunicazioni federali è un'agenzia governativa indipendente degli Stati Uniti creata, diretta e autorizzata dallo statuto congressuale. È una Autorità amministrativa indipendente ma ha maggiori poteri delle corrispondenti Autority italiane.

Non solo i parchi di Yellowstone o Yosemite, o monumenti come la Statua della Libertà, o luoghi culturali come la Biblioteca del Congresso o la National Science Foundation. L'America federale è senza soldi, e anche la FCC rientra tra i tagli della finanziaria.

Anche la Nasa si trova ora in una situazione di stallo, con l'Agenzia spaziale statunitense che ha - per il momento - chiuso i battenti "a causa del ritardo nei finanziamenti del governo federale". Addirittura non ci sono i soldi per tenere online il sito internet della Nasa.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?