Biotech: l' italiano medio vive 82 anni

 

Gli italiani sono le persone che vivono di più al mondo, in media fino a 82 anni

Scritto da Simone Ziggiotto il 07/11/13 | Pubblicata in Altro | Archivio 2013

 

Biotech: l' italiano medio vive 82 anni

Gli italiani sono le persone che vivono di più al mondo, in media fino a 82 anni. Per il presidente di Farmindustria il merito è in gran parte alla ricerca.

Vi piacerebbe vivere sette anni e mezzo in più? E' già possibile, grazie alla ricerca degli ultimi 30 anni. A dirlo è il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi parlando con i giornalisti nell'ambito del convegno tenutosi presso l'università' di Siena sul tema 'Biotech e farmaco-nuove opportunità' di cura, un'opportunita' per il paese".

Secondo quanto affermato da Scaccabarozzi, negli ultimi 30 anni, grazie alla ricerca farmaceutica in Italia, è stato possibile guadagnare "un mese di vita ogni tre, sei ore al giorno, 15 secondi al minuto", spiega Scaccabarozzi.

Ok, siamo d'accordo che il tutto è relativo, perchè non si può mai essere sicuri che domani ci saremo oppure no, ma Massimo aggiunge: "ora il salto deve avvenire grazie alle biotecnologie. Il biotech e' nel Dna dell'industria farmaceutica. I farmaci innovativi per il trattamento di numerose patologie gravi o rare sono oggi gran parte frutto della ricerca biotecnologica e sempre di piu' lo saranno in futuro". 

Il settore farmaceutico è attivo, e in esso operano oggi 175 imprese, che investono oltre 1400 milioni all'anno e contano circa 5 mila addetti. Secondo Scaccabarozzi c'è bisogno di investire nel settore per "il suo valore economico" che ha per l'Italia ed è necessario "uscire dalla dinamica dei tagli" cercando invece soluzioni "industriali che danno il maggiore incremento al Pil [Prodotto Interno Lordo]".

Oggi, secondo gli ultimi dati mostrati al convegno, l'Italia è tra i paesi più longevi al mondo, dove cioè si vive più a lungo nella media: gli italiani vivono mediamente 82 anni. Questo, secondo Scaccabarozzi, è grazie alla ricerca che ha contribuito per un buon 40 per cento.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?