NSA, 200 milioni di SMS spiati ogni giorno

 

La US National Security Agency, meglio conosciuta come NSA, sta raccogliendo milioni di messaggi di testo da tutto il mondo ogni giorno, secondo un rapporto dal The Guardian

Scritto da Simone Ziggiotto il 17/01/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

NSA, 200 milioni di SMS spiati ogni giorno

La US National Security Agency, meglio conosciuta come NSA, sta raccogliendo milioni di messaggi di testo da tutto il mondo ogni giorno, secondo un rapporto dal The Guardian.

Un programma NSA, nome in codice Dishfire, raccoglie e memorizza quasi 200 milioni di messaggi SMS globali al giorno, secondo i nuovi documenti forniti da Edward Snowden. Il programma va oltre gli obiettivi di sorveglianza esistenti e raccoglie "praticamente tutto il possibile", secondo il rapporto.

La NSA è in gradi di estrarre informazioni come "i piani di viaggio della gente, contatti, transazioni finanziarie - comprese le informazioni da individui non sospettati di compiere attività illegali", spiega il The Guardian, che ha lavorato con Channel 4 News del Regno Unito sulla sua indagine sul programma Dishfire.

L'agenzia di spionaggio britannica GCHQ, si rivela poi, ha anche fatto uso del database dei messaggi di testo raccolti dalla NSA per effettuare ricerche "non mirate e ingiustificate" sulle comunicazioni delle persone del Regno Unito, secondo il rapporto. I documenti indicano che alcune comunicazioni provenienti da numeri telefonici statunitensi potrebbero essere stati rimossi dal database, ma non quelli di altri paesi, prosegue il The Guardian.

Oltre a memorizzare messaggi di testo in un database, la NSA ha sviluppato un programma noto come Prefer che ha condotto "analisi automatizzata" sui messaggi di testo. Secondo The Guardian, in un giorno medio, l'NSA era in grado di estrarre le seguenti informazioni dagli SMS che rccoglieva:

• Più di 5 milioni di avvisi di chiamate perse per l'analisi dei contatti;
• Dettagli di 1,6 milioni al giorno di passaggi di frontiera, usando gli avvisi del roaming di rete;
• Più di 110.000 nomi, anche da biglietti da visita elettronici, che comprendevano anche le immagini;
• Più di 800.000 transazioni finanziarie, sia attraverso pagamenti text-to-text o che collegano le carte di credito ai telefoni degli utenti;

In una dichiarazione al The Guardian, un portavoce NSA ha detto che Dishfire è legale: "Come abbiamo detto in precedenza, l'implicazione che la raccolta dei dati da parte della NSA è arbitraria e senza vincoli è falsa", ha detto l'Agenzia. "Le attività della NSA sono concentrate e in particolare schierate contro - e solo contro - validi obiettivi segreti stranieri in risposta alle esigenze dell'Intelligence".

Queste rivelazioni su Dishfire, nonché una relazione di questa settimana secondo cui l'NSA utilizza onde radio per entrare nei computer anche spenti, stanno certamente mettendo pressione sul presidente Obama, il quale nei prossimi giorni presenterà le sue proposte per rivedere le regole che la NSA deve rispettare.

Dategate, NSA spia anche Computer Spenti

La National Security Agency sta utilizzando una tecnologia wireless segreta che gli permette di accedere e modificare i dati sui computer, anche quando non sono connessi a Internet, secondo un rapporto del New York Times.

Dal 2008, l'Agenzia della Sicurezza Nazionale USA ha iniziato ad usare un "canale nascosto di onde radio" che può interconnettersi con l'hardware installato nei computer, secondo i documenti della NSA e arrivati nelle mani degli intervistati dal Times. I segnali, e quindi il collegamento a computer anche offline, possono essere inviati a chilometri di distanza, secondo il rapporto.
 
Bisogna precisare che il computer verso cui si effettua il collegamento deve avere un particolare modulo che riesce a ricevere i segnali inviati dalla NSA da canale nascosto e serve anche un software che permette la connessione. Tuttavia, sembra che la NSA ha installato il software di sorveglianza su quasi 100.000 computer in tutto il mondo, secondo il Times, un software che gli utenti meno esperti nemmeno si possono accorgere di avere.
 
Il giornale ha detto che l'esercito cinese è stato un bersaglio principale di tale tecnologia, ma ha specificato che non vi sono prove che la NSA ha utilizzato la tecnologia all'interno del confine degli Stati Uniti. Naturalmente, la NSA ha respinto qualsiasi accusa, ma secondo le indiscrezioni si è attivata su questo fronte dopo aver accusato il governo cinese di installare un software simile sui computer appartenenti a società statunitensi e agenzie governative.
 

NSA, spyware anche nelle apparecchiature elettroniche

Un nuovo rapporto da Der Spiegel, la rivista settimanale tedesca con la maggior tiratura in Germania, sulla base di documenti interni della National Security Agency trapelati, rivela ulteriori dettagli su come l'agenzia di spionaggio americana ha accesso a computer e altri dispositivi elettronici integrando in essi backdoor e altri spyware.

L'Office of Tailored Access Operations, o TAO, si descrive come una "squadra di idraulici digitali" che si occupa di sistemi in cui non è facile infiltrarsi. Secondo il giornale, il TAO è responsabile per l'accesso alle reti di stato protette di tutto il mondo, lavora con la CIA e l'FBI per intraprendere "missioni sensibili" e ha superato le barriere di sicurezza dei sottomarini. Il TAO intercetta anche le consegne di apparecchiature elettroniche per piantare spyware per ottenere l'accesso remoto ai sistemi degli utenti una volta che vengono consegnati e installati.
 
Secondo il rapporto, la NSA ha integrato delle backdoor per accedere ai computer, hard disk, router e altri dispositivi di aziende come Cisco, Dell, Western Digital, Seagate, Maxtor, Samsung e Huawei. Il rapporto descrive in circa 50 pagine un catalogo di prodotti e tecniche che una divisione della NSA chiamata ANT (acronimo di Advanced or Access Network Technology) utilizza per accedere ai dispositivi.
 
"Per quasi ogni serratura, ANT sembra avere una chiave nella sua cassetta degli attrezzi", dice il rapporto. Il reparto ANT preferisce prendere di mira il BIOS dei dispositivi, ossia il codice su un chip della scheda madre che viene eseguito quando la macchina si avvia. La presenza dello spyware è in gran parte invisibile per gli altri programmi di sicurezza come gli antivirus, e può persistere se una macchina viene formattata o un nuovo sistema operativo viene installato.
 
Con l'eccezione di Dell, le aziende citate nella relazione e contattate da Der Spiegel sostengono di non essere a conoscenza di eventuali backdoor che la NSA avrebbe installato nelle loro attrezzature.
 
In un post sul blog Domenica, un portavoce di Cisco ha scritto:
 
"Al momento, non sappiamo di eventuali vulnerabilità di nuovi prodotti, e continueremo a perseguire tutte le vie per determinare se dobbiamo affrontare eventuali nuovi problemi. Se veniamo a conoscenza di un problema di sicurezza in uno qualsiasi dei nostri prodotti, provvederemo immediatamente a risolverlo. Come abbiamo detto prima, e comunicato al Der Spiegel, non lavoriamo con qualsiasi governo per indebolire i nostri prodotti, né per realizzare la cosiddetta 'backdoor' nei nostri prodotti."
La NSA ha rifiutato di commentare la notizia, ma ha detto che l'operato del TAO è stato fondamentale per la difesa nazionale. "L'Office of Tailored Access Operations (TAO) è un patrimonio nazionale unico che è in prima linea per consentire alla NSA di difendere la nazione e i suoi alleati", ha detto l'agenzia in un comunicato. "Non discuteremo accuse specifiche riguardanti l'operato del TAO".
 

NSA spia giocatori di World of Warcraft e SecondLife

La National Security Agency, insieme con la sua controparte britannica, la GCHQ, ha sfruttato i videogiochi per spiare i presunti terroristi, secondo un nuovo, scandaloso, rapporto.
Il The Guardian ha riferito di aver ricevuto documenti fino ad ora rimasti segreti sempre da lui, dalla talpa della NSA Edward Snowden, in cui vi è la prova che l'Agenzia per la Sicurezza Nazionale Americana diversi anni fa ha appurato che i giochi online possono essere un terreno fertile per una vera e propria attività terroristica.
 
In risposta, gli Stati Uniti e il Regno Unito considerano che giochi popolari come World of Warcraft SecondLife sono il luogo ideale per i terroristi di organizzarsi a preparare attentati. Anche i giocatori di Xbox Live, secondo il rapporto, sono stati coinvolti mel programma di sorveglianza.
 
Questo nuovo rapporto è solo l'ultimo di una serie di rivelazioni che sono venute alla luce grazie a Edward Snowden. La settimana scorsa, un redattore del The Guardian ha detto che fino ad oggi sono state rese pubbliche circa l'1 per cento delle informazioni di cui Edward è in possesso, anche se non si sa quanto ancora verrà svelato.
 
Il piano di monitorare il gioco online è stato attivato nel 2008, secondo i registri, con un documento della NSA intitolato "sfruttare l'uso terroristico dei giochi e ambienti virtuali". Sulla base dei documenti ottenuti dal Guardian, non sono stati trovati terroristi o complotti dal 2008 ad oggi. Tuttavia, la NSA è in grado di attingere ai dati dei videogiocatori, di tutti i profili degli utenti, ed è in grado anche di ascoltare la voce delle persone qualora usino il microfono per parlare con altri giocatori.
 
Secondo il Guardian, non sono stati sventati complotti terroristici in questo programma, ma gli agenti sono riusciti, tuttavia, a trovare persone che hanno presumibilmente utilizzato carte di credito rubate.
Secondo il Guardian, le società sviluppatrici dei giochi online non erano a conoscenza del fatto che i loro giocatori erano sorvegliati dal governo. Eppure, la NSA era attiva, e attingeva metadati dei videogiocatori e cercava di usare qualsiasi informazione utile per covare possibili terroristi.
E' facile intuire che il programma è ancora attivo, quasi sicuramente.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?