Juicejack: un kit di ricarica per ogni situazione

 

Vi sarà capitato sicuramente di trovarvi in giro, fuori casa, e scoprire che il cellulare è morto perché vi siamo dimenticati di ricaricarlo prima di uscire

| Pubblicata in Altro | Archivio 2008

 

Vi sarà capitato sicuramente di trovarvi in giro, fuori casa, e scoprire che il cellulare è morto perché vi siamo dimenticati di ricaricarlo prima di uscire.

Forse siete in un bar e chiedete al gestore se, per caso, ha un caricatore per telefoni e se ve lo può prestare ma no, non ce l’hanno per la vostra marca e modello.

Così dovete aspettare di ritornare a casa per ricaricarlo, magari rischiando di perdere telefonate importanti.

Sarebbe bello se ci fosse un oggetto, a disposizione di tutti i bar, ristoranti, nightclub e pub, che sia in grado di ricaricare tutti i telefoni cellulari.

Uno strumento semplice da usare e di costo affatto elevato che sia in grado di caricare non solo i cellulari ma qualsiasi strumento si ricarichi attraverso un attacco USB o micro USB.

Juicejack è stato pensato proprio con questi obiettivi in mente. È un caricatore universale con una sua carica interna (a sua volta va caricato, ovviamente) che, portato liberamente al tavolo del bar, del pub o del ristorante, può essere utilizzato per ricaricare il telefono del cliente rimasto a terra con la batteria.


Juicejack è una scatola rotonda con 9 diversi attacchi per supporti telefonici mobili, per l’Apple iPhone e iPod, la serie LG Chocolate, il Samsung D800, il Motorola V3 e anche un paio di modelli della Nokia.

Tra gli attacchi vi è anche un attacco USB standard e microUSB di modo che il Juicepack possa essere utilizzato con qualsiasi supporto mobile.

Questo supporto non è affatto troppo ingombrante e può essere tranquillamente conservato in un cassette in attesa di essere tirato fuori ed utilizzato. Quando è acceso è visibile grazie ad una luce blu presente al centro del disco.

L’interruttore per spegnere il supporto è molto piccolo e per attivarlo è necessario utilizzare una penna. Sebbene sembri molto scomodo è stato realizzato in questa maniera di modo che non si spenga accidentalmente, così da essere sempre carico e pronto per essere utilizzato.

Sarebbe bello che questo geniale caricatore fosse a disposizione della clientele di ogni pub, negozio, bar, ristorante o nightclub così, non importa dove sei, sei sempre in grado di caricare il tuo cellulare senza nessun problema.

Cosa degna di nota, sulla scatola esterna del Juicejack vi è un numero di telefono ed un messaggio che chiede di digitare il numero e donare 1 sterlina ad un istituto di ricerca sul cancro nei bambini, il William’s Fund. Troviamo l’iniziativa davvero notevole e speriamo che sia presa ad esempio anche in Italia nel momento in cui si volesse fare un’edizione speciale per il nostro mercato.

La compagnia produttrice si augura di raccogliere 1 milione di sterline al mese con questo geniale metodo di pubblicità umanitaria. Magari, se davvero fosse disponibile in tutti questi luoghi che abbiamo indicato, molti clienti dal cuore sensibile renderebbero questo traguardo ben raggiungibile. Alla fine, avere la possibilità di ricaricare il vostro cellulare e di fare una donazione per una causa importante, non è poi così male!

Samsung: stazioni di ricarica in tutti gli aereoporti

 
Samsung ha installato nell'aereoporto internazionale di Newark 50 colonnine per la ricarica di dispositivi elettrici, utilizzabili gratuitamente per la ricarica di vari dispositivi, dal cellulare all'iPod, dal portatile al rasoio elettrico.
 
Ogni colonnina include 4 allogiameti dove sarà possibile collegare i propri dispositivi elettronici per poter ricaricare le batterie. Le stazioni di ricarica utilizzeranno un voltaggio a 120 volt come utilizzato negli Usa.
 
Oltre a Newark sono presenti altre 54 stazioni a New York (Kennedy), 12 nell'aereoporto La Guardia, 18 ad Orlando e 22 a Minneapolis.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?