Amazon, accordo per acquisto di Goodreads

 

Con l'ottica di incrementare i servizi legati alla gamma Kindle, Amazon ha gettato le basi per l'acquisto di Goodreads, una piattaforma sociale usata dagli utenti per scambiarsi pareri e opinioni sui libri che hanno più gradito

Scritto da Maurizio Giaretta il 29/03/13 | Pubblicata in Amazon | Archivio 2013

 

Con l'ottica di incrementare i servizi legati alla gamma Kindle, Amazon ha gettato le basi per l'acquisto di Goodreads, una piattaforma sociale usata dagli utenti per scambiarsi pareri e opinioni sui libri che hanno più gradito.

Goodreads sarà comunque incorporato nei lettori Kindle. Per il momento non sono stati resi noti gli importi e gli altri dettagli alla base dell'accordo. La chiusura definitiva dell'acquisizione dovrebbe avvenire, salvo inconvenienti, nel secondo trimestre dell'anno.

Molti utenti del servizio non si sono dichiarati troppo entusiasti dell'annuncio (The Verge).

"Goodreads ha aiutato a cambiare il modo in cui scopriamo e discutiamo di libri. Con Kindle, Amazon ha aiutato a diffondere la lettura nel mondo. In aggiunta, le due piattaforme hanno aiutato migliaia di autori a raggiungere una più ampia base di utenti" ha affermato il vicepresidente della divisione Kindle Russ Grandinetti.

Goodreads è il più grande social network dedicato al mondo della lettura

Fondato nel 2007, Goodreads è il "più grande social network" (riportiamo testualmente dal comunicato stampa) dedicato al mondo della lettura. Gli utenti registrati si possono scambiare consigli sui libri da acquistare, possono scambiare pareri su autori e discutere su temi di interesse generale. E' inoltre possibile guardare quali sono i romanzi preferiti dagli amici (o che stanno leggendo).

E' frequentato da una base di 16 milioni di membri, autori inclusi, i quali hanno aggiunto nelle loro librerie virtuali un totale di 530 milioni di titoli e hanno scritto oltre 23 milioni di recensioni. Si possono leggere le classifiche generali sui testi più raccomandati con la Recommendation Engine. La piattaforma può essere frequentata dai lettori più accaniti e dai novelli che sono in cerca di qualche indicazione per cominciare a buttarsi nel mondo della letteratura.

Amazon, se non lo si conoscesse già, è una società con sede a Seattle che opera su internet e che da la possibilità agli utenti di trovare tantissimi prodotti. Si possono trovare sconti e promozioni su milioni di articoli di vario genere (giardinaggio, libri, musica, DVD, elettronica, scarpe, gioielleria...), nuovi o usati. Produce anche la linea di tablet ed eReader Kindle a basso costo. I modelli di punta sono Kindle Paperwhite 3G (sopra si può vedere la galleria fotografica) e Kindle Fire HD.

Approfondimento: "iPad Mini, Nexus 7 e Kindle Fire HD: confronto prezzi e caratteristiche"

Amazon non danneggera' gli utenti di Goodreads

Abbiamo recentemente riportato la notizia delle intenzioni d'acquisto di Goodreads, un social network per gli appassionati della lettura, da parte di Amazon.
Alcuni utenti del servizio si sono subito posti degli interrogativi su che cosa accadrà ai loro dati personali. Entreranno a far parte del database di Amazon? Potranno essere usati a fini commerciali? L'interesse riguarda principalmente le recensioni, le valutazioni fatte sui libri e i consigli agli utenti.

 

 
Nell'immagine: Amazon Kindle Fire HD

Sul forum di Goodreads un utente ha scritto "posso sapere che cosa significa in termini di proprietà delle recensioni? Siamo sempre stati rassicurati di essere noi gli unici proprietari e che non sarebbero state usate da chiunque altro. Sarà ancora così?".
Il regolamento di Amazon, infatti, che si pone in contrasto con quello di Goodreads, prevede che tutte le recensioni che vengono scritte dagli utenti rimangano di loro proprietà ma che possano essere usate in maniera non esclusiva dal sito di Amazon per fini commerciali.
 
Amazon non ha intenzione di nuocere agli utenti di Goodreads

Il CEO di Goodreads, Otis Chandler, e il vicepresidente dei contenuti Kindle di Amazon, Russ Grandinetti, sono intervenuti congiuntamente per calmare le acque.
Durante un'intervista è stato messo in evidenza che le intenzioni di Amazon non sono quelle di danneggiare gli utenti.

Grandinetti ha detto che "il nostro interesse primario qui è non nuocere". Successivamente si potrà pensare a come integrare i due servizi. Il dirigente ha detto che Goodreads potrà operare come società sussidiaria, così come succede oggi con IMDB o Zappos, entrambe di proprietà di Amazon.

 
 

Una nuova caratteristica potrebbe diventare che gli iscritti possano leggere i libri su Goodreads direttamente con Kindle Cloud Reader.
Per il momento bisogna contare sulla fiducia, in quanto solo nelle prossime settimane scopriremo a quali cambiamenti il social network preferito dai lettori andrà incontro.
Dell'accordo per il momento non sono stati resi noti i dettagli economici.

Se non ci dovessero essere problemi, l'acquisizione diventerà definitiva entro il secondo trimestre del 2013. Goodreads diventerà una parte integrante della linea di lettori Kindle.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?