Nuova Batteria ricarica lo smartphone in 30 secondi

 

Ricaricare lo smartphone in una manciata di secondi non è più un'utopia

Scritto da Maurizio Giaretta il 22/05/13 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2013

 

Ricaricare lo smartphone in una manciata di secondi non è più un'utopia. Grazie a un nuovo tipo di batteria inventata da un'adolescente, per ricaricare i telefonini di ultima generazione sempre assetati di energia basterà mezzo minuto.

Uno dei più grandi problemi dei dispositivi mobili è la scarsa autonomia. Se vengono usati solo per inviare SMS e per fare telefonate periodiche, riescono a resistere anche 3 (o addirittura 4) giorni, tuttavia se li si usa per il loro vero scopo, tenendoli costantemente collegati alla rete cellulare, si torna ad al massimo un giorno. Le funzioni crescono in anno in anno, ma quello del consumo di energia è un problema costante.

La nuova batteria si ricarica in 30 secondi e ha 10.000 cicli di ricarica

Una ragazza della California tuttavia ha pensato a un sistema per risolvere le cose. Ha 18 anni, si chiama Eesha Khare e ha usato le sue nozioni in chimica per costruire un nuovo tipo di "super condensatore" che impiega dai 20 ai 30 secondi per caricarsi completamente e che, inoltre, ha dieci volte la vita più lunga rispetto ai normali accumulatori (arriva fino a 10.000 cicli).

La ragazza ha mostrato il frutto del suo ingegno alla 64esima edizione dell'International Science and Engineering Fair di Intel, svoltasi a Phoenix, in Arizona, la scorsa settimana. E ha vinto un premio di 50.000 dollari.

Potrà essere usata nei prodotti di elettronica e nelle automobili elettriche

Nonostante per la dimostrazione sia stato fatto uso delle luci a LED, ha spiegato a Cnet di essere stata stimolata dal suo smartphone, che è sempre scarico. Eesha vorrebbe che la batteria trovasse applicazione nel mercato dei dispositivi mobili, dei computer portatili ed eventualmente anche nel segmento delle automobili elettriche.

Si stanno compiendo grandi passi per il futuro dell'alimentazione elettrica. Quello di Eesha non è l'unico.

Poco più di un mese fa un gruppo di ricercatori dell'università dell'Illinois ha realizzato una nuova generazione di super batterie al litio in grado di ricaricarsi in 1 secondo. "Nonostante siano piccole, sono poderose. [...] sono così sbalorditive che se un automobilista avesse un telefonino alimentato da esse, potrebbe usarlo per ricaricare la batteria esaurita della macchina e poi per ricaricare il telefono in un batter d'occhio".

Se avessero la stessa dimensione delle attuali batterie che ci sono negli smartphones, avrebbero una carica potentissima. Se volessimo, invece, che avessero la stessa capacità di carica, dovrebbero misurare appena qualche millimetro. "Ogni genere di dispositivo elettronico è stato limitato dalle dimensioni della batteria, almeno fino a oggi", ha scritto il professor William P. King, nella foto sopra, a capo della ricerca.

La microtecnologia fa miracoli: con questo "sistema totalmente nuovo di pensare alle batterie", basato su una nuova struttura tridimensionale, finalmente anche la fonte di alimentazione sarebbe ad alte prestazioni, così come il resto della tecnologia presente in uno smartphone o, più in generale, nei dispositivi mobili.

Bisogna vedere quanto tempo trascorrerà prima che queste invenzioni trovino applicazione nel mondo commerciale. Speriamo molto poco.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?