Philips impegnata nelle tecnologie sostenibili

 

Royal Philips Electronics, azienda leader mondiale nel settore dell’illuminazione, nell’ambito dell’odierno “Leadership Forum delle Nazioni Unite” sul cambiamento del clima, ha esortato tutti i governi a mantenere un comportamento responsabile che assicuri un mondo migliore attraverso l’implementazione dell’ambizioso programma di riduzione di CO2 e il rispetto degli standard di legge

Scritto da Maurizio Giaretta il 01/10/09 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2009

 
Royal Philips Electronics, azienda leader mondiale nel settore dell’illuminazione, nell’ambito dell’odierno “Leadership Forum delle Nazioni Unite” sul cambiamento del clima, ha esortato tutti i governi a mantenere un comportamento responsabile che assicuri un mondo migliore attraverso l’implementazione dell’ambizioso programma di riduzione di CO2 e il rispetto degli standard di legge.

Philips è entrata a far parte del World Green Building Council (WorldGBC) con l’obiettivo di arrivare ad un 40% in più di efficienza energetica entro i prossimi 10 anni nelle nostre città.

Più della metà della popolazione mondiale oggi vive nelle grandi città ed è responsabile del 70% dell’utilizzo globale dell’energia. Il 50% dell’energia utilizzata nelle città è destinata all’illuminazione. La costruzione di palazzi ecosostenibili permetterebbe di risparmiare più diossido di carbonio di quanto ne emetta complessivamente il settore dei trasporti.

Philips sostiene che i tempi di rinnovo delle strutture esistenti, basate su tecnologie obsolete che risalgono spesso agli anni ’60, sono troppo lunghi. Ad esempio, solo il 6-7% dell’illuminazione per ufficio viene sostituita in un anno e solo il 3% dell’illuminazione pubblica. Di questo passo, ci vorranno 30 anni prima che la qualità dell’ambiente, dell’economia e della vita delle persone possa godere dei benefici delle nuove tecnologie già disponibili.

La partnership tra Philips e il World Green Building Council è stata realizzata allo scopo di realizzare 100 taskforces locali che creino nuove alleanze con i governi e le municipalità allo scopo di ridurre consistentemente le emissioni di carbonio nei prossimi dieci anni attraverso la promozione della realizzazione di nuovi palazzi ed infrastrutture pubbliche più sostenibili.

Philips, il valore del brand tocca gli 8,1 mld di dollari
 
Royal Philips Electronics ha raggiunto il 42° posto nella classifica dei primi 100 global brands emersa dalla ricerca Interbrand appena pubblicata, migliorando di una posizione rispetto all’anno scorso con un valore stimato di 8,1 miliardi di dollari.

Geert van Kuyck, Chief Marketing Officer di Philips a livello globale ha commentato: “Siamo molto orgogliosi della performance del brand Philips perché questo dimostra che la promessa di marca “sense and simplicity” riesce ad offrire prodotti e soluzioni disegnati intorno ai reali bisogni dei consumatori. Questo risultato è frutto della capacità Philips di offrire valore ai suoi clienti e consumatori e sottolinea la sua forza anche in un mercato difficile come quello odierno".

Jez Frampton, CEO di Interbrand ha commentato: "Il 2009 ha visto un generale abbassamento del valore globale dei brand di molte aziende a causa della crisi economica globale. Malgrado ciò, il valore competitivo del brand Philips è aumentato in tutti i suoi business. Ciò dimostra la forza di un marchio ultracentenario come Philips anche in situazioni così difficili. Sono convinto che il brand Philips continuerà ad essere forte e che sarà in grado di sfruttare le opportunità future emergenti dall’augurata conclusione di questa crisi”.

Philips ha lanciato la sua promessa di marca "sense and simplicity" nel 2004, anno in cui il valore totale del brand era pari a 4,4 miliardi di dollari. In cinque anni, Philips ha quindi quasi raddoppiato il valore del suo brand, arrivando all’attuale cifra di 8,1 miliardi di dollari.
 
Earth Day con la tecnologia PowerSensor di Philips
 
Oggi viene festeggiata in tutto il mondo l'Earth Day, la giornata Mondiale della Terra. Tra gli obiettivi di questa giornata, aiutare le persone le aziende e le strutture pubbliche a essere più consapevoli dell’impatto che i nostri rifiuti e tutto ciò che produciamo ogni giorno hanno sul Pianeta.
 
Per contribuire attivamente ad abbassare il consumo energetico bastano anche piccole scelte.
 
MMD, la società che distribuisce monitor LCD a marchio Philips, produce monitor in grado di avere un basso impatto e presenta una nuova serie di monitor di fascia business dedicati al mondo aziendale e agli utenti professionali.
 
Si tratta di cinque nuovi modelli dotati di retroilluminazione LED e della tecnologia innovativa PowerSensor di Philips. Il sensore a infrarossi, in grado di rilevare la presenza dell’utente, permette di ridurre i consumi energetici del monitor fino all’80%.
 
La tecnologia PowerSensor di Philips consente di risparmiare energia oscurando il display del monitor quando l’utente si allontana. In modalità stand-by il consumo è di 0,1 Watt.
Per maggiori informazioni sui monitor PowerSensor, si consiglia di visitare il sito powersensormonitor.com.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?