Android Marzo 2013: 4,1 cresce, 4,2 poco diffuso

 

A marzo 2013 la distribuzione Android vede al primo posto, tra le versioni più diffuse, sempre Gingerbread con una quota al 39,7 per cento (calando di oltre il 10 per cento negli ultimi quattro mesi); segue Ice Cream Sandwich al 29 per cento e Jelly Bean al 23 per cento

Scritto da Simone Ziggiotto il 04/04/13 | Pubblicata in Android | Archivio 2013

 

A marzo 2013 la distribuzione Android vede al primo posto, tra le versioni più diffuse, sempre Gingerbread con una quota al 39,7 per cento (calando di oltre il 10 per cento negli ultimi quattro mesi); segue Ice Cream Sandwich al 29 per cento e Jelly Bean al 23 per cento. Da questo mese, nuovo metodo di rilevazione della versione Android installata nei dispositivi.

Come ogni mese, Google ha rilasciato le statistiche circa lo stato della distribuzione del sistema operativo Android aggiornate, in questo caso, a marzo 2013. Inoltre, Google ha annunciato che da questo mese adotterà un nuovo sistema per la rilevazione della versione del sistema operativo installata nei dispositivi Android.

Google Android marzo 2013

Per prima cosa, Android 4.1.x Jelly Bean è balzato da circa il 15 per cento al 23 per cento di presenza, raggiungendo quasi la versione Ice Cream Sandwich, che è cresciuta leggermente al 29,3 per cento. La crescita è stata inferiore all'1 per cento, ma è sorprendente dal momento che la sua quota scese nel mese di febbraio.

La piattaforma Android Gingerbread è scesa sotto il 50 per cento lo scorso dicembre, ma è ancora il sistema operativo più popolare con una quota al 39,7 per cento.

L'ultima versione ad oggi disponibile, Android 4.2.x Jelly Bean, si è ritagliata una quota del 2 per cento, rispetto al 1,2 per cento della precedente relazione. Al momento c'è solamente lo smartphone Nexus 4 che viene ufficialmente commercializzato con il il sistema operativo Android 4,2, ma l'imminente lancio del Samsung Galaxy S4 dovrebbe far cambiare le statistiche già a partire dal prossimo mese.

A partire da questo mese, la quota di presenza di Android sarà quantificata da Google contando quanti utenti manualmente aprono il Play Store. In precedenza, per stilare le statistiche, Google prendeva in considerazione tutti i servizi di Google in esecuzione, anche in background, sui dispositivi degli utenti. Google sostiene che questo nuovo modo di misurare la presenza di Android rifletterà con maggiore precisione il numero di persone interessate a scaricare applicazioni per la piattaforma.

Google Android marzo 2013

Google tiene inoltre traccia delle dimensioni dello schermo del dispositivo su cui Android viene eseguito. La stragrande maggioranza dei terminali (siamo attorno all'80 per cento) è costruita attorno a display da 4 pollici e la maggior parte dei display hanno una densità di pixel di 240ppi o 320ppi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?