Apple: possibile iPhone nano nel 2011 e Mobile Me

 

Secondo molte indiscrezioni giunte in rete negli ultimi 4 giorni, sembra che Apple potrebbe orientare le sue scelte future non solo sempre più in alto con un iPhone 5 ma dare uno sguardo verso la fascia entry level con un possibile iPhone Nano low cost

Scritto da Redazione il 15/02/11 | Pubblicata in Apple | Archivio 2011

 

Secondo molte indiscrezioni giunte in rete negli ultimi 4 giorni, sembra che Apple potrebbe orientare le sue scelte future non solo sempre più in alto con un iPhone 5 ma dare uno sguardo verso la fascia entry level con un possibile iPhone Nano low cost.

Un iphone di dimensioni ridotte, contenendo i costi del display, potrebbe diventare un asso nella manica per Apple che potrebbe agguantare saldamente la fascia entry level del mercato, importante non solo per la dimensione ma soprattutto perchè molto utenti entry diventeranno poi clienti top a tutti gli effetti.

Il nuovo iPhone Nano (o Low Cost, come preferite) potrebbe essere venduto tra i 200 e i 300 dollari in formato senza vincoli oppure a prezzo stracciato per contratto a 24 mesi.
 

Il vantaggio per Apple potrebbe essere anche quello di poter riutilizzare hardware già progettato e prodotto per altri modelli iPhone precedenti, con notevoli risparmi di produzione.

La riduzione del display, elemento più costoso dello smartphone e al tempo stesso elemento problematico da gestire anche in ottica di consumo energetico, potrebbe di fatto consentire di lanciare una nuova famiglia di prodotti, un pò come la serie iPod Nano nel segmento musicale.
 
Apple iPhone Nano: nuovi indizi nel servizio Mobile Me

Abbiamo già parlato in questa notizia dell'iPhone Nano, uno smartphone che potrebbe essere svelato quest'anno e che punterà tutto sul prezzo di vendita, circa 200-300 euro, nettamente inferiore rispetto all'attuale iPhone 4.
 
Secondo le ultime indiscrezioni trapelate su Internet, la casa di Cupertino avrebbe intenzione di tagliare i costi di produzione del terminale non soltanto riutilizzando hardware dei precedenti modelli e uno schermo touch di dimensioni ridotte (si ipotizza una diagonale compresa tra 2 e 3 pollici), ma anche eliminando parte della memoria fisica.
 
Ecco quanto svelato da una fonte anonima del sito CultofMac: "Apple ha deciso di tagliare parte della memoria, che fino ad oggi rappresenta la componente più costosa dell’iPhone.
Con “parte della memoria”, intendiamo TUTTA la memoria. L’iPhone nano non avrà memoria interna per lo storage dei media. Ne avrà a sufficienza solo per eseguire il buffering dei contenuti veicolati tramite il cloud. Stiamo parlando in modo specifico di memoria per lo storage”.
 
Un indizio a riguardo arriva dall'autorevole Wall Street Journal, il quale ha svelato che non solo Apple è al lavoro su un iPhone Nano, ma a giugno renderà disponibile una nuova versione di MobileMe, il servizio cloud di Cupertino.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?