Apple: ecco perche' gli investitori hanno perso la fiducia

 

Apple è una delle poche società che negli ultimi anni non ha risentito praticamente niente della crisi economica mondiale

Scritto da Gabriele Coronica il 30/01/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Apple è una delle poche società che negli ultimi anni non ha risentito praticamente niente della crisi economica mondiale. Ogni trimestre infatti vengono registrati dei fatturati da record.

Tuttavia, negli ultimi giorni il titolo AAPL è crollato in Borsa, segno che gli investitori hanno iniziato a perdere fiducia verso la società di Cupertino capitanata da Tim Cook. Ma come mai è avvenuto tutto ciò?

Le cause sono molteplici, e una di queste è la riduzione di profitto per singolo dispositivo. In pratica, l'azienda californiana adesso ha le maggiori entrate da terminali di fascia media, come ad esempio l'iPad Mini oppure l'iPod Touch di quinta generazione.


Qui di seguito vi riportiamo un estratto dell'analisi molto interessante realizzata dai colleghi del sito CultOfMac sull'attuale situazione della Mela:

"Effetto Boom: ogni volta che Apple lancia un nuovo prodotto, siamo abituato al clamore mediatico, alle code davanti ai negozi, e a numeri da capogiro. Ora, invece, siamo semplicemente a cavallo tra il vecchio iPhone 5 e il venturo iPhone 5S. Da cui la sensazione di stasi.

Android low-cost: fino a ieri gli smartphone -Apple e non- costavano cari; ora invece il mondo è invaso da smartphone Android molto economici che stanno conquistando milioni, se non miliardi, di utenti abituati ai comuni featurephone. Ecco perché l'OS mobile di Google assurge a re del mercato.

Display extralarge: in mezzo a smartphone di fascia alta e phablet 
Android caratterizzati da display sempre più grandi, l'iPhone è uno dei pochi ad essere rimasto ancorato a dimensioni relativamente piccole. Apple, insomma, si sta perdendo la frenesia tech del momento.

Sviluppo lineare: l'iPhone è caratterizzato da uno sviluppo decisamente lineare; Apple si pone una singola visione, la persegue e se ne parla fintanto che costituisce una novità; poi, diventa semplice routine. Il mondo Android nel suo complesso, invece, riesce a mostrare molta più varietà e sperimentazione. Ciò cattura maggiormente l'interesse di utenti, blogger e giornalisti.

Semplice normalità: ci sono voluti ben due anni perché i competitor di Cupertino riuscissero a produrre finalmente dei tablet che la gente volesse comprare; fino ad oggi, infatti, l'
iPad ha praticamente operato in regime di monopolio, grazie alla lungimiranza di Cupertino, alla sua facilità d'uso e alla ricchezza di feature. Quel che sta accadendo quindi non è un cambiamento in negativo, ma un semplice ritorno alla normalità."

Che ne pensate? Siete d'accordo con quest'analisi?
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?