Apple potrebbe dire addio al connettore proprietario

 

La Commissione Europea torna sul caso Apple per quanto riguarda il connettore proprietario per la ricarica e chiede nuovamente di adattarsi allo standard Micro USB

Scritto da Pietro Oliveri il 28/09/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 
La Commissione Europea torna sul caso Apple per quanto riguarda il connettore proprietario per la ricarica e chiede nuovamente di adattarsi allo standard Micro USB.


Non è la prima volta che la commissione Europea avanza questa richiesta, già nello scorso 2009 insieme all’UIT (Unione Internazionale Telecomunicazioni) aveva stipulato un accordo con i principali produttori di telefonia per quanto riguarda l’uso del connettore Micro USB, accordo a cui Apple ha deciso di non prendere parte.

I membri della commissione chiedono ora che tutti i produttori di Smartphone e Tablet (quindi anche Apple) si adeguino allo standard Micro USB per i propri dispositivi al fine di ridurre i rifiuti elettronici.

Con questa mossa ci troveremo davanti ad accessori e cavi USB utilizzabili per tutti i dispositivi, non dovremo più avere obbligatoriamente cavi diversi se abbiamo un iPhone e un Tablet Android.

La Commissione Europea sopra citata ha dichiarato ufficialmente che prossimamente avvierà una serie di negoziati con il Consiglio Europeo per trasformare il tutto in legge.

Apple, qualora appunto il tutto diventasse legge, dovrà obbligatoriamente adattarsi allo standard Micro USB e le scelte che potrebbe intraprendere sarebbero due:

1. Regalare un adattatore Lightning/Micro USB a chi ha già acquistato recentemente un device e produrre le prossime generazioni con la nuova porta USB.

2. Fornire nella confezione un adattatore da Lighting a Micro USB (come già succede in Cina) così da adattarsi allo standard continuando però ad adottare una porta proprietaria.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?