Angela Ahrendts entra in Apple come capo delle vendite al dettaglio

 

Angela Ahrendts da CEO del marchio della moda Burberry dal 2014 sarà a capo delle vendite di Apple

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/10/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

Angela Ahrendts entra in Apple come capo delle vendite al dettaglio

Angela Ahrendts da CEO del marchio della moda Burberry dal 2014 sarà a capo delle vendite di Apple. A lei il compito di seguire le vendite dei prodotti di Cupertino negli Apple Store di tutto il mondo.

Apple ha annunciato Lunedì di aver assunto la CEO di Burberry Angela Ahrendts per guidare la strategia di vendita al dettaglio dei suoi prodotti. Angela avrà una posizione agli alti vertici della società di Cupertino a partire dalla prossima primavera.

angela-ahrendts

Ahrendts, che è stata cresciuta da "madre spirituale e padre filosofo", dice lei crede nel potere motivazionale dell'energia: "Pensate all'energia quasi come l'elettricità emotiva; ha un modo potente di unire la gente comune, connettere il loro spirito, di fare cose straordinarie", ha detto.

Ahrendts, dopo aver lavorato per uno dei marchi più lussuosi della moda, sarà a capo delle vendite di Apple nei 416 Store sparsi in giro per il mondo. La sua esperienza nel campo della moda si unirà a quella di Paul Deneve che da amministratore delegato di Yves Saint Laurent è arrivato in Apple per ''progetti speciali'' e a quella di Mickey Drexler, ex presidente e CEO del gruppo di scarpe e abbigliamento J Crew che ora fa parte del team di Apple.

"Chiaramente, i negozi Apple sono un successo fenomenale. Ma negli ultimi quattro o cinque anni, non credo di aver contribuito alla costruzione effettiva del marchio", ha dichiarato Neil Stern, senior partner di McMillan Doolittle, una società di consulenza di vendita al dettaglio a cui Apple ha fatto affidamento.

La moda e la tecnologia hanno ben poco in comune, ma Ahrendts ha in attivo la gestione di una catena di negozi altamente sviluppati e specificamente progettati per la vendita al dettaglio in 13 paesi dei prodotti di Burberry. La sua assunzione è puramente e semplicemente perchè Apple possa arrivare ad avere una gestione intelligente dei suoi prodotti a livello mondiale, il tutto mantenendo un marchio ben definito, quello della Mela come la conosciamo noi oggi. E' significativo il fatto che Cook è disposto ad aspettare nove mesi per mettere Ahrendts dietro una scrivania a Cupertino, perché crede che lei sarà un partner perfetto per la futuro e lo sviluppo dell'immagine di Apple. Il precedente capo delle vendite al dettaglio della società, John Browett, ha fallito le aspettative dopo soli sei mesi perché ha messo davanti i ricavi prima delle persone. Voleva spingere i prodotti, non arricchire la vita.

Angela riporterà direttamente a Cook e si occuperà "della supervisione della direzione strategica, dell'espansione e della gestione operativa degli Apple Store e degli Apple Online Store" spiega la nota ufficiale di Apple.

A prendere il posto di Ahrendts in Burberry sarà Christopher Bailey, attuale chief creative officer di Burberry.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?