Apple, nuovo brevetto: i magneti di iPad usati per collegare accessori

 

La capacità magnetica dell'iPad potrebbe aiutare gli utenti ad associare una serie di accessori al loro tablet

Scritto da Simone Ziggiotto il 20/02/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Apple, nuovo brevetto: i magneti di iPad usati per collegare accessori

La capacità magnetica dell'iPad potrebbe aiutare gli utenti ad associare una serie di accessori al loro tablet.

Pubblicato Giovedi dal Patent and Trademark Office degli Stati Uniti, un brevetto opportunamente denominato "Unità di attacco magnetico" descrive come il sistema di magnetismo attuale dell'iPad potrebbe essere sfruttato per collegare accessori esterni al tablet, come stand, Touchpad, joystick, macchine fotografiche e così via. A questo punto, i proprietari di iPad sarebbero in grado di accoppiare il tablet con un accessorio senza dover contare sul connettore dock.

Grazie al magnetismo dell'iPad, gli accessori sarebbero in grado di connettersi da qualsiasi lato del tablet, compresa la parte inferiore, così da poterci 'attaccare' eventuale stand e tastiere compatibili. IOS di Apple potrebbe supportare la tecnologia, così gli utenti iPad avrebbero la possibilità di attaccare o staccare un accessorio semplicemente premendo il tasto home.

Due iPad potrebbero anche collegarsi tra loro per espandere le loro capacità. Per esempio, i contenuti visualizzati sullo schermo di un iPad potrebbero essere estesi da un iPad all'altro. Si potrebbe anche visualizzare una tastiera virtuale sullo schermo di un iPad ed utilizzare il secondo iPad per lavoro (così la tastiera non va a coprire metà schermo come accade ora su un unico iPad).

Infine, il deposito del brevetto descrive un anello magnetico che permette di passare la mano sopra lo schermo per attivare alcune funzioni.

Come sempre ricordiamo quando vi riportiamo i dettagli di un deposito di brevetto non significa che la tecnologia potrà mai diventare una realtà. Tuttavia, dal momento che i magneti sono già incorporati nell'iPad per sostenere le Smart Case, si tratterebbe solo di sfruttare una tecnologia già esistente per ampliare le capacità del prodotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?