Steve Jobs: il mercato delle TV un 'terribile business'

 

Prima di dimettersi come CEO, il co-fondatore di Apple Steve Jobs avrebbe detto ad alcuni suoi colleghi che non pensava che Apple dovrebbe mai entrare nel business dei televisori a causa dei bassi margini di profitto di questo mercato, secondo un nuovo libro in uscita negli USA

Scritto da Simone Ziggiotto il 17/03/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Steve Jobs: il mercato delle TV un 'terribile business'

Prima di dimettersi come CEO, il co-fondatore di Apple Steve Jobs avrebbe detto ad alcuni suoi colleghi che non pensava che Apple dovrebbe mai entrare nel business dei televisori a causa dei bassi margini di profitto di questo mercato, secondo un nuovo libro in uscita negli USA.

Nonostante anni di voci insistenti e speculazioni, Steve Jobs non era a favore di produrre un televisore a marchio Apple. I rumors secondo cui Apple aveva in cantiere un televisore in grado di connettersi ad Internet circolano dal 2009, tra cui ricordiamo una previsione di un analista secondo cui Apple avrebbe prodotto un televisore entro la fine del 2012 o all'inizio del 2013.

Tuttavia, nel corso di una riunione nel 2010, pochi mesi prima delle dimissioni di Jobs come CEO della società, il co-fondatore di Apple avrebbe detto di fronte ad un centinaio di suoi colleghi che egli non pensava che Apple avrebbe mai fatto un televisore, per il semplice motivo che il mercato televisivo non è un buon business su cui puntare. Questa dichiarazione presunta di Jobs sarà contenuta in un nuovo libro che uscirà negli Stati Uniti da Martedì.

In "Haunted Empire: Apple dopo Steve Jobs", l'ex reporter del Wall Street Journal Yukari Iwatani Kane tratta anche la questione 'se Apple avrebbe mai intenzione di produrre un televisore'. Secondo alcuni estratti del libro di Kane pubblicati Domenica da Business Insider, Jobs aveva incoraggiato i colleghi al raduno aziendale dei "Top 100" - dove hanno partecipato i migliori 100 dirigenti e dipendenti di Apple - a chiedergli qualsiasi cosa sulla società, a prescindere da quanto "stupida o offensiva" potesse sembrare.

A quanto pare incoraggiato da Jobs, un impiegato ha colto l'occasione per chiedere se la società avrebbe mai rilasciato un televisore prodotto da Apple. Kane dice che "Jobs non ha esitato" dicendo "No". La "TV è una cosa terribile", avrebbe detto Jobs, secondo il racconto di Kane. "Loro non girano e i margini [di profitto] fanno schifo".

Questo episodio sembra contraddire dettagli rivelati nel 2011 nella biografia dal titolo "Steve Jobs", in cui Walter Isaacson ha dichiarato che Jobs sperava di cambiare l'industria televisiva o meno allo stesso modo in cui ha trasformato l'industria informatica, musica e telecomunicazioni.

Avrebbe voluto fare dei televisori quello che aveva fatto per i computer, lettori musicali e telefoni: renderli semplici ed eleganti.

'Mi piacerebbe creare un televisore integrato che è completamente facile da usare', mi disse. 'Sarebbe perfettamente sincronizzato con tutti i dispositivi e con iCloud'. 'Gli utenti non dovrebbero più giocherellare con telecomandi per lettori DVD e canali via cavo'. 'Avrà l'interfaccia utente più semplice che si possa immaginare'.

Kane riferisce che alcune persone nel corso della riunione credevano ai commenti di Jobs, mentre alcune società "veterane" in sala non erano convinte che il compianto Steve è stato del tutto onesto. Tuttavia, Business Insider fa giustamente notare che sono passati più di tre anni da quando Jobs avrebbe fatto quei commenti e Apple deve ancora rilasciare un televisore. Un motivo ci sarà.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?