Tim Cook di Apple: Orgoglioso di Essere Gay

 

L'amministratore delegato di Apple Tim Cook discute pubblicamente il suo orientamento sessuale per la prima volta pubblicamente, nel tentativo di aiutare chiunque "lotta per venire a patti con chi lui o lei è"

Scritto da Simone Ziggiotto il 31/10/14 | Pubblicata in Apple | Archivio 2014

 

Tim Cook di Apple: Orgoglioso di Essere Gay

L'amministratore delegato di Apple Tim Cook discute pubblicamente il suo orientamento sessuale per la prima volta pubblicamente, nel tentativo di aiutare chiunque "lotta per venire a patti con chi lui o lei è".

Il CEO di Apple Tim Cook ha riconosciuto pubblicamente il suo orientamento sessuale per la prima volta, dicendo: "Sono orgoglioso di essere gay. Ritengo che essere gay sia tra i più grandi doni che Dio mi ha dato."

In una intervista rilasciata a Bloomberg Businessweek, Cook, che è amministratore delegato di Apple da tre anni, descrive come è stato aprirsi circa la sua sessualità con molte persone, ma ha cercato di mantenere una certa privacy a livello pubblico. Egli cita Martin Luther King Jr. nel descrivere come ha deciso di bilanciare il suo desiderio di mantenere la sua privacy pur essendo nella sua posizione di ruolo, data anche la sua capacità di parlare apertamente sulle questioni di discriminazione.

"Un sacco di colleghi alla Apple sanno che sono gay, e non sembra fare la differenza nel modo in cui mi trattano", scrive Cook. "Certo, ho avuto la fortuna di lavorare in una società che ama la creatività e l'innovazione e sa che può fiorire solo quando si abbracciano le differenze delle persone. Non tutti sono così fortunati".

"Io non mi considero un attivista," continua, "ma mi rendo conto di quanto ho beneficiato dal sacrificio degli altri. Quindi, se sentire che il CEO di Apple è gay può aiutare qualcuno, o portare conforto a chi si sente solo, o ispirare le persone a insistere sull'uguaglianza, allora vale la pena uscire dal mio stato di privacy".

Tim Cook Apple

"Essere gay mi ha dato una più profonda comprensione di ciò che significa essere una minoranza", dice Cook. "E' stata una cosa dura e scomoda, a volte, ma mi ha dato il coraggio di essere me stesso, di seguire la mia strada, e di superare le avversità e il bigottismo. Mi ha anche dato la pelle di un rinoceronte, che torna utile quando si è 'il CEO di Apple'".

Di 53 anni nato in Alabama, Tim Cook si descrive come "un ingegnere, uno zio, un amante della natura, un amante del fitness, un figlio del Sud, un fanatico dello sport, e molte altre cose". Egli è entrato in Apple nel 1998 da IBM temporaneamente prendendo il posto di Steve Jobs come CEO di Apple nel 2009. E' stato poi nominato alla posizione in modo permanente nel 2011, sei settimane prima della morte prematura di Jobs.

Nonostante non abbia mai pubblicamente riconosciuto la sua sessualità prima di oggi, Tim Cook da diversi anni è stato inserito nella lista della rivista annuale Out dei più potenti e influenti uomini e donne gay negli Stati Uniti. Nel 2011, in particolare, la rivista statunitense Out lo ha messo al primo posto della classifica annuale "Power 50" che include le persone LGBT più influenti nel mondo, sebbene all'epoca non avesse ancora ufficialmente dichiarato il proprio orientamento sessuale.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?