WhatsApp ha 250mln di utenti attivi, in crisi gli SMS

 

Sale a 250 milioni il numero di utenti attivi di WhatsApp, superando concorrenti come Twitter, Skype e Facebook Messenger

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/06/13 | Pubblicata in Applicazioni | Archivio 2013

 

Sale a 250 milioni il numero di utenti attivi di WhatsApp, superando concorrenti come Twitter, Skype e Facebook Messenger. Il servizio di messaggistica è cresciuto rapidamente nel corso degli ultimi anni, mettendo in crisi il mercato dei messaggi di testo.

La base di utenti attivi di WhatsApp potrebbe essere un motivo di preoccupazione per alcune aziende tecnologiche e operatori wireless. Il servizio di messaggistica ha infatti annunciato che ha più di 250 milioni di utenti attivi, arrivando alla pari di Skype, Facebook Messenger, e Twitter, secondo il Wall Street Journal.

I più recenti numeri che riguardano Twitter mostrano più di 200 milioni di utenti attivi al mese, mentre Skype sono 280 milioni mentre di Facebook Messenger non sono segnalati, ma quest'ultima applicazione è classificata al sesto posto tra le applicazioni gratuite in Google Play, secondo il WSJ.

WhatsApp

Negli Stati Uniti, WhatsApp è al primo posto tra le applicazioni a pagamento su iTunes Store e tra le 31 applicazioni gratuite nel Google Play Store (l'app costa 99 centesimi per iOS ed è gratuita su Android per il primo anno, e poi costa 99 centesimi). Durante la conferenza AllThingsD del mese di aprile, l'amministratore delegato di WhatsApp Jan Koum ha fatto capire che il servizio aveva già superato gli utenti attivi di Twitter.

Oltre ad avere milioni di utenti, WhatsApp è anche luogo di scambio di miliardi di messaggi ogni giorno. Il servizio ha annunciato la scorsa settimana di aver raggiunto il nuovo record di gestire più di 27 miliardi di messaggi in un periodo di 24 ore. Il precedente record del servizio è stato registrato nello scorso mese di dicembre, quando ha gestito 18 miliardi di messaggi in un giorno.

Gli operatori di rete hanno un grande profitto sullo scambio dei messaggi di testo tra i clienti, e applicazioni come WhatsApp stanno compromettendo questi guadagni. Dal momento che WhatsApp offre una alternativa gratuita agli sms, gli utenti non devono pagare per mandare o ricevere messaggi. Secondo un rapporto pubblicato in aprile dalla società di ricerca Informa, l'uso dei messaggi di testo è in declino a causa delle applicazioni di chat, che diventano oggi il metodo preferito di comunicazione degli utenti.

Tuttavia, Koum ha detto durante la conferenza AllThingsD che i vettori possono facilmente ovviare al problema dei messaggi perchè il guadagno arriva dall'offerta dati che gli utenti sottoscrivono, in quanto WhatsApp necessita di una rete di scambio dati per funzionare, e non sempre quando si è in giro si trovano reti Wi-Fi libere. Koum ha detto di aver preso parte ad una serie di colloqui per stringere accordi con i carrier per lanciare offerte locali come un "pass di roaming" per consentire agli utenti di viaggiare all'estero e poter usare WhatsApp, senza costi aggiuntivi rispetto all'abbonamento internet sottoscritto nel proprio paese.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?