Opera Next 15 con motore WebKit disponibile in beta

 

Opera ha rilasciato la beta della nuova versione del suo browser desktop, Opera Next 15, basato sul motore di rendering WebKit

Scritto da Simone Ziggiotto il 28/05/13 | Pubblicata in Browser | Archivio 2013

 

Opera ha rilasciato la beta della nuova versione del suo browser desktop, Opera Next 15, basato sul motore di rendering WebKit.

Opera ha rilasciato la versione beta della prossima iterazione principale del suo browser desktop, Opera Next 15. Di gran lunga il più grande cambiamento in questo aggiornamento è il passaggio dal motore di rendering di lunga data Opera Presto al più onnipresente motore di rendering WebKit.

Altri importanti cambiamenti in questa versione includono una interfaccia completamente rinnovata. Si noterà che la barra degli indirizzi e la barra di ricerca sono finalmente state combinate in un'unica barra (come su Chrome, per intenderci). La schermata di selezione rapida ha un nuovo look, con il supporto per le cartelle, e ci sono due nuove schede - Stash e Discover.

Opera Next 15 beta

Stash è un luogo dove è possibile memorizzare temporaneamente le pagine web che si desidera consultare più tardi. Quando si è in una pagina, è sufficiente fare clic sul simbolo del cuore nella barra degli indirizzi per fare in modo che la pagina venga aggiunta alla propria lista. Una volta che si sono consultate tutte le pagine aggiunte, è possibile rimuoverle con un click di un pulsante.

La scheda Discover è qualcosa che è stato preso dalla versione mobile di Android. Qui, il browser ci presenta  vari contenuti raccolti da più fonti di tutto il web che coprono una vasta gamma di argomenti di notizie come intrattenimento, sport, stile di vita, automobilismo, scienza, notizie, tecnologia, viaggi, ecc. È anche possibile scegliere di vedere tutti i contenuto 'top' o di una particolare categoria. È anche possibile scegliere il proprio paese per localizzare meglio il flusso di contenuti.

Infine, Opera ha ora rimosso il client integrato di posta dal browser e lo ha trasformato in un client standalone che, chi vorrà continuare ad usarlo, dovrà scaricare il pacchetto d'installazione separatamente.

Dai primi feedback di chi ha avuto modo di provare il nuovo Opera Next 15, le pagine vengono caricate molto più velocemente e la compatibilità con i componenti di pagine anche complesse (javascript, css, immagini, ecc.) da elaborare è abbastanza buona. Alcuni test benchmark hanno anche rivelato che Opera 15 è simile a Chrome 27 e a Safari 6, nonostante tutti e tre i browser eseguano lo stesso motore di rendering, WebKit. E questa è solo la versione beta, la versione finale è probabile che sarà ancora migliore. Nel complesso, la nuova versione di Opera sembra abbastanza promettente e vale sicuramente la pena provarla.

E' possibile scaricare la beta di Opera Next 15 per PC Windows o Mac dal sito Opera.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?