Bambino di 8 anni uccide la nonna: il videogame GTA nuovamente sotto accusa

 

Non è la prima volta che leggiamo in un giornale di persone che dopo aver finito di giocare ad un Videogame si spingono a commettere dei reati, ma non è sempre colpa dei videogiochi bisogna analizzare il caso più a fondo

Scritto da Pietro Oliveri il 26/08/13 | Pubblicata in Giochi | Archivio 2013

 
Non è la prima volta che leggiamo in un giornale di persone che dopo aver finito di giocare ad un Videogame si spingono a commettere dei reati, ma non è sempre colpa dei videogiochi bisogna analizzare il caso più a fondo. Oggi vi parlo di Marie Smothers, una signora di 87 anni uccisa con un colpo di pistola dal nipote di 8 anni che aveva appena finito di giocare a Grand Theft Auto (GTA).


Il racconto si svolge a Slaughter (Louisiana) e la domanda nasce ovviamente spontanea: il bambino può essere stato influenzato a commettere il reato dal Videogame? La risposta è SI, può anche darsi ma cosa ci faceva una pistola calibro 38 praticamente incustodita in un cassetto a casa della nonnina?

Lo sappiamo in America procurarsi un’arma è più facile che bere un caffè ed un bambino dell’età di 8 anni ha una curiosità estrema che lo spinge a toccare qualsiasi cosa, abbiamo tutti giocato a “guardie e ladri” e tutti abbiamo combinato i nostri guai chi più e chi meno.

E’ molto probabile che il bambino abbia scambiato per un gioco l’arma trovata nel cassetto della nonna e che contento di mostrarla non abbia esitato a spararle un colpo addosso senza immaginare quali sarebbero state le conseguenze.

Bisogna quindi tener conto sia che il bambino abbia commesso il fatto magari imitando il suo eroe presente in GTA sia che la signora aveva un’arma carica ed incustodita in casa.

Molto probabilmente il bambino non avrà nessun procedimento legale dato che per legge sotto i 10 anni nessun reato è impunibile mentre la povera nonnina ha pagato a caro prezzo la sua incoscienza.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?