Google Camp: il nuovo antivirus dentro Chrome

 

Google ha presentato CAMP, il progetto che porta di fatto il colosso di Mountain View nel mercato dei software antivirus

Scritto da Simone Ziggiotto il 18/04/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Google ha presentato CAMP, il progetto che porta di fatto il colosso di Mountain View nel mercato dei software antivirus. CAMP un progetto che potrebbe portare un antivirus nel browser Google Chrome, tramite un'estensione. Il progetto è in fase avanzata di realizzazione, e promette di bloccare fino al 99 per cento dei malware.

Google sta sviluppando il nuovo progetto CAMP (Content-Agnostic Malware Protection) con l'obiettivo di eliminare quasi nel suo totale la diffusione di malware che circola in rete, pari a circa il 99 per cento. Google in questo modo metterà a dura prova la vita dei cyber-criminali, ma allo stesso tempo metterà in ginocchio le aziende che producono e vendono software di protezione antivirus, Symantec per citare la più popolare.

Google CAMP

Stanno seguendo il progetto Google CAMP diversi ingegneri e ricercatori universitari, come Moheeb Abu Rajab, Lucas Ballard, Noé Lutz, Panayotis Mavrommatis e Niels Provos. Lo scopo del team di sviluppo di CAMP è quello di arrivare dove le applicazioni antivirus oggi disponibili non riescono, al fine di rendere più performante e sicuro il browser Chrome.

CAMP inizialmente sarà solo un'estensione per il browser Chrome, quindi sta poi all'utente decidere se attivare o meno lo strumento. Il tool sarà in grado di analizzare sia i file in esecuzione che i download. Nel caso in cui CAMP rileva una minaccia, intervengono i server di Google a cui 'viene chiesto' se il file sospetto è una reale minaccia oppure no. Il tutto avviene attraverso la rete internet, ma non solo: sul proprio PC sarà residente una parte di questo archivio, mentre online sui server Google sarà depositato tutto il resto. Se nel corso dell'analisi risulta che il file è una minaccia per il dispsoitivo, il documento viene bloccato e l'utente informato con un messaggio. CAMP sarà anche in grado di analizzare gli indirizzi web, per determinare se si sta accedendo ad un sito ritenuto pericoloso e che andrebbe bloccato.

Google CAMP

Google CAMP non sarà una novità in termini di innovazione tecnologica, in quanto esistono già degli strumenti che fanno più o meno la stessa cosa, come il Norton Internet Security che analizza tutti i file che vengono scaricati dal browser piuttosto che segnalare con una stella gialla, verde o rossa se un sito è pericoloso o al fianco dei risultati delle ricerche. Esistono già quindi antivirus che usano il sistema basato sulla reputazione dei file, analisi in tempo reale e cloud computing.

Secondo quanto pubblicato da Google nel documento che spiega il progetto, CAMP è in grado di individuare e bloccare il 70 per cento delle minacce localmente, e arrivare al 99 per cento tramite comunicazione con i server Google. CAMP vanta un database di potenziali minacce e indirizzi di siti pericolosi che è il frutto dell'attività quotidiana di monitoraggio sulla Rete attuata da Google e dai suoi specialisti di sicurezza. Il campione è di circa 200 milioni di utenti unici e decine di milioni di studi di reputazione.

Google al momento non ha comunicato quando CAMP sarà reso disponibile, ma ha spiegato che la fase di sviluppo è ad uno "stato avanzato", per cui ci aspettiamo che la versione pubblica sarà disponibile entro poche settimane. E' innegabile che un antivirus di Google attirerà il grande pubblico, special modo se sarà gratuito (forse inizialmente, ma poi lo dubito). Probabilmente l'unico limite inizialmente sarà la compatibilità del tool con i browser, che richiederà Chrome, ma non si esclude in futuro il supporto anche per Mozilla Firefox e Internet Explorer.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?