I Google Glass in commercio tra un anno

 

Manca circa un anno all'arrivo dei Google Glass, gli occhiali smart di Google con tanto di schermo, videocamera e sistema operativo Android

Scritto da Maurizio Giaretta il 24/04/13 | Pubblicata in Google | Archivio 2013

 

Manca circa un anno all'arrivo dei Google Glass, gli occhiali smart di Google con tanto di schermo, videocamera e sistema operativo Android.

La sperimentazione degli occhiali 'intelligenti' di Google negli Stati Uniti è cominciata qualche settimana. I più intraprendenti e fortunati, versando 1.500 dollari più tasse hanno ricevuto a casa il loro paio (qualcuno ha cercato pure di venderlo su Amazon, senza riuscirci). Molte riviste online hanno già presentato le prime recensioni, che sono mediamente positive, anche se lasciano aperto il problema dell'invasione della privacy.

Si immagini che cosa possano fare migliaia (se non milioni) di persone che indossano gli occhiali e che registrano tutto quello che vedono a ciclo continuo: chiunque, volente o nolente, finirebbe sotto l'occhio del Grande Fratello. In tal senso Eric Schmitd si è limitato a dire di amare le persone che criticano le cose senza averle ancora viste.

"Sono in arrivo probabilmente tra un anno"

Lo stesso Schmidt, presidente esecutivo della Grande G, ha precisato che i Glasses non saranno a disposizione degli utenti prima ancora di un anno. "Sono in arrivo probabilmente tra un anno" ha affermato in un'intervista rilasciata alla BBC Radio 4. Arriveranno dunque entro il 2014 e con buona probabilità entro la prima metà dell'anno.

In ogni caso ci saranno "migliaia" di sviluppatori che avranno l'opportunità di lavorare con gli occhiali in questi e nei prossimi mesi, in maniera da alimentare al'ecosistema di applicazioni e servizi compatibili.

Fino a pochi giorni fa si pensava che gli occhialini sarebbero entrati in commercio entro la fine del 2013; evidentemente alcune cose sono cambiate.

Quando si sviluppa un nuovo prodotto, per non lanciarlo allo sbaraglio è giusto farlo provare alle persone, raccogliendo tutti i suggerimenti possibili. Solo in questa maniera si riescono limare i difetti e a sviluppare i pregi. Chissà, in ogni caso, se Google sta lavorando proprio per arginare i dubbi sulla privacy...

I merito al problema della sicurezza personale, lo stesso Schmidt ha infatti ammesso nell'intervista che sarebbe meglio che le persone non li usassero nelle situazioni nelle quali registrare non è corretto. Da queste parole sembra che non esista un sistema infallibile per garantire agli altri la privacy. Staremo a vedere come si svilupperà la faccenda.

I Google Glass saranno prodotti negli Stati Uniti

Niente delocalizzazione per la realizzazione del Project Glass della Grande G. Secondo un report gli occhialini intelligenti, che attualmente sono in fase di sperimentazione e che arriveranno nel mercato entro la fine dell'anno, saranno prodotti direttamente negli Stati Uniti.
 
Secondo quanto riporta il Financial Times, la produzione di massa dei Google Glass sarà effettuata sul terreno statunitense e per la precisione nello stabilimento Foxconn di Santa Clara, in California.
 

 
Il risultato? Il prodotto negli stadi iniziali sarà costoso e avrà una fase di produzione piuttosto complicata. Per tale motivo sembra che la Grande G preferisca monitorare da vicino il processo, in maniera da ottimizzarlo al meglio. Si tratta di un nuovo caso di Back To Home, con aziende, soprattutto multinazionali, che iniziano a riportare le produzioni nei propri paesi di riferimento. In alcuni casi, probabilmente, la Cina non è cosi vantaggiosa.
 
Non sarebbe infatti la prima volta che una società americana decide di prodursi qualcosa in casa. La stessa scelta dall'importante valenza simbolica era stata fatta anche con Nexus Q, un prodotto di streaming multimediale. E' vero, si sapeva già che non ne sarebbero stati venduti troppi esemplari; Andy Rubin in tal senso aveva parlato di un esperimento atto a vedere come avrebbe reagito la clientela (costa di più produrre un prodotto negli USA che in Cina).
 
Torniamo a parlare dei Google Glass. La produzione iniziale comincerà nelle prossime settimane. Sarà più limitata, si legge nell'articolo, rispetto a quella di Lg Nexus 4 o di Google Nexus 7 (si parla di poche migliaia). Anche questo sarà uno dei fattori che andrà a incidere sul prezzo.
 
Prima abbiamo accennato al costo 'alto'. Ora non sappiamo a quanto possa ammontare, tuttavia per farci un'idea possiamo prendere come riferimento i 1.500 dollari (più tasse) che un mese fa sono stati domandati a tutti coloro che hanno voluto entrare a far parte della sperimentazione. Da noi sarà difficile vederne, considerato che la proposta era limitata ai residenti degli Stati Uniti.
Abbiamo già parlato delle potenziali applicazioni che questi occhiali intelligenti potranno avere nella vita di tutti i giorni. Che possano sostituire, nel corso degli anni, gli smartphones e i cellulari rimane da vedere. In ogni caso il loro ingombro sarà lo stesso di quando indossiamo un paio di occhiali. Consentiranno di registrare e di vedere i video, di fare chiamate, di interagire sfruttando i comandi vocali, di aggiornare lo status sou social network e così via.
C'è già qualcuno però che li reputa ingombranti. Un bar di Seattle li ha già vietati.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?