Recensione: LG G2 innovativo, forse troppo

 

Prendiamo come spunto l'analisi che BGR ha fatto per evidenziare i pro e i contro del nuovo smartphone Lg G2, in arrivo nei negozi italiani il 30 Settembre al prezzo di 599 euro

Scritto da Maurizio Giaretta il 16/09/13 | Pubblicata in Lg Electronics | Archivio 2013

 

Prendiamo come spunto l'analisi che BGR ha fatto per evidenziare i pro e i contro del nuovo smartphone Lg G2, in arrivo nei negozi italiani il 30 Settembre al prezzo di 599 euro.

Fotogallery

Il titolo della recensione è "LG G2: un passo avanti, due passi indietro". Le aspettative dell'autore, che con il primo Lg Optimus G era rimasto piuttosto impressionato, non sono state rispettate. G2 ha ottime caratteristiche, per carità, ma con alcune luci e ombre.

Innanzitutto viene considerato che anzichè focalizzarsi su poche novità veramente innovative, LG ha seguito i passi di Samsung presentandone uno "spam". Tradotto, ci sono molte nuove funzioni software nell'interfaccia Optimus, forse troppe, e non tutte saranno mai usate dall'utente.

Tra l'altro sono praticamente uguali a quelle che sono state presentate su Samsung Galaxy S4: Voice Mate è la risposta a S Voice, che a sua volta era stata la risposta a Siri. E ce n'è un'altra che blocca la riproduzione dei video se si distoglie lo sguardo dallo schermo.

Vengono fatte notare poi due cose. Primo, gli utenti si devono sorbire un'enorme quantità di popup nella prima ora d'uso; secondo, si finirà col dimenticarsi quasi tutte le nuove funzioni.

Lo schermo IPS LCD è molto bello, anche se la risoluzione full HD continua a essere ridicola per uno smartphone. Sui 5,2 pollici ci sono 423 pixel per pollice. Che, tradotto, significa consumo inutile di batteria.

Un particolare piuttosto disgustoso è la scocca posteriore. Il materiale che è stato usato si sporca con fin troppa facilità. Considerato che non si vive in un ambiente asettico, e che comunque nella pelle c'è sempre una certa quantità di unto, ecco qual è il risultato dopo appena un giorno e mezzo d'uso.

Il telefono è piuttosto lercio; pertanto viene consigliato caldamente di non usarlo senza una custodia protettiva.

Poi, come si può notare, alcuni dei pulsanti sono stati spostati dal margine laterale sul retro. Considerato che il pulsante on/off si preme almeno una 50ina di volte al giorno, la sua nuova posizione alla lunga risulta essere abbastanza scomoda. Fortunatamente è possibile sfruttare una funzione software che attiva e disattiva lo schermo con un doppio tap.

Queste sono le note dolenti di Lg G2. Tutto il resto, comunque, è positivo o molto positivo. Si parte dal prezzo: considerato che si tratta di un top di gamma, 599 euro sono inferiori rispetto ai 699 euro che solitamente sono richiesti per questa fascia di telefoni.

Il processore è molto potente; lo schermo è molto bello da vedere; è presente una batteria a 3000 mAh che serve ad aumentare l'autonomia (si supera tranquillamente la giornata); la fotocamera da 13 Megapixel con stabilizzatore ottico, o OIS, da ottimi risultati.

E' possibile leggere la recensione originale in questa pagina. Per conoscere tutti gli altri dettagli, consigliamo di consultare la scheda tecnica di Lg G2 su PianetaCellulare.it.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?