Steve Ballmer non ha abbandonato spontaneamente Microsoft

 

Sembra che la vicenda dell’abbandono di Microsoft da parte di Steve Ballmer sia ben diversa da come è stata raccontata nei giorni scorsi, a dichiararlo è Kara Swisher giornalista del portalo “All Things Digital” inserto a tema tecnologico del Wall Street Journal

Scritto da Pietro Oliveri il 27/08/13 | Pubblicata in Microsoft | Archivio 2013

 

Sembra che la vicenda dell’abbandono di Microsoft da parte di Steve Ballmer sia ben diversa da come è stata raccontata nei giorni scorsi, a dichiararlo è Kara Swisher giornalista del portalo All Things Digital” inserto a tema tecnologico del Wall Street Journal.


Kara ha dichiarato di aver sentito dozzine di persone sia interne all’azienda sia esterne ed è arrivata ad una conclusione: Steve Ballmer non ha lasciato spontaneamente Microsoft ma è stato costretto dai dirigenti a farlo.

Già diverse volte alcuni dirigenti avevano richiesto l’espulsione di Steve ma il fondatore Bill Gates aveva opposto resistenza salvandolo da una fine ormai certa, questa volta invece Bill sembra aver ascoltato la richiesta del resto dei colleghi costringendo Steve all’addio.

L’addio di Steve è sicuramente un segno di svolta, le quotazioni in borsa sono schizzate praticamente subito dopo l’annuncio raggiungendo un aumento di 9 punti, segno che anche gli azionisti hanno apprezzato questo nuovo cambio di timone.

Non si può difendere in alcun modo Steve, da quando ha preso in mano le redini dell’azienda la capitalizzazione di Microsoft è crollata da 600 a 270 Miliardi.

Sono state le scelte effettuate a far perdere denaro, tempo e mercato a Microsoft si perché mentre tutti puntavano verso l’innovativa denominata Tablet Microsoft continuava a spingere sul mercato dei PC non accorgendosi che in realtà gli apparecchi portatili ci stanno portando alla quasi totale sostituzione del Personal Computer.

Una volta capito l’errore anche Microsoft ha deciso di buttarsi nel mercato dei tablet ma l’ha fatto troppo tardi, gli altri si erano già presi la loro fetta di mercato e l’azienda non ha potuto far altro che restare a guardare la figuraccia fatta dal Microsoft Surface.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?