Smartphones Motorola, tutti in attesa dell'effetto Wow

 

Google ha acquistato Motorola ancora l'anno scorso

Scritto da Maurizio Giaretta il 04/03/13 | Pubblicata in Motorola | Archivio 2013

 

Google ha acquistato Motorola ancora l'anno scorso. Strano ma vero, nonostante siano passati nove mesi, dalla costosa unione non è ancora nato il primo genito. Tutti i telefonini che sonon stati realizzati finora sono ancora figli della vecchia dirigenza e continueranno a esserlo per ancora alcuni mesi.

Il CFO di Google Patrick Pichette alla Morgan Stanley Technology Conference ha affermato che non si è ancora visto l'"effetto wow caratteristico degli stantard della Grande G" poichè la catena di produzione riflette ancora il lavoro fatto di 18 mesi fa.

Ciò significa che per vedere un vero e proprio smartphone "Google-Motorola" ce ne potrebbero volere altri nove.

In questo periodo i dirigenti saranno impegnati a tenere viva l'attenzione per i modelli attuali, che rischiano inevitabilmente di essere bruciati dalla consapevolezza che a breve ne arriveranno di nuovi di prossima generazione. D'altronde, chi acquisterebbe un telefono Motorola ora, sapendo che tra qualche mese sarà già superato?

Motorola rischia di bruciarsi da sola

Tuttavia continuare ad affermare che "il meglio è in arrivo", se da un canto è rassicurante, dall'altro rischia di generare l'Effetto Osborne, ovvero "l'impatto che ha sulle vendite dei prodotti in commercio l'annuncio di un futuro prodotto dato molto tempo prima della sua effettiva disponibilità. Il nome deriva da Osborne Computer Corporation, la prima azienda che pagò per le errate scelte commerciali nella tempistica di presentazione dei suoi futuri computer" (fonte Wikipedia).

Nella storia recente della telefonia mobile troviamo un paio di esempi eclatanti con rischio effetto Osborne: Nokia, che ha dovuto valorizzare i telefonini Symbian nonostante si sapesse già che sarebbero stati abbandonati in favore di Windows Phone, e BlackBerry, che negli 8-10 antecedenti all'introduzione della nuova piattaforma BlackBerry 10 ha deciso di non produrre più smartphones.

 

ULTIMI ANNUNCI

Tornando a Motorola, gli ultimi annunci eccellenti della società americana risalgono ancora a Settembre 2012. A New York era stata presentata la nuova gamma di rasoi Razr M, Razr HD e Razr Maxx HD. Peccato che questi modelli, che abbiamo avuto occasione di vedere in questi giorni al Mobile World Congress, non siano stati commercializzati in Italia.

Motorola Razr M ha un pannello Super AMOLED Advanced a 540x960 pixel con diagonale a 4,3 pollici e protezione Gorilla Glass, fotocamera principale a 8 Mpx (più secondaria VGA), memoria interna da 8 GB espandibile, 1 GB di RAM, processore dual core, batteria a 2000 mAh, spessore 8,3 millimetri e parte posteriore in fibra kevlar.

Motorola Razr HD ha uno schermo ad alta definizione Super AMOLED con diagonale a 4,7 pollici e protezione Gorilla Glass, piattaforma Android, processore dual core, 1 GB di RAM, memoria interna da 16 GB espandibile, fotocamera principale a 8,0 Mpx (più frontale a 1,3 Mpx) con flash LED, batteria a 2530 mAh, spessore di 8,4 millimetri, scocca posteriore in Kevlar.

Motorola Razr Maxx HD è il successore di Razr Maxx ed è caratterizzato, oltre dallo schermo in alta definizione analogo a quello del collega Razr HD, dalla batteria decisamente superiore rispetto alla media (3300 mAh). Inoltre ha un processore dual core supportato da 1 GB di RAM, fotocamera a 8 Megapixel con flash LED e registrazione video Full HD, 32 GB di memoria interna espandibili con schede di tipo microSD e parte posteriore - naturalmente - in kevlar.

Motorola Razr HD: anteprima dal MWC 2013


Motorola Razr I: anteprima dal MWC 2013


Motorola Razr Maxx in anteprima


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?