Motorola Moto X: Aggiornamento Fotocamera e iCloud Migration Tool

 

Non è in vendita in Italia, ma negli Stati Uniti sta facendo (ben) parlare di se

Scritto da Maurizio Giaretta il 24/09/13 | Pubblicata in Motorola | Archivio 2013

 

Non è in vendita in Italia, ma negli Stati Uniti sta facendo (ben) parlare di se. Di che cosa stiamo parlando? Di Motorola Moto X.

Motorola Moto X

Lo smartphone, il primo che porta in toto la firma di Google, ha ottenuto un aggiornamento software che è servito a migliorare principalmente la qualità della fotocamera.

Nello specifico, è stata migliorata la ripresa della luce (bilanciamento del bianco) e l'accuratezza del colore per ottenere un'esposizione migliore nelle immagini con forti differenze di luminosità. E' stata anche migliorata la velocità di messa a fuoco nelle condizioni di bassa luminosità e nelle inquadrature in continuo movimento.

Ci sono state delle migliorie che riguardano anche la velocità di risposta agli input Touchless, il servizio Motorola Migrate Experience (che serve a trasferire i dati da uno smartphone Android vecchio) e la qualità delle chiamate vocali. Infine è stata aggiunta la promozione che offre 50 GB gratuiti di spazio su Google Drive.

L'aggiornamento è destinato agli utenti americani di T-Mobile.

Approfondimento: "Video: Drop Test di iPhone 5C, iPhone 5S, Moto X e Galaxy S4"

Moto X è uno dei pochi telefoni a essere sviluppato e prodotto negli Stati Uniti. Secondo le ultime notizie, sono circa 100.000 le unità che vengono spedite settimanalmente.

Nonostante sia difficile fare un parallelo, questa cifra stride decisamente con i 9 milioni di iPhone 5S e iPhone 5C che sono stati venduti nei primi 3 giorni di commercializzazione dalla rivale di Cupertino.

Motorola Moto X prova ad attrarre utenti iPhone con iCloud Migration Tool

Motorola intende rendere più semplice il passaggio dei dati da un telefono all'altro e così, con iCloud Migration Tool, cerca di attrarre nuovi utenti Apple iOS.
Cambiare telefono è una di quelle operazioni che a volte viene procrastinata il più possibile, solo per la scomodità che deriverebbe dal dover salvare e trasferire tutti i dati (come i contatti, i messaggi, i files di vario tipo, gli account di posta, le applicazioni e chi più ne ha più ne metta) nel nuovo apparecchio. Motorola, conscia di questo fatto, ha deciso di far diventare in discesa la strada a tutti coloro che hanno un iPhone.
 
Tutti coloro che hanno un telefono della Mela sanno che, prima di fare ad esempio un importante aggiornamento software, possono fare una copia di sicurezza dell'intero contenuto del dispositivo tramite iCloud. Con la stessa semplicità con la quale si può eseguire quest'operazione, tramite il nuovo strumento iCloud Migration Tool potranno essere trasferiti tutti i dati da un iPhone al nuovo Motorola Moto X.
 
"La strada per rendere Migrate facilissimo da usare è ancora lunga, ma è un buon inizio"

Il procedimento - dopo essersi recati su Moto Maker, il sito della società americana dal quale si possono scegliere le preferenze personali per poi concludere l'acquisto, e aver ricevuto a casa Moto X, è sufficiente accedere all'account Google, inserire le credenziali di accesso a iCloud e premere il pulsante "Begin Transfer" (comincia il trasferimento). Così facendo, i dati salvati su iCloud finiranno nell'account di Google.
 
"Spero che le persone che hanno in mente di passare da un dispositivo iOS a Moto X lo trovino utile", ha affermato Punit Soni, vice presidente del product management di Motorola. "La strada per rendere Migrate facilissimo da usare è ancora lunga, ma è un buon inizio", ha aggiunto su un articolo pubblicato su Google Plus.
 

Motorola Moto X: codice sorgente disponibile per il download

 
Come previsto dalla licenza d'utilizzo di Android, i tecnici di Motorola hanno appena reso disponibile per il download pubblico il codice sorgente del kernel del Moto X, il nuovo smartphone della casa americana che purtroppo non arriverà mai in Italia.
 
Stando a quanto possiamo leggere nelle note di rilascio, il download è disponibile per tutte e tre le varianti del telefono, vale a dire XT1053XT1056 e XT1058.
Questa notizia è stata accolta con grande felicità dagli utenti "smanettoni", dal momento che si tratta del primo passo importante per quanto riguarda la realizzazione di ROM personalizzate. Ovviamente lo sviluppo da parte dei team indipendenti è appena iniziato, e pertanto dovremo attendere ancora un po' prima che qualche progetto diventi realtà.
 
Nell'attesa di saperne di più a tal proposito, vi ricordiamo che il terminale è il primo ad essere stato realizzato completamente da Google. Alcuni dettagli della cover e del software sono personalizzabili dall'utente, al momento dell'acquisto dal Play Store statunitense.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?