SMS superati dai Messaggi via Web. Operatori, Sveglia

 

E' ufficiale: gli SMS sono stati superati dai messaggi gratuiti che si inviano da internet

Scritto da Maurizio Giaretta il 29/04/13 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2013

 

E' ufficiale: gli SMS sono stati superati dai messaggi gratuiti che si inviano da internet. Neelie Kroes, il Commissario Europeo per l'Agenda Digitale, ha inoltre suggerito agli operatori telefonici che comincino a svegliarsi perchè il tempo delle vacche grasse volge al termine.

Secondo quanto comunicato dagli analisti della società di ricerca e statistica Informa, nel 2012 nel mondo sono stati inviati, a fronte di 17,6 miliardi di SMS, quasi 19 miliardi di messaggi tramite le applicazioni basate su internet. Il divario tra le due tecnologie diventerà sempre più netto fino e, secondo le proiezioni, nel 2014 toccherà quota 21 miliardi contro 50.

Ciò significa che non si farà a meno di inviare i tradizionali SMS (secondo le proiezioni la soglia crescerà infatti), tuttavia saranno sempre di più le persone che cominceranno a scrivere dallo smartphone con le applicazioni di messaggistica istantanea. D'altronde il numero di telefonini intelligenti è in continua crescita (gli smartphones per la prima volta hanno superato i cellulari) e questo dato era tutt'altro che imprevedibile.

"E' ufficiale: le applicazioni chat hanno superato gli SMS a livello globale. La mucca degli incassi sta morendo" ha cinguettato Neelie Kroes. "E' ora che le società di telecomunicazioni si sveglino e che comincino a odorare il profumo dei piani dati".

Gli SMS avranno meno funzioni ma arrivano sempre a destinazione

Ma gli SMS sono duri a morire principalmente per due ragioni. La prima è che sono radicati nelle abitudini di tutti coloro che hanno un cellulare. Secondo: arrivano sempre a destinazione.

Le applicazioni che possono essere scaricate dai vari sistemi operativi (Android, iOS, Windows Phone, eccetera) offrono tante funzioni in più. Per esempio si possono iniziare discussioni di gruppo, si possono condividere immagini, scambiare files, collegamenti ipertestuali, posizioni geografiche, eccetera. Alcune di esse consentono anche di effettuare chiamate via internet.

Per funzionare tuttavia c'è la necessità della connessione al web; altro elemento essenziale per il loro funzionamento è che anche il destinatario abbia la stessa applicazione installata nel telefono. Pertanto, se manca uno di questi due requisiti, si ricorre al buon vecchio SMS, che invece si sa che arriverà sempre a destinazione.

Si tratta dunque di due tecnologie complementari.

Gli operatori tuttavia si guardano bene dal facilitare troppo l'accesso a internet a basso costo poichè rischiano di farsi un autogol. Il futuro comunque si svolgerà necessariamente su internet, quindi è solo una questione di tempo. E gli operatori che capiranno per primi questo assioma, senza aver paura del futuro, riusciranno a mettersi in salvo.

Non tutti sono sordi al richiamo di internet: Tre da settimane propone le offerte All-In, che a partire da 1 euro alla settimana offrono 30 minuti, 30 SMS e 250 MB di internet. Con 1,5 euro alla settimana invece a disposizione si hanno 60 minuti, 60 SMS e 250 MB. Queste sono le proposte probabilmente più convenienti che ci siano in Italia in questo momento.

Nokia Asha 210

Una settimana fa è stato presentato il primo telefonino a basso costo con un pulsante dedicato per l'accesso a WhatsApp: Nokia Asha 210.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?