Tassa di Concessione Governativa: illegale e anacronistica

 

La tassa di concessione governativa, è una tassa che colpisce gli abbonamenti di telefonia privata e aziendale, con una misura di 5

Scritto da Redazione il 23/03/14 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2014

 

Tassa di Concessione Governativa: illegale e anacronistica

La tassa di concessione governativa, è una tassa che colpisce gli abbonamenti di telefonia privata e aziendale, con una misura di 5.16 euro per i contratti privati, 12.91 euro per quelli business.

E' disciplinata dal DPR del 26 ottobre 1972, n. 641 ovvero Disciplina delle tasse sulle concessioni governative che obbliga la presenza e fu introdotta nel 1995 per colpire un oggetto considerato allora bene di lusso mentre, a partire dal 2003, la stessa Comunità Europea lo ha indicato come strumento attraverso il quale il cittadino può comunicare ed esprimersi liberamente, facendo venire meno la motivazione della tassa stessa.

Il passaggio da bene di lusso a bene primario, doveva bastare già come elemento palese per abolire questa tassa, piuttosto esosa se calcolata su base annuale.

L'importo, infatti, non è proprio contenuto, se pensiamo che un cliente privato dovrebbe pagare 5.16 euro per 12 mesi, ovvero 61.92 euro, mentre un'azienda 154,92 euro.

Il Senato recentemente ha espresso un ordine del giorno proprio per trattare l'iter di abolizione di questa tassa ma siamo ancora ben lontani da un possibile iter legislativo che possa abolirla definitivamente; si spera che questo processo possa arrivare a soluzione entro il 2015, anno in cui entrerà in vigore la tariffa unica europea che elimina di fatto il roaming estero.

Ad oggi, ci sono state già 3 sentenze che hanno confermato l'illegittimità ovvero la sentenza numero 33 del 2 Aprile 2012, numero 5 del 10 Gennaio 2011, numero 37 del 15 Febbraio 2011.

La questione è però molto spinosa: applicando le sentenze fin'ora pronunciate, tutti i cittadini, privati e aziende, avrebero diritto al rimborso della tassa con effetto retroattivo, tenendo in considerazione gli ultimi 5 anni di contratto.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?