Dategate, giorni contati per le intercettazioni della NSA

 

Le principali proposte legislative per i programmi di sorveglianza del governo - in particolare quelli che raccolgono i dati delle chiamate in massa dei residenti negli Stati Uniti - dovrebbero essere rivelate questa settimana

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/03/14 | Pubblicata in Operatori | Archivio 2014

 

Dategate, giorni contati per le intercettazioni della NSA

Le principali proposte legislative per i programmi di sorveglianza del governo - in particolare quelli che raccolgono i dati delle chiamate in massa dei residenti negli Stati Uniti - dovrebbero essere rivelate questa settimana.

I giorni delle intercettazioni di massa dei telefoni da parte della National Security Agency potrebbero volgere al termine. Secondo il New York Times, l'amministrazione Obama ha in programma di svelare nuove proposte legislative questa settimana che potrebbero frenare alcune delle pratiche più controverse della NSA.

Attivisti per la libertà civile, epserti tecnici del settore, e diversi legislatori sono stati chiamati dall'amministrazione Obama per discutere circa i programmi di sorveglianza praticati in massa dalla NSA che sono stati pubblicati nel corso dell'ultimo anno grazie ai documenti top-secret resi pubblici da Edward Snowden. Queste informazioni hanno portato alla scoperta di diversi programmi attuati dalla NSA, il cui scopo principale era quello di raccogliere i dati dei residenti negli Stati Uniti attraverso la registrazione di telefonate e la raccolta di metadati provenienti dai database delle aziende che operano su Internet.

L'amministrazione Obama dovrebbe affrontare specificamente quanto previsto dalla Section 215 del Patriot Act questo Venerdì, secondo il NYTimes. Quanto contenuto nella Section 215 ha consentito fino ad oggi alla NSA di raccogliere e conservare i dati telefonici di massa dei residenti negli Stati Uniti per un massimo di cinque anni. L'agenzia ha sostenuto che il programma è stato istituito per rintracciare terroristi stranieri e minacce terroristiche.

L'American Civil Liberties Union ha detto che sarà opportuno considerare eventuali modifiche legislative da parte dell'amministrazione Obama a quanto previsto dalla Section 215. "Abbiamo molte domande sui dettagli, ma siamo d'accordo con l'amministrazione che la raccolta alla rinfusa dalla NSA delle telefonate dovrebbe finire" ha detto Jameel Jaffer dell'ACLU al Times. "Come abbiamo sostenuto da quando il programma è stato divulgato, il governo può monitorare sospetti terroristi senza mettere milioni di persone sotto sorveglianza permanente".

Le proposte di modifiche al programma presumibilmente lascerebbero alle compagnie telefoniche continuare a conservare i tabulati telefonici degli utenti, ma non di consegnarli alla NSA, secondo il Times. Se l'agenzia avesse bisogno di vedere tutti i dati, si dice che verrà reso necessario ottenere un ordine del tribunale da un giudice.

Il presidente Obama ha alluso a questi cambiamenti durante un discorso a gennaio. Ha detto che la sua decisione sarebbe basata su proposte di riforma formulate da un gruppo di persone composto da legislatori, funzionari dell'intelligence e dirigenti delle più grandi società di tecnologia, che è stato creato per affrontare i problemi legati ai programmi di sorveglianza della NSA.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?