Kim Dotcom: Al via Mega, il file sharing

 

Dopo le vicende giudiziarie e i tanti errori commessi dalle autorità americane, Kim DotCom torna sulla scena e quasi per ripicca, lancia il suo nuovo sistema di file sharing, nome in codice Mega

Scritto da Redazione il 21/01/13 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2013

 
Dopo le vicende giudiziarie e i tanti errori commessi dalle autorità americane, Kim DotCom torna sulla scena e quasi per ripicca, lancia il suo nuovo sistema di file sharing, nome in codice Mega.

Mega, che ricorda l'estinto MegaUpload, sarà il nuovo sistema di file sharing che consenteirà alle persone di caricare online e condividere qualunque genere di file, dalla musica ai video.
Le immagini del Party di Presentazione

Kim DotCom

Il nuovo sito, almeno a detta del suo creatore, sarà legalmente inattacabile, sfruttando i tanti cavilli legali che gli hanno permesso di farla franca nella precedente battaglia negli Stati Uniti.

Secondo Kim, infatti, il nuovo Mega sarà identico a servizi già esistenti quali Dropbox e Microsoft SkyDrive e offrirà gratuitamente 50 GB di spazio.

Kim DotCom

L'unica differenza riguarderà il criptaggio dei file: i file saranno infatti visibili e utilizzabili sono a seguito di una concessione di permessi. Non sarà quindi possibile utilizzarlo per lo sharing di file in maniera pubblica, ma gli utenti potranno scambiarsi file solo a seguito di una effettiva concessione.

Secondo i primi aggiornamenti, sarebbero già ben 250.000 gli utenti iscritti al nuovo sisto solo nelle prime 2 ore (anche se attualmente dall'Italia, il sito non sembra raggiungibile)

Mega: un milione di utenti in un giorno secondo Dotcom

 
Mega ha raggiunto in meno di un giorno quota un milione di utenti.
 
Lo ha annunciato lo stesso realizzatore di Mega, Kim Dotcom, secondo cui il suo nuovo servizio di cloud storage dal lancio avvenuto il 20 gennaio 2013 ha raggiunto in meno di 24 ore quota un milione di utenti. Dopo le vicende giudiziarie e i tanti errori commessi dalle autorità americane, Kim DotCom ha comunicato con fierezza il raggiungimento di questo importante traguardo.
 
Dotcom ha spiegato che Mega è stato costruito al posto di MegaUpload, che si è rivelato essere nei mesi passati un servizio illegale per il Dipartimento di Giustizia americano. Il progetto precedente di Dotcom è stato infatti definito come "un'impresa internazionale sul crimine organizzato" in quanto la condivisione pubblica di contenuti appartenenti ad altre persone violava il diritto d'autore per la Corte di Giustizia.
 
Mega
 
Per quanto concerne il nuovo Mega, Dotcom sostiene che il precedente ed il nuovo servizio non condividono alcuna riga di codice di programmazione in quanto Mega è stato costruito da zero. Speriamo che il nuovo progetto di Dotcom non seguirà le orme del suo predecessore, visto che su carta di illegale non c'è niente. Secondo quanto annunciato dallo stesso Kim, infatti, il nuovo Mega è un servizio molto simile a servizi già esistenti come Dropbox Microsoft SkyDrive.
 
L'unica differenza tra MegaUpload Mega è il metodo con cui vengono criptati i file: gli utenti potranno caricare nella 'nuvola' tutti i file che desiderano, ma questi per poter essere condivisi pubblicamente devono passare una serie di controlli al termine dei quali, se appurato che il file è 'pulito', potranno essere visibili e accessibili da tutti coloro che ne conoscono il link.
 
 

Kim Dotcom presenta Mega: tante novita' in arrivo

 
Dopo un anno di lavoro, Kim Dotcom ha presentato questa domenica la nuova piattaforma di condivisione multimediale "Mega". Il nuovo Mega succede a Megaupload, famoso sito conosciuto dagli internauti che era stato chiuso a inizio 2012 per la violazione dei diritti d'autore.
 
Dotcom ha annunciato che già nel primo giorno di disponibilità il servizio ha superato la soglia del milione di utenti. Ora è già tra i 150 più cliccati della rete. Ha inoltre aggiunto che attorno al nome "Mega" nasceranno diversi prodotti. Primo tra tutti troveremo Megabox, servizio che sarà lanciato entro sei mesi.
 

 
Dotcom ha inoltre sottolineato che i nuovi prodotti sono stati ricostruiti da zero con lo scopo di evitare che venga infranta la legge. Il corpulento fondatore della piattaforma si proclamato disponibile a un dialogo con le case cinematografiche e con le etichette discografiche in maniera da trovare "una soluzione diplomatica".
Il lancio della piattaforma non è andato liscio al 100%. La GEMA, un'organizzazione tedesca che tutela i diritti d'autore, ha censurato il video a causa della violazione dei diritti riscontrata in alcune canzoni.
 
Dotcom si è subito difeso sottolineando che le musiche sono di sua creazione e promettendo la prima causa legale. Riportiamo il testo dei tre messaggi pubblicati su Twitter:
"Incredible: The GEMA in Germany took down our #Mega launch press conference video from Youtube for copyright claims. Dear GEMA, " si legge su Twitter "all songs in the #Mega press conference are my content. And the artist who performed LIVE gave us permission. WTF?". "I filed a counter claim with Youtube and the video is back online. GEMA can expect mail from our legal team. Copyright madness".
 
A un primo uso si nota, tuttavia, che mancano alcune delle funzionalità che avevamo imparato a conoscere su Megavideo. Manca ancora del lavoro per migliorare l'usabilità del sistema.
 
Per il lancio della piattaforma si è svolto un sontuoso evento in Nuova Zelanda, che è stato trasmesso su Youtube e che ora proponiamo. Il video ha una durata di circa un'ora e 14 minuti. Buona visione!

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?